Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

05/11/17

Betel Roma - Mega thread e aggiornamenti


Per un consapevole andare a visitare la betel o lavorarci come volontario è come per un tifoso andare a vedere la sede della propria squadra del cuore e molto di più, dato che la fede religiosa supera la fede calcistica o sportiva. Non possiamo neanche paragonarla alla passione che hanno le giovani rampanti per la moda o attori e cantanti del cuore, dove spendono migliaia di euro solo per comprare gadget e viaggiare migliaia di chilometri per vedere concerti e programmi dal vivo.

In questo post inserirò man mano che arrivano aggiornamenti sulla betel italiana e tutto ciò che gira intorno al centro nazionale della vera congregazione cristiana.

Un abbraccio ai beteliti di oggi e a quelli di ieri.


____________________________________

04/11/17

Perché accadono alcune cose così scoraggianti nel popolo di Dio?



 

Una volta il p.s. che reggeva la congregazione in cui servivo (gli altri a. furono rimossi o si dimisero) mi chiese: sai perché nel cd non c è ne un italiano ne uno spagnolo ne un Sud americano ne da altri paesi che hanno tradizioni cattoliche pluricentenarie? Perché in quei paesi anche chi prende la direttiva si fa condizionare da atteggiamenti tipici della Chiesa cattolica che oggi vediamo nelle congregazioni (e che nel blog chiamiamo "vaccarismo") (compra-vendita di incarichi e simonie varie, fratelli con progresso teocratico a causa di antipatie ed idiosincrasie che non hanno nessun supporto scritturale, mancanza di cura pastorale specifica e mirata, ecc…)



Da quella riflessione del fratello

se ne unisce una mia:
 
Se la filiale sorge in un paese con tali caratteristiche è fisiologico che chi prende la direttiva a livello nazionale le scimmiotta anche inconsapevolmente e tali atteggiamenti vengono tramandati via gerarchica fino alle congregazioni.
 
Satana senza dubbio usa queste tattiche per farci conformare al modo di pensare del mondo che incoraggia arrivismo, carriera e cinismo a discapito di amore e premura verso i conservi. E i risultati purtroppo si vedono a discapito dei servitori di Geova a lui sinceramente fedeli.
 
Geova al momento permette che ciò accada per provare e forgiare la nostra fede in attesa che giunga “il pieno limite del tempo” per fare pulizie di tali persone e modi di fare (Galati 4:4.)

Io noto questo nelle congregazioni in cui ho servito e servo tutt' ora...
 
 
Da Commodoro Consapevole


Post scriptum:
Quello che mi è stato detto dal p.s. riguardo ai membri del cd non significa che NON CI SIANO PER NIENTE fratelli che provengono da tali parti del mondo e che siano idonei per far parte del cd. Semplicemente era una riflessione da cui partire per poter analizzare alcune caratteristiche che si rispecchiano nel popolo di Dio … niente di più.

 

03/11/17

Il blog e spiegazione di alcune terminologie usate.




Per chi si accosta alle prime volte a questo blog può trovare difficile intendere il significato di alcuni termini usati spesso nei commenti o nei post. Per fare chiarezza cercherò di spiegarne alcuni e usare questo post in futuro x altri chiarimenti che potranno sorgere.

Cosa significa quando scrivete D/O ?
E' una sigla che indica il sorvegliante di distretto e sono le iniziali inglesi di District Overseer.


C/O ?  
Indica il sorvegliante di circoscrizione 

Burocrazia teocratica eccessiva?
Sono tutte le linee di gestione organizzativa in uso nella congregazione cristiana, essa parte dal corpo direttivo e arriva ai proclamatori della congregazione. Nel primo secolo la burocrazia era molto semplificata e aveva pochissimo potere in gestione oggi con il tempo è diventata un ostacolo al progresso del popolo di Geova e in alcuni rari  casi può anche mettersi al posto di Dio rendendo senza valore le Sacre Scritture ( vedi la condanna fatta da Gesù ai Farisei sulla tradizione burocratica orale )

Cavaliere della Fede ? 
Indica i nominati ( anziani ed altri ) all'interno del popolo di Dio che hanno perso di vista l'obiettivo del loro incarico e usano il loro potere in modo arbitrario per fare gli interessi personali o di un gruppo all'interno delle congregazioni. 

Klan ? 
Sono famiglia in vista nella circoscrizione o filiale che usano la loro influenza tramite i propri talenti sociali o di altro tipo, per creare gruppi e influenzare molti fratelli tra cui giovani, copiie poco mature e famiglie di nominati. Spesso lo fanno organizzando feste e altre attività o creando una fitta rete di scambi di favori e amicizie interessate. Non favoriscono l'unità di tutta la congregazione ma creano rapporti di interesse.

Furbetti della teocrazia o delle nomine ?
 Sono fratelli che avendo perso di vista la fede e lasciandosi trasportare da ideologie mondane in voga, usano stratagemmi per crearsi corsie privilegiate a loro e agli amici e famigliari. Se sono anziani nomineranno solo quelli del loro stampo senza esaminare i requisiti biblici. Potrebbero stabilire regole nella filiale o nella congregazione che poi loro stessi al momento di rispettarle non si adeguano. Altri possono fare lo scaricabarile per non assumersi delle responsabilità o agire in modo tecnico nella congregazione facendo una vita surreale e doppia. La lista potrebbe essere molto lunga e fantasiosa.

Riforme bibliche per ripristinare l'onestà ? 
Per riforme bibliche si intende cambiare alcuni aspetti e disposizioni organizzative x creare un argine basato sui principi biblici ai comportamenti poco edificanti e alle opere come quelle di cui sopra . 

Nik name ? 
Per non farsi acciuffare dalle maglie della giustizia dei cavalieri della fede i commentatori usano un nome di fantasia . Questo metodo è sempre stato usato nei periodi bui della storia quando alcuni cercavano di bloccare la circolazione delle idee e la libertà di pensiero. Ad esempio anche William Tyndale e altri usarono nomi falsi o cambiati, per tradurre la bibbia o pubblicare opere in quel tempo vietate dalla chiesa cattolica. In questo riuscirono a scampare per un po' di tempo ai persecutori. Gesù alcune volte si recava a Gerusalemme in segreto per sfuggire ai scribi e farisei i cavalieri della fede di quel tempo.


Se nel tempo sorgeranno quesiti non esitate a chiedere avrete risposta per quanto possibile. Un abbraccio fraterno



______________________________________________



01/11/17

La banalità di alcune critiche.




Carissimi, mi arrivano spesso critiche al blog ed è giusto che si facciano perché tutti possiamo migliorare. Comunque, alcuni dimenticano lo scopo di questo blog che è sostenere la parte sana della congregazione e non andare contro il corpo direttivo o la Verità !

Ogni tanto per far scappare a gambe levate questi commentatori molto banali nelle loro esternazioni censuro commenti e ripropongo date e post sul 1914 e sui motivi che abbiamo di essere la Vera ekklesia guidata da Dio,oppure sul nome di Dio in italiano osso duro per alcuni che si sono fissati mentalmente con i termini letterali e non riescono a guardare avanti in modo costruttivo e positivo, ci cascano sempre .......:-)))

Intanto andiamo avanti sperando nelle riforme per riportare di moda comportamenti onesti tra i testimoni di Geova e ai detrattori diciamo di lasciare in pace dei sinceri ed onesti servitori di Dio il cui nome Geova in italiano è conosciuto ampiamente.

29/10/17

Ultim'ora - Mini-betel a Bologna




Bene ora che a inizio novembre trasferiscono traduttori, lis, e broadcasting all'RTO di Imola, inizierà il balletto delle sedie anche a Roma che è destinata a chiudere. 

Prossima mini-betel a Bologna, entro tre anni. In fase di ristrutturazione le ville, per renderle vendibili (con 15 stanze e 15 bagni non è fattibile se non per un b&b). 

Quindi altra richiesta di manodopera gratuita per questi lavori, con lo scopo di vendere a prezzi più elevati le proprietà.



Enoc li 29 ottobre 2017 


__________________

20/10/17

Cosa scrivono i C/O nei rapporti ? Il coccodrillo come fa,non c'è nessuno che lo sa......

 
 
Cosa scrivono i CO nei rapporti da mandare
alla CC dopo ogni visita ?
 
 

Se ne avete mai letto uno sapete che fanno una lista di cose sulle quali la CC vuole essere informata, sui fondi della congregazione, spese di gestione ,andamento delle contribuzioni, e su come ridurre il badget di spese locali per mandare sempre più soldi a mamma JW.


In secondo piano viene fatta una relazione sulla condizione spirituale dei fratelli , la loro attività di frequenza alle adunanze, allo studio personale e se le famiglie sono unite e partecipano al ministero. poi vengono menzionate alcune problematiche che il CO ha trovato e ha cercato di risolvere e qui mette in mostra tutta la sua esperienza e bravura per avere il plauso del Mandante.
 

Certi fatti che riguardano alcuni nominati non vengono presi in considerazione e cerca sempre di non far parlare i singoli fratelli che fanno da ridire su certi comportamenti degli anziani e dei suoi componenti della sua famiglia.


Un clima omertoso inficia un costruttivo miglioramento spirituale e morale nella congregazione ?


E' sempre un problema rimuovere un anziano perché sa cose imbarazzanti di altri anziani che potrebbero far scoprire gli scheletri negli armadi altrui. Di questo passo i cambiamenti per una sana condizione della congregazione locale vengono di fatto minati da questo omertoso scambi di favori.



molti fratelli della base lamentano di non essere stati ascoltati, un fratello ha riferito che il CO gli abbia detto: gli anziano nominati sono come Saul che aveva peccato ma non si possono rimuovere facilmente, dobbiamo essere come Davide che rispettava l'unto anche sbaglia. Un altro CO ha detto : Uzzia è morto per colpa di coloro che dovevano prendere la giusta direttiva e non l'hanno fatto, Geova però ha punito il fratello che voleva correggere cose che non gli spettavano e non ha corretto chi aveva sbagliato la direttiva.



 Forse il CO ha un manuale dove tira fuori le frasi magiche da usare in caso di gestione di crisi tra fratelli e nominati.
Quindi come si può pretendere che il CO metta a posto certe anomalie se non usa la sua autorità ? Il punto è un altro.




Come può un CO correggere certe situazioni se viene mantenuto da coloro ai quali deve dare correzione ?

Dal vostro fratello Uria...............li 19/10/17, 09:39




____________________________________

17/10/17

Office365 per la posta dell'organizzazione


Dal 16/10 nell'account privato del sito ufficiale che hanno i nominati, è cambiato il sistema utilizzato per la corrispondenza. La società ha un accordo con microsoft per utilizzare Office365 e la loro posta.

Un consiglio per i nominati: accedete a questa posta elettronica solo da browser o tramite client installato su windows. non impostatelo su android! Vi chiederanno di attivare un amministratore da remoto! In modo tale che quando lo ritengono opportuno, possono formattarvi il telefono da remoto! Non è un'assurdità, è un sistema per far sparire ogni traccia. leggete tutto prima di cliccare i vari tasti "accetta".

Il server outlook.office365 richiede che tu consenta il controllo remoto di alcune funzionalità di sicurezza del tuo dispositivo Android. L'attivazione di questo amministratore consentirà all'applicazione Gmail di eseguire le seguenti operazioni:

-Cancella tutti i dati
-Imposta regole password
-Monitora tentativi di sblocco dello schermo
-Blocca lo schermo
-Imposta scadenza password blocco schermo
-Imposta crittografia archivio
-Disattiva fotocamere

Occhio!!!

C.T.Russle : Gli anziani della congregazione e l'ordine scritturale.




"Il periodo per cui si è scelti come Anziani"
di C.T. Russell



"Niente è stato detto per ispirazione riguardo al periodo per il quale un Anziano dovrebbe essere scelto: quindi siamo liberi di usare la ragione e il buon senso in materia. Molte persone possono essere ritenute anziane, o fratelli che hanno raggiunto un certo grado di sviluppo nella Chiesa, e possono essere utili e grandemente apprezzati, ma nonostante ciò non essere fra gli anziani scelti preposti dall'Ecclesia in qualità di suoi rappresentanti: evangelisti, maestri, pastori. Le "donne anziane" sono così definite varie volte dagli apostoli con onore, senza il minimo suggerimento che alcune di esse fossero mai state scelte quali anziane rappresentanti o maestre nella congregazione (Ecclesia).
Alcuni scelti in quanto adatti al servizio dell'Ecclesia potrebbero cessare di avere i requisiti stipulati; oppure altri, per provvidenza divina, potrebbero raggiungere maggiore efficienza nel servizio della Chiesa. Un anno, o parti di esso (metà o un quarto) sembrerebbero periodi giusti per tali servizi; parti di un anno, se le persone sono meno provate, un anno, se sono ben provate e conosciute in modo favorevole. Mancando una legge, o persino un consiglio o suggerimento, sta a ciascuna congregazione determinare nel miglior modo possibile la volontà del Signore in ciascun caso".  
(Studi sulle Scritture Vol. 6 La Nuova Creazione di C.T. Russell 1904 pp. 277,278 )
 
"Il numero degli Anziani"  
 Studi sulle Scritture
Vol.6 pp. 278,279

 

"Nelle Scritture il numero degli anziani non è limitato; ma logicamente molto dipenderà dalla misura dell'Ecclesia come anche dal numero a disposizione: persone competenti, ecc. (Non si dovrebbe supporre di nessuno che sia credente e completamente consacrato; dovrebbe aver dato prove inequivocabili sia in parole che in fatti sia della sua fede che della sua consacrazione ben prima di essere scelto come Anziano.) Incoraggiamo ad avere tanti quanti sono in possesso dei requisiti descritti e a suddividere i servizi fra di loro. Se li stimola il giusto zelo, presto qualche tipo di attività evangelistica o missionaria li farà suoi, o farà sua, parte del tempo di molti. Ciascuna Ecclesia dunque dovrebbe essere un seminario teologico dal quale dovrebbero emergere maestri efficienti in continuazione per finire nei più vasti campi di servizio.
L'Anziano che dovesse manifestare gelosia degli altri e desiderio di impedir loro di espletare il loro servizio dovrebbero essere considerati indegni di permanere in carica; ed ancora, nessuno incompetente o principiante dovrebbe essere scelto a soddisfazione della sua vanità. La Chiesa, quale membra del corpo di Cristo, deve votare come crede che il Capo vorrebbe che votasse.Si dovrebbe dare un avvertimento forse affinché non si elegga un Anziano qualora non si trovi nessuno competente per il servizio, secondo i requisiti stabiliti dagli apostoli: è molto meglio non avere nessun anziano che averne di incompetenti. Nel frattempo, finché non si trova un fratello competente per il servizio, si facciano degli incontri di tipo informale, con la Bibbia come libro di testo e con il Fratello Russell presente in modo rappresentativo quale maestro degli Studi Scritturistici,il vostro Anziano scelto, se lo preferite."

 
"Chi può eleggere gli Anziani e come?" 
 Vol. 6 Studi sulle Scritture p. 279

 


"Solo l'Ecclesia (il corpo: maschile e femminile), le Nuove Creature, sono elettori o votanti. La "famiglia della fede" generale, credenti che non sono stati consacrati, non hanno nulla a che vedere con tale elezione, visto che ciò che si cerca è la scelta del Signore, attraverso il suo "corpo", in possesso del suo Spirito. Tutti coloro che appartengono al corpo consacrato dovrebbero votare e ciascuno di loro può fare delle nomine in una riunione generale radunata a questo fine, preferibilmente una settimana prima della votazione in modo da lasciare del tempo per considerarle.
Alcuni hanno chiesto con insistenza che il voto sia per mezzo di votazione segreta, in modo da lasciar tutti più liberi di esprimere la loro scelta effettiva. Noi rispondiamo che qualsiasi vantaggio ci sia in ciò è controbilanciato da uno svantaggio: cioè, nella perdita della disciplina e della formazione del carattere che si verifica seguendo il modo apostolico di "stendere in avanti la mano". Ciascuno dovrebbe imparare ad essere sincero e franco, ma, allo stesso tempo, affettuoso e mansueto. Il voto, si deve tener presente, è la scelta del Signore espressa dai membri del suo corpo nella misura in cui sono capaci di discernerla. Nessuno ha la libertà di eludere questo dovere o di preferire uno anziché un altro a meno che non creda di avere, e di esprimere, l'opinione del Signore."

 
"Le maggioranze non sono sufficienti" 
 Studi sulle Scritture Vol. 6 p.280

 

"Nelle faccende del mondo la voce di una pura maggioranza decide; ma evidentemente non dovrebbe essere così nell'Ecclesia, o corpo, del Signore. Anzi, per quanto è fattibile, dovrebbe prevalere il decreto della giuria e si dovrebbe cercare un verdetto o una decisione unanime. Il fratello che riceve una mera maggioranza nella votazione si sentirà scarsamente comodo nell'accettare il voto quale "la scelta del Signore", non più di quanto scarsamente comoda si sentirà la congregazione.
Si dovrà cercare un altro candidato capace di attrarre l'appoggio di tutti, o di quasi tutti, mediante una votazione dopo l'altra, una settimana dopo l'altra, finché non si trova oppure si dovrebbe abbandonare la cosa; oppure tutti dovrebbero accordarsi sui due o i tre o più i quali potrebbero servire a turno e in tal modo si potrebbe venire incontro alle idee di tutti. Ma se prevale l'amore fervente per il Signore e per la Verità, con la preghiera per la guida e la disposizione a preferire l'un l'altro nell'onore, laddove i talenti sono su un piede di parità, si troverà generalmente facile essere uniti nel discernimento riguardo alla volontà divina in materia. "Non si faccia nulla per spirito di parte o vanagloria." "Conservate l'unità dello Spirito col vincolo della pace." Fil. 2:3; Efes. 4:3

Lo stesso ordine dovrebbe prevalere riguardo alla scelta degli aiutanti chiamati diaconi e diaconesse, la cui buona reputazione dovrebbe essere anch'essa ben considerata quale requisito. (Vedere I Tim. 3:8-13) A costoro può venir richiesto qualsiasi servizio e dovrebbero possedere quanti più requisiti possibili uguali a quelli richiesti per poter essere considerati come anziani, compresa l'abilità di insegnare e le grazie dello Spirito."
"NESSUN INCOMPETENTE O PRINCIPIANTE DOVREBBE ESSERE SCELTO A SODDISFAZIONE DELLA SUA' VANITA'. ... E' MOLTO MEGLIO NON AVER NESSUN ANZIANO CHE AVERNE DI INCOMPETENTI" !!!! Parole semplicemente stupende!!! Perle di saggezza antica e "gemme teocratiche" di inestimabile valore, valide in ogni tempo ed ogni luogo!!!!
 
_________________________________________________________________________________