Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

15/02/18

Quando si smise di mettere il nome degli scrittori sulle pubblicazioni della Società ?




Fino ai tempi di C.T. Russell le pubblicazioni venivano firmate con nome e cognome di chi le aveva scritte. Ad esempio i volumi degli Studi sulle Scritture sappiamo che furono scritti dallo stesso Russell.

Ma per curiosità  domando : Da quando si impose la norma di scrivere come ANONIMI nelle pubblicazioni della Società ? In un sito internet si afferma che l'ultima pubblicazione firmata dallo scrittore è stato il libro "Fanciulli" di Rutherford del 1941. Dopo la sua morte sembra sia stato introdotto l'anonimato degli scrittori.


Grazie a chi può dare informazioni per risolvere questo quesito.






______________________________________________________________________

14/02/18

Leaks e commenti sull'adunanza con il C/O del giro partenza Febbraio 2018

Adunanza con anziani e sorvegliate di circoscrizione febbraio-agosto 2018 parte 1: leaks e commenti consapevoli


L'IMPORTANTE RUOLO DEL SORVEGLIANTE DI GRUPPO (10 minuti)
 
 
Gli anziani che sono sorveglianti e assistenti di gruppo svolgono un ruolo chiave nella protezione, guida e  cura delle preziose pecore di Geova [leggi 1 Tessalonicesi 2: 7, 8].
[Esamina i tre principali compiti dei sorveglianti di gruppo, concentrandosi in particolare su la necessità di pastore (ks10 2:22, 23)].
A causa di orari stretti e altre responsabilità familiari e congregazione, può essere una sfida svolgere l'opera pastorale con coscienza a ciascun proclamatore assegnato al gruppo.
Includiamo nelle nostre preghiere l'importanza della opera pastorale (Fil 2:13, 1Pt 5: 2, 3).
 
Domanda: se al momento non sei un sorvegliante di gruppo, come puoi collaborare alla opera pastorale?
Tutti gli anziani, che siano o meno sorveglianti di gruppo, dovrebbero conoscere bene l '"aspetto" del gregge "che è stato loro affidato (Pr 27:23).
 
[Su quando e come fare visite incoragganti, fare riferimento al libro pascete il gregge di Dio, capitolo 4, paragrafo 6, e alla lettera agli organi degli anziani del 2 febbraio 2014].
Le visite pastorali fatte con amore e regolarità possono essere molto utili per trattare i difetti e tendenze spirituali e improprie prima che si intensifichino e conducano a una situazione che richiede un'azione giudiziaria.
 

riflessioni personali...

  • Il fatto che si parli dell'importanza del sorvegliante di gruppo può essere un segnale che molti anziani fanno molto i podisti e molto poco i pastori.
  • basterà questo bisognino locale per scuotere le coscienze dei vaccari? è solo il prologo di azioni dall'alto più severe o è solo una mossa per metterci la pezza?
  • in molte congregazioni l'opera pastorale è inversamente proporzionale ai comitati giudiziari. d'altronde se le pecore non le curi se ne vanno per conto loro.






____________________________________________________________

06/02/18

La verita' vi rendera' liberi.......




 "Allora Gesù continuò, dicendo ai giudei che avevano creduto in lui: “Se rimanete nella mia parola, siete realmente miei discepoli, e conoscerete la verità, e la verità vi renderà liberi”. 
Giovanni 8:31,32


...e la verità vi renderà liberi
Il piu' bel dono che tutti noi abbiamo ricevuto dal nostro creatore Geova,e' la verita'.
Che ci siamo nati,che ci siamo cresciuti,o che lo siamo diventati nel corso della nostra vita,niente e' piu' importante della verita',perche' da essa dipende la nostra vita presente e futura.
Conoscere che Dio ha un nome,le verita' dottrinali sull'anima,sulla trinita',su tutto cio' che ha origini
pagane e ci era stato spacciato per cose ispirate,ci hanno fatto aprire gli occhi e abbiamo cominciato a
capire e apprezzare il fatto come disse Gesu' che "La verita' vi rendera' liberi".

                                                  Organizzazione e libertà cristiana

Quanto abbiamo amato e quanto amiamo queste parole di Gesu',sono un toccasana per la nostra vita
spirituale e materiale di ogni giorno.
Con la nostra crescita spirituale nell'ambito dell'organizzazione,sono forse arrivati privilegi a cui tutti
noi aspiravamo,per poter servire meglio i nostri fratelli e per mostrare al nostro Creatore il nostro amore per la sua gratitudine di averci scelto dal mondo.
Con le responsabilita' spirituali ci siamo inoltrati in un mondo a noi sconosciuto fatto di regole e regolette,scuole per nominati,libro per anziani,circolari e via dicendo.

  1. Tutte cose che servono per poter servire con ordine e unita',ma che ci siamo resi conto per alcuni era un mezzo  per  sentirsi al di sopra dei fratelli,in modo e in maniera smisurata e non consono alle scritture.

Per chi come noi ha accettato l'incarico per servire i nostri fratelli e per amore di Geova Dio,questo ha portato a scontrarsi con certi elementi anche di spicco nel sovraintendere l'opera,per come ci sia stato a volte un abuso di potere,in netta contraddizione con lo spirito cristiano della congregazione del primo secolo fondata con l'opera dello spirito santo.
Questo ci ha portato a volte e spesso a dissentire con disposizioni denominate Teocratiche,ma in
realta' fatte da uomini imperfetti come noi,ma spacciate come se venissero direttamente dal cielo.

Calunniato il servitore di Geova
Il nostro dissenso spesso viene male interpretato,fino ad arrivare al punto di essere tacciati quasi o perfino come apostati.
Penso che non ci sia parola piu' offensiva e deleteria,per chi si sforza di seguire le orme del Cristo,quello di essere definito apostata,e' una parola che ti fa star male solo al pensiero di pensare il
in modo diverso,non sulle dottrine,non sulla fede in Geova e Gesu',ma su dispozioni prettamente umane che con il tempo possono essere disattese o cambiate proprio perche' umane.
Lo vediamo qui' sul blog come spesso veniamo definiti malati,o non sani di mente solo perche'
parliamo di come alcune dispozioni umane devono essere modificate, perche' non esprimono l'amore che deve essere alla base di ogni nostro insegnamento.

Libertà cristiana nella congregazione
E cosi' ci tornano sempre in mente le parole di Gesu',che ci hanno fatto e ci fanno amare la verita',si
quella verita' che ci rendera' liberi.
Proprio per il valore di quelle sacrosante parole dove e' il problema nel dissentire?
E' scrittuale dissentire?
Cosa ci mostrano le scritture?
Un esempio per tutti lo troviamo in Genesi capitolo 18,qui' Geova il Creatore dell'universo nella sua infinita sapienza e giustizia decide di distruggere Sodoma e Gomorra per la loro empieta',ma cosa accade ?
Un uomo,imperfetto e peccatore Abraamo,non solo si permette di dissentire ma arriva al punto di mettere in dubbio l'operato di Geova come mostrano i versetti da 23 in poi.......
"Realmente spazzerai via il giusto con il malvagio?"
"E' impensabile da parte tua che tu agisca in questa maniera per mettere a morte il giusto con il malvagio cosi' che debba accadere al giusto come al malvagio!  Non fara' il Giudice di tutta la terra cio' che e' giusto?"
E poi prosegue la trattiva su quanti giusti ci sarebbero stati a Sodoma e Gomorra per non distruggere
la citta',Geova parte da 50 giusti per arrivare alla fine a 10 giusti,accontentando cosi' le richieste di
Abraamo.

Esortazioni finali per i servitori di Dio

Riusciamo a comprendere che lezione di modestia e umilta' ci ha dato Geova in questo racconto,aveva tutto il diritto come Sovrano dell'universo a comportarsi come Lui aveva deciso,invece a permesso ad un semplice uomo imperfetto di dissentire e in parte di criticare il suo operato,scendendo poi al compromesso dei dieci giusti.
E allora il nostro dissentire,scritture alla mano come mostrano i post pubblicati,non sono un dissentire contro Geova,ma sono rivolti a coloro che prendono la direttiva nel dirigere l'opera del Signore,che pur se approvati da Geova,sono e rimangono sempre uomini imperfetti.
 Ed e' a quegli uomini,che tutti noi ci rivolgiamo,per poter migliorare il servizio che rechiamo a Geova,facendo si' che tutti indistintamente possano provare sulla loro pelle,la veracita' delle parole di Gesu'
 
"La Verita' vi rendera' liberi"






Da un collaboratore della Resistenza







-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

05/02/18

Nabot - Una Ekklesia non può durare senza MISERICORDIA !



LA MISERICORDIA QUALITA' CHE DISTINGUE IL VERO PASTORE


E' da mezzo secolo che servo Geova e poco meno  come anziano. In passato ho avuto e a tuttoggi ho privilegi di servizio che ho sempre cercato di svolgere con tutta l'anima,facendomi guidare dal principio enunciato dal nostro Sommo Maestro in Luca 17:10 anteponendo,cioé il bene altrui prima  di tutto e tutti... Ho sempre cercato di privilegiare la misericordia come il Nostro Dio Iah,nell'umana verità del gusto sincero per la compassione...(Matteo 9:13)...meglio sbagliare in misericordia che in giustizia...questo elementare principio nella sua semplicità,l'ho  applicato tante volte in relazione ai C.G. e Speciali presieduti; laddove c'era il dubbio del pentimento e dove gli ostracisti  della condanna in servizio permanente erano, ahimè,invece propensi alla disassociazione...

In questi ultimi tempi, in una sorta di remake dei corsi e ricorsi di vichiana memoria,sembra ritornato di moda lo slogan “radical-chic” : “Nel dubbio,disassociate!!”. Per contro il Nostro Dio Iah è misericordioso (Salmo 116:5). Chi siamo noi da erigerci come giudici crudeli e giocare con la vita dei fratelli?

Anche riguardo ai disassocciati la mia linea guida è sempre stata quella di applicare la misericordia. Una sorella,ora riassociata, mi ha confessato che”...se non fosse stato per il tuo amore e misericordia,non so dove sarei andata a finire...”

Evidentemente non sempre un comportamento drastico ed ostracizzante porta a buoni risultati,e questo in contrasto con l'articolo della Torre di Guardia del 15.04.'15 pag.29.

Purtroppo oggi”uomini buoni a nulla” mostrano ben poche qualità che un buon pastore dovrebbe avere,continuando a boicottare non solo i disassociati, ma anche i segnati e i loro familiari,stabilendo precetti e norme che nulla hanno a che vedere con la Sacra Scrittura e questo,ovviamente,si ripercuote sulla spiritualità dell'intera congregazione.

Insieme ad altri fratelli abbiamo lottato e stiamo lottando per ripristrinare la misericordia di Geova; più di una volta si è ragionato di questo nelle adunanze trimestrali di turno ed in occasione della visita dei CO. Risultato? Come il titolo di un vecchio film:”Il Muro di Gomma”. Per i moderni vaccari_podisti(intesi come amanti del podio) il problema siamo noi che non seguiamo le direttive. Cari fratelli del blog,termino con una domanda e una risposta.

DOMANDA: Iah è un Dio ostracizzante? Gesù è un grande insegnante privo di misericordia?

RISPOSTA: La troviamo nella Bibbia.

Continuiamo dunque a lottare e ad aiutare i fratelli e le sorelle onesti che hanno bisogno di tenera compassione,consapevoli che Geova e Gesù stanno dalla parte dei misericordiosi.

Un Abbraccio fraterno a tutti

Vostro fratello Nabot


04/02/18

A tutti i fratelli consapevoli e non !



Sono realmente
una persona spirituale?

La risposta è semplice , alcuni o molti hanno smesso di chiedersi : sono realmente una persona spirituale???
Un bellissimo discorso fatto una volta da un sorvegliante che ha servito per anni in Russia come missionario, aveva come tema questa domanda , credo che sia stato uno dei discorsi più onesti , spiazzanti e dissacratori che abbia mai ascoltato a riguardo , di chi serve e come lo serve, Geova . Aveva come spunto la scrittura di 1 Corinti 3 : 1-3 ,dove Paolo si rivolge ai Corinti che erano da tanti anni nella verità , ed erano tutti unti , eppure non avevano capito ancora una cicca della verità e ne combinavano di tutti i colori , e la lettera era diretta agli anziani.....

 
Ruolo e incarico organizzativo
sono necessariamente un indicazione esaustiva della nostra spiritualità ?

 
Il Ruolo , il fatto che siamo da tanti anni nella verità non garantiscono affatto la spiritualità , che significa avere la mente del Cristo che a sua volta aveva la mente di Geova , e le conseguenze sono devastanti e sotto gli occhi di tutti.Dove ti aspetteresti la spiritualità , ebbene non lo prendere per scontato ma è molto probabile che non la troviamo , ed è stata una delle più grandi sberle prese appena battezzato , ho trovato tanta di quella " Carnalità " da chi mi aspettavo fosse un'esempio ed una fonte di ristoro da restarne sconvolto e scioccato , e la domanda era sempre la stessa : Ma che ci fà questa gente nella verità ???

 
Ma che ci fà questa gente
nella verità ?

 
Nel gregge delle fredde e dispotiche figure che frustano e si preoccupano solo di salvare l'apparenza e mai la sostanza , nel servizio peggio dei venditori ed 'urlatori di piazza , maleducati ,arroganti ,impazienti, ignoranti e senza empatia e sincero amore di aiutare con una speranza chi veramente odia tutta la brutturia di questo mondo e soffre .

Gesù disse dall'abbondanza del cuore la bocca parla , e credetemi che non si scappa , mantenere e controllare la nostra spiritualità è un dovere che ogni Cristiano ha l'obbligo di fare ,dal corpo direttivo all'ultimo fratello battezzatosi ieri mattina , appena hai smesso di farlo o la dai per scontata tu diventi immediatamente un'problema per te stesso e per gli altri , compromettendo la tua relazione con Geova e non essendo più una fonte di incoraggiamento ed edificazione spirituale per gli altri , ecco il perchè di tutte le tristi realtà che trattiamo sistematicamente nel blog .
Ora Gesù era una persona spirituale anzi il più grande esempio eppure le persone del tempo , non avendo una mente spirituale non potevano recepire la sua spiritualità e messaggio e a partire dai farisei che avrebbero dovuto essere i primi a capire cercarono invece di metterlo a morte .Non finirò mai di ringraziare questo sorvegliante per il discorso fatto quella volta , discorso che continuo ad ascoltare e che è stato fonte di ristoro quando ero veramente a terra , lui persona veramente spirituale e come tutte le persone spirituali un dono di Geova
 
Vik
_______________

I 10 comandamenti e la legge mosaica .




Quando Geova diede i 10 comandamenti a Mose, esattamente nello stesso momento “il suo popolo” iniziò a fare cose contrarie alla sua volontà. Con una nazione formata da alcuni milioni di persone si rese necessario regolare le cose con la così detta legge mosaica composta da centinaia di leggi che regolavano la loro vita. Sappiamo che quelle legge era un mezzo che avrebbe condotto al Cristo che abolì la legge mosaica sostituendola con un nuovo patto e con la legge dell’amore.
Ora veniamo a noi! Io credo che ci troviamo esattamente nella stessa situazione, la storia si sta ripetendo! Quello che noi chiamiamo Teocrazia, l’organizzazione, le circolari, la burocrazia, ecc. corrisponde alla legge mosaica! In che senso? È semplicemente un mezzo per gestire milioni di persone che affrontano problemi nell’applicare la legge del Cristo, tuttavia ha uno scopo, quello di condurci nel “Nuovo mondo” quando saremo giunti li tutto questo sarà abolito!
Ora torniamo per un attimo allo storia di Israele, nel periodo specifico dei Re la maggioranza di essi fecero grossolani errori lasciandosi corrompere dal potere conferitogli, e anche il popolo in generale seguì esempi negativi, tuttavia sono sempre esistite persone fedeli a Geova che non si sono lasciati influenzare in modo negativo, e tuttavia Geova continuò a usare quella nazione fino alla venuta del Messia.
Io credo che sia tutto qui il problema, non e il mezzo di trasporto importante ma dove vogliamo arrivare … certo la macchina possiamo cambiarla con una più nuova e più efficiente, oppure possiamo ripararla, tuttavia a noi interessa arrivare … anche in bicicletta, non vi pare?
Una bella capacità che non conoscevo e che ho imparato frequentando questo blog, è Resilienza. Non sapevo il suo significato ed ho trovato questa bella definizione:   
“In psicologia, la resilienza è una parola che indica la capacità di far fronte in maniera positiva a eventi traumatici, di riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà, di ricostruirsi restando sensibili alle opportunità positive che la vita offre, senza alienare la propria identità.
Sono persone resilienti quelle che, immerse in circostanze avverse, riescono, nonostante tutto e talvolta contro ogni previsione, a fronteggiare efficacemente le contrarietà, a dare nuovo slancio alla propria esistenza e perfino a raggiungere mete importanti.”
Credo che questa definizione oserei dire è perfetta nel nostro caso! Problemi nei Testimoni di Geova ci sono, a volte anche traumatici se pensiamo a chi ne rimane deluso … tuttavia non perdiamo di vista dove vogliamo arrivare anche se a volte ci sembra tanto lontano!

Con affetto Tommaso.
_________________________

28/01/18

Visita del Sorvegliante di Circoscrizione ( da Marzo ad Agosto 2018 )


Qui abbiamo un riassunto dei temi trattati nel prossimo giro di visita del C/O  a partire da Marzo 2018



1 - Martedì sera o inizio settimana

Tema : 
Corriamo con perseveranza  Ebrei 12:1 Leggere
Saranno mostrati due video alla congregazione .
Importanza di profondo studio e lettura delle Scritture !

Alcuni punti del discorso di servizio
-Coltiviamo il desiderio di cibo solido ( video )
-Accumuliamo una riserva per il futuro
-abbiamo bisogno di idratarci x perseverare ( bere molta acqua
Mostrare video)
-Corriamo per vincere




2 - Adunanza con anziani e servitori di ministero

Tema : 
"State svegli,...siate coraggiosi, diventate forti "1 Corinti 16:13


                   Curate la congregazione con amore
                                Punti sviluppati


-Stando attenti alle necessità di ogni proclamatore
-Proteggendo con coraggio l'unità della congregazione
-Mantenendo l'unità con altre congregazioni


Solo con anziani :

1 Punto - Il sorvegliante del gruppo ha un ruolo importante 1 Tess. 2:7,8
Le visite pastorali vanno fatte con amore e regolarità !

2 Punto - Procedimento teocratico per accertare peccati gravi.
Non seguire il corretto procedimento (notate bene) potrebbe causare gravi conseguenze e danno alle pecore !
1 Cron. 13:6-11, 15:12,13b

Esempio di possibile situazione :.........bla,bla,bla

Invito a considerare i propri passi prima di intraprendere o formare un comitato giudiziario !





3 - Discorso pubblico  fine settimana

Tema :
Come potete sopravvivere alla fine di questo mondo





Nota bene : Il discorso alla congregazione fatto nel fine settimana è preparato dal Sorvegliante di Circoscrizione e non dalla Filiale, in base alle necessità locali e alla veduta del fratello di visita



______________________________

Solo chi dobbiamo adorare ?


Lo spirito che anima questo blog è sincero ed è il motivo per il quale ho cominciato a leggere e commentare, cosa che non ho mai fatto in nessun altro sito/blog/piattaforma simile. 

Qui non facciamo e non vogliamo fare sterile critica. Non vogliamo lamentarci e basta.
Vogliamo farci sentire bene per migliorare dove le cose non vanno come devono.

Sappiamo bene che l'organizzazione (volutamente con la "o" minuscola) si prefigge uno scopo nobile e noi vogliamo aiutare a raggiungerlo. 
Il suo stesso peso sta ostacolando questo scopo.
Per questo vogliamo ridarle il ruolo che le compete, cioè SOLO UN MEZZO PER RAGGIUNGERE UN FINE.


Verità, organizzazione, fratellanza, volontà di Geova ....non sono la stessa cosa!


Troppo spesso nella terminologia "teocratica" si confondono alcuni concetti e spesso sembra di parlare della stessa cosa.. ma non è così!

La Verità, l'organizzazione, la Fratellanza, la volontà di Geova.. non sono la stessa cosa!

Possiamo sintetizzare così: L'organizzazione è uno dei mezzi con il quale la Fratellanza può promuovere le Verita della parola di Dio. In questo modo adempiamo la volontà di Geova.

Quando il fine diventa sostenere un'organizzazione umana (che anche se ha uno scopo nobile e basato sulle scrittura sempre umana rimane...) allora entrano in gioco dinamiche autoreferenziali e legate esclusivamente al successo dell'organizzazione stessa e degli individui che la compongono. Ossesione per il risultato, carriera teocratica a tutti i costi, arrivismo, invidie, culto della personalità, repressione del dissenso di qualunque forma.. questi sono i risultati quando si antepone l'organizzazione al resto.



Perchè esiste un sistema organizzato ?
E quali domande sorgono ?


L'organizzazione esiste per supportare i fratelli nel rendere testimonianza.. deve essere l'organizzazione a servire i fratelli e non viceversa. 
Se pensiamo che la Bibbia stessa dice che "il figlio dell'uomo non è venuto per essere servito, ma per servire" capiamo quanto oltre ci siamo spinti con questa lealtà malriposta verso l'organizzazione. 

La lealtà va solo a Geova e Gesù!


....c'entra poco ma vi incoraggio a vedere il video 
https://tv.jw.org/#it/mediaitems/VODPgmEvtGilead/pub-jwbgg_201609_1_VIDEO
dal minuto 34:24 ... bellissimo discorso del fratello Cotton. Due frasi veramente azzeccate:
"Non cercate preminenze o posizione, altrimenti l'ego che si svilupperà in voi costituirà una minaccia per i fratelli e le sorelle affidati alla vostra cura" 
"Non basta fare la cosa giusta.. dobbiamo fare la cosa giusta per il motivo giusto"
Se tutti coloro che hanno incarichi applicassero questi principi le cose sarebbe molto diverse...