Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

12/08/17

Riflessioni dal deserto di En-Ghedi



 
“IO C’ERO”


Da quando ho conosciuto la verità, circa 55 anni fa, ho sempre sentito e letto nella Bibbia quanto fosse imminente la fine. Effettivamente le Scritture parlano della fine del vecchio sistema per lasciare spazio ad un Nuovo Mondo in cui potessero ritornare le condizioni di vita che c’erano in origine.
 
Negli anni 60/70 si dava molto risalto alla data del 1975 (autunno), come possibile fine di questo vecchio sistema. Nel Congresso di Zona poc’anzi tenuto in quel di Rimini, in un video si è affermato che “…negli anni scorsi alcuni fratelli
Si aspettavano la fine, prendendo decisioni PERSONALI, per così dire poco sagge…” E’ stata citata la scrittura di Gesù ove si legge che”…Il giorno e l’ora nessuno lo sa…”Ottima affermazione, però vorrei far riferimento a ciò che è scritto nel Km (Ministero del Regno) del giugno 1974:”…Si odono notizie di fratelli che vendono la casa e i beni e dispongono di trascorrere il resto dei loro giorni in questo vecchio sistema facendo il servizio di pioniere. Questo è senz’altro un modo eccellente di impiegare il BREVE TEMPO   che rimane prima della fine del mondo malvagio…” Per chi volesse approfondire l’affaire 1975 segnalo:
W 01.05.1968 pag. 272
W 01.02.1969 pagg. 78-85


Dal mio posto di esiliato in En-Ghedi mi chiedo: Come è possibile far passare simili comportamenti come “iniziative personali”?
Chi ha incoraggiato a vedere il 1975 come l’anno cruciale, con conseguenti danni spirituali ed economici?
I messaggi non sono forse venuti dall’alto?
Non possiamo dire di no!
“IO C’ERO”
Ho conosciuto il danno e lo scoraggiamento dei fratelli. Sempre dal mio punto di vista in En-Ghedi, ho notato alcuni aspetti su cui riflettere e farne oggetto di riflessione da parte dei “Consapevoli”


  1. Incoraggiamento dall’alto nel cercare di perseguire lo stato di disoccupazione, e relativo benefit statale per svolgere poi il servizio di pioniere, facendo anche lavori “in nero” laddove ve ne fosse l’opportunità, visto che anche oggi la fine è vicinissima…


  1. Cercare di lavorare mezza giornata “in nero” (o più elegantemente “part-time”) e svolgere il servizio di pioniere, è diventato un modus operandi assai popolare nelle congregazioni


  1. Da dove vengono tali incoraggiamenti?


  1. Non è che qua si cerca di scoraggiare il servizio di pioniere ( In famiglia lo abbiamo svolto per 10 anni e ci ha riservato benedizioni…), ma si sta cercando di creare un altro 1975? E poi mi chiedo se   svolgere il servizio di pioniere in queste modo reca lode al nostro Dio Geova? Le persone dei nostri territori conoscono questi  nostri modi di fare, e quale testimonianza diamo? Nelle congregazioni quale messaggio passa con questo modo di fare?


  1. Il nostro grande esempio Gesù ci ha lasciato un modello da seguire e il capitolo 13 del libro di Romani ci dice tutt’altra cosa…Anche in questa moderna era posso
dire
IO C’ERO


Un altro punto di riflessione è questo:
LE RIFORME che riguardano i Cavalieri della Fede e Vaccari
Le nomine devono essere a termine e fatte con la partecipazione dell’Ekklesia. Speriamo che tali riforme abbiano luogo al più presto.
Un abbraccio a tutti i Consapevoli dal deserto di En-Ghedi
Vostro Fratello
Nabot

 


                                    ________________________
 


05/08/17

I cavalieri della fede rimarrano per sempre impuniti ? Il punto di vista di Gesù


I Cavalieri della fede non sanno il perchè, ma sanno di poter fare tantissimi soprusi e rimanere impuniti e con una reputazione esemplare nella congregazione mondiale.
Hanno imparato quelle quattro parole magiche in teocratese, e la loro condotta, palese agli anziani galantuomini, fa allontanare questi ultimi dagli incarichi e crea difficoltà all'intera congregazione oltre che al Buon Nome di Geova nel territorio.

Ma la Società ( Burocrazia ) non lo sa? Certo che lo sa, ma se tutto va male, scaricano tutto sul vaccaro di turno, condannato a essere parafulmine sacrificale per salvare la reputazione dell'organizzazione. Si crede forse che se le pecore subiscono qualche prova sia di beneficio alla fede dei malcapitati ? Oppure non si riesce ancora a convincersi che occorre prendere in mano la situazione adottando provvedimenti biblici in armonia con l'insegnamento apostolico cristiano ?


La congregazione mondiale soffre a causa come li definiva Gesù dei ""dottori della legge"" o ""versati nella legge"". Non abbiamo dubbi su come Gesù la pensi al riguardo, vanno attenzionati d'ufficio, ma a scanso di equivoci ecco i principi biblici :


- Luca 11:45, 46  "Rispondendo, uno di quelli versati nella Legge gli disse: “Maestro, dicendo queste cose insulti anche noi”.  Quindi egli disse: “Guai anche a voi che siete versati nella Legge, perché caricate gli uomini di carichi difficili da portare, ma voi stessi non toccate i carichi con un dito!" *


- Luca 14:3-6 ...E, presa la parola, Gesù parlò a quelli versati nella Legge e ai farisei, dicendo: “È lecito guarire [qualcuno] di sabato o no?”  Ma essi tacevano. Allora prese [l’uomo], lo sanò e [lo] mandò via.  E disse loro: “Chi di voi, se suo figlio o il toro cade in un pozzo, non lo tira immediatamente fuori in giorno di sabato?”  E non potevano replicare a queste cose. *
 
 


*Traduzione del Nuovo Mondo edita dai Testimoni di Geova



_____________________________________________________________









 

Il problema non è l'organizzazione ma la sua iper-struttura spesso fuori controllo.


Quindi il problema non è la religione o la dottrina bensì è l'iperstruttura burocratica dell'Organizzazione.

Non l'idea di una organizzazione ma di questa organizzazione così come è concepita e iperstrutturata. Se non viene spogliata degli orpelli e del denaro e se non accetta l'idea che la porta per entrare in congregazione è stretta ma quella per uscire è larga, non se ne esce più.



Dobbiamo passare da un paradiso spirituale a una congregazione spirituale di creature imperfette. Gli errori vanno compresi e i deboli aiutati, i malvagi stroncati. E sopratutto dobbiamo essere indifferenti alle opinioni altrui.

La logica NE VA DI MEZZO IL BUON NOME (o LA REPUTAZIONE) DI GEOVA deve finire.
Al suo posto deve esserci la logica DOBBIAMO FARE LA VOLONTÁ DI GEOVA NONOSTANTE GLI ERRORI E NON DEVONO ESSERCI VACCARI, TRUFFATORI E CONSIMILI.


Il Creatore non ha nulla da mostrare al mondo e le fesserie di un Vaccaro non lo toccano minimamente. E poi, quando il Cristo ci ha parlato di questo? Semmai è accaduto il contrario. È stato condannato a morte perchè le sue parole e le sue azioni gettavano discredito su quella iperstrutturata organizzazione di farisei e sadducei.


Accusa?
Disonora Dio!


il fratello di N.     commento fatto sul post della serie : riflessioni-dal-deserto-di-en-ghedi



_______________________

03/08/17

il 1914 una data significativa per la storia secolare e per le profezie


Non sappiamo se è vera la informativa uscita in internet in base alla quale si stia per abbandonare il calcolo dei 7 tempi di Daniele, ma anche fosse cambierebbe pochissimo perché il segno della presenza di Gsù menzionata nelle profezie di Matteo e Luca oltre chè da Giovanni in Apocalisse hanno iniziato ad adempiersi nel 1914 .

Probabilmente, e se avverrà l'abbandono, sarà solo una mossa cautelativa e di difesa verso gli increduli e gli oppositori, che accusano i fratelli di andare a fare calcoli con le Scritture. Ma sappiamo che Geova è un matematico di altissimi livello, e i numeri fanno parte della creazione e ne sono la base.

Se il tempo me lo concede , sfornerò un elenco dettagliato sulle prove che la società umana in vita dopo il 1914 e che ha osservato tutti gli avvenimenti epocali da quei tempi in poi, essa è la moderna società che vedrà gli adempimenti delle profezie degli ultimi giorni.  Parliamo di società moderna intesa come generazione  

Comunque fino ad ora nessuno scettico od oppositore ha portato prove convincenti che il 1914 non segna l'inizio dell'adempimento delle profezie sulla fine delle Scritture e descrirre in Daniele capitolo 11 e 12, Rivelazione, Matteo 24 e 25 e Luca 13 per menzionarne solo alcune.

Avanti e non lasciamoci abbindolare dagli scettici. Bibbia alla mano sappiamo cosa sta avvenendo e cosa è avvenuto.


Un abbraccio


__________________________

02/08/17

Ultim'ora


La nuova edizione della Bibbia sarà presentata tra ottobre e novembre 2017.

- Fine della nota -



Da parte di Louvre su betelitaconsapevole.

________________

29/07/17

Non ti arrendere



Bel tema o no ?

04/07/17

Possibile Riforma scritturale del corpo direttivo


Leggete il racconto di Atti capitolo 15 sulla circoncisione e notate chi effettivamente prese la decisione se solo gli apostoli oppure altri in armonia con le Scritture e lo spirito.
Poi cercate di capire chi inviarono a riferire la decisione e perché ?

Questi versetti dovrebbero suggerire almeno un paio di cambiamenti organizzativi significativi e sorprendenti

Da www.laparola.net  versione la Diodati

 OR alcuni, discesi di Giudea, insegnavano i fratelli: Se voi non siete circoncisi, secondo il rito di Mosè, voi non potete esser salvati.  Onde essendo nato turbamento e quistione non piccola di Paolo e di Barnaba contro a loro, fu ordinato che Paolo, e Barnaba, ed alcuni altri di loro, salissero in Gerusalemme agli apostoli, ed anziani, per questa questione.  Essi adunque, accompagnati dalla chiesa fuor della città, traversarono la Fenicia, e la Samaria, raccontando la conversion dei Gentili; e portarono grande allegrezza a tutti i fratelli.  Ed essendo giunti in Gerusalemme, furono accolti dalla chiesa, e dagli apostoli, e dagli anziani; e rapportarono.............

 Allora gli apostoli e gli anziani si radunarono, per provvedere a questo fatto.  Ed essendosi mossa una gran disputazione, Pietro si levò in piè, e disse loro: Fratelli, voi sapete che ...........

 Allora parve bene agli apostoli, ed agli anziani, con tutta la chiesa, di mandare in Antiochia, con Paolo e Barnaba, certi uomini eletti d'infra loro, cioè: Giuda, soprannominato Barsaba, e Sila, uomini principali tra i fratelli; 
 scrivendo per lor mani queste cose:
Gli apostoli, e gli anziani, e i fratelli, a' fratelli d'infra i Gentili, che sono in Antiochia, in Siria, ed in Cilicia, salute.  Perciocchè abbiamo inteso che alcuni, partiti d'infra noi, vi hanno turbati con parole, sovvertendo le anime vostre, dicendo che conviene che siate circoncisi, ed osserviate la legge; a' quali però non ne avevamo data alcuna commissione;  essendoci raunati, siamo di pari consentimento convenuti in questo parere, di mandarvi certi uomini eletti, insieme co' cari nostri Barnaba, e Paolo;  uomini, che hanno esposte le vite loro per lo nome del Signor nostro Gesù Cristo. Abbiamo adunque mandati Giuda, e Sila, i quali ancora a bocca vi faranno intendere le medesime cose.  Perciocchè è parso allo Spirito Santo, ed a noi, di non imporvi alcuno altro peso, se non quel ch'è necessario; che è di queste cose:  Che vi asteniate dalle cose sacrificate agl'idoli, dal sangue, dalle cose soffogate, e dalla fornicazione; dalle quali cose farete ben di guardarvi. State sani.  Essi adunque, essendo stati accommiatati, vennero in Antiochia; e, raunata la moltitudine, renderono la lettera.  E quando que' di Antiochia l'ebber letta, si rallegrarono della consolazione

Un direttivo allargato,
trasparente ed empatico


Per dunque, notiamo che la decisione non fu presa solo dagli apostoli, bensì da loro insieme agli anziani e alla congregazione di Gerusalemme. Una votazione congiunta e una discussione aperta a tutta la fratellanza e ai discepoli di vecchia data. Dato questo precedente il corpo direttivo potrebbe essere allargato e le discussioni rese trasparenti a molti fratelli di vecchia data.

Oltre a ciò notiamo il modo di procedere del corpo direttivo del primo secolo. Quando sorgeva una disputa si esponevano i fatti senza pregiudizio e facendo un resoconto alla fratellanza tramite le lettere e addirittura facendolo pubblicare sulla Bibbia. Si nota anche la imparzialità e l'empatia nel prendere decisioni. Essi infatti non inviarono solo Paolo e Barnaba che potevano risultare di parte , ma aggiunsero altri due inviati cioè Giuda e Sila per non dar addito a sospetti e neanche dare l'impressione di aver preso una decisione di parte, affinché riferissero a voce quello che era stato scritto nella lettera. Il corpo direttivo stava molto attento all'impressione che poteva dare agli altri.

Anche sulla questione delle vedove trascurati di Atti capitolo 6 , scelsero di nominare fratelli ben visti dalla comunità greca proprio perché stava loro a cuore l'unità e non dare neanche la più minima sensazione di fare una parzialità nel popolo di Geova.

Il corpo direttivo non potrebbe riformare alcune procedure per dare ascolto alle pecorelle del Signore invece di dare l'impressione di favorire sempre chi fa parzialità nell'ekklesia ? Si biblicamente sarebbe autorizzato dalle Scritture citate.








________________________________

01/07/17

I volenterosi carnefici dell' ordine "" teocratico""(burocratismo).


Non ho molto tempo per vivisezionarli con le Scritture, ma sono in mezzo a noi sono altamente motivati e perseguono con tenacia e brutale arroganza (con modi mielosi) gli interessi dell'ordine e del burocratismo fanatico. Costoro sembra siano ossessionati dal fare le cose secondo il modello burocratico più ferreo e non raramente si testimoniano scontri di vedute addirittura sul come portare gli emblemi e come passarseli tra fratelli incaricati a distribuirli e anziano che fa il discorso. Alcuni affermano che seguire le direttive anche nei più minimi dettagli significa stare in ordine e essere teocratici.

Alcuni di questi si mettono a spulciare anche le illustrazioni delle riviste in special modo quelle di studio per vedere quali segnali e insegnamenti vuol far passare lo schiavo e vanno ad interpretare ogni particolare immaginabile dai due orecchini minuscoli della sorella, al taglio dei capelli del fratello, a cosa c'è sul tavolo o a cosa c'è sullo sfondo e via discorrendo. Poi si costruisce sopra qualche regola personale da imporre ad altri.


Classismo e Consigliarismo


Altri volenterosi carnefici creano classi di serie A e B nella congregazione e ogni pretesto è utile per fare divisioni tra pionieri e proclamatori o tra questo e quello e l'altro. Espositori solo per i pionieri, alcuni territori solo per alcuni, alcuni incarichi solo per alcuni, cene solo per alcuni e via discorrendo.

Altri sono volenterosi carnefici nel consigliarismo. L'esasperazione del consiglio è una distorsione del ruolo di anziano, basti vedere Gesù e lo capiamo benissimo. Raramente consigliava e mai per cose banali o di stampo burocratico anzi condannava il burocratismo fanatico dei farisei. Questi devono sempre dare un consiglio anche quando c'è da lodare qualcuno e da incoraggiare con la foglia di fico della crescita. Poi se la prendono se il fratello o sorella non accetta il consiglio perché non è scritturale ma solo un opinione personale e invece di lasciar decidere agli altri si vendica con tutte le armi a disposizione usando il potere concessogli dalla nomina.
 

Fallo di reazione
 

Nel far questo molti sono anche abili a nascondere le intenzioni malvage operando in modo mellifluo e sotto il manto della teocrazia. Non di raro alcuni consigli vengono dati apposta e miratamente proprio per creare nel consigliato lo stato d'animo per fare in gergo sportivo il classico FALLO di REAZIONE come quello di Vettle della Ferrari la scorsa settimana. In sostanza causano l'inciampo e poi sono anche giudici del fallo. Ma anche nel mondo sappiamo che il giudice deve essere super partes infatti Vettle sarà giudicato come anche Hamilton dalla Federazione e non sarà Hamilton a giudicare Vettle come invece avviene dentro la congregazione quando è abitata da parecchi volenterosi carnefici dell'ordine teocratico.



to be continued........



_____________________________