Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

31/12/16

L'emozione consapevole



"Con questa fede saremo in grado di strappare alla montagna della disperazione una pietra di speranza. Con questa fede saremo in grado di trasformare le stridenti discordie della nostra nazione in una bellissima sinfonia di fratellanza."
                                       M.L.King
Cari fratelli,

Dopo aver riflettuto su come l'umanità possa esser divisa tra persone per bene e poco di buono e che essi possiamo trovarli mischiati, come grano e zizzanie, ovunque vorrei cercare di essere propositiva. Nessuno può impedirci di scegliere chi vogliamo essere ma nessuno ci ha assicurato che fosse facile.
Questo sistema organizzativo, fatto di nomine, privilegi, applausi agli annunci di pionierato, rapporti nominali, sta creando cristiani di facciata dove la spiritualità si misura a son di numeri e stellette. È umano cercare di migliorare la propria posizione sociale, la spinta a salire (aspirazione alla superiorita) rispetto ai nostri pari è stata spiegata ampiamente da A. Adler, un padre della psicologia ( cfr "Il senso della vita" A.Adler 1937 Der sinn des lebens ). Su questo gioca il pressante incoraggiamento a correre sempre più veloci sulla ruota da criceto "teocratica" che porta molti ad una corsa di apparenza senza sostanza.

Allora, quali consapevoli, dobbiamo imparare a riscoprire una spiritualità autentica, sincera, fatta di gesti semplici come lo spezzare il pane con chi ha fame e condividere pensieri spirituali con chi ha bisogno di un sorso di conforto. Significa spesso lavorare nell'ombra e dietro le quinte e farlo con gioia per il bene fatto e non aspettando una qualche medaglia da appuntare al petto.Significa lasciare il palco a coloro che, come i farisei, ricevono appieno la loro ricompensa nell'essere visti dagli uomini perché imitare Cristo è altro. Significa emozionarsi di fronte al dolore altrui, provare pietà per le pecore senza pastore ed essere disposti a spenderci senza badare a orari e ricompense. 

Qualunque posto tu abbia, qualunque situazione tu viva può essere il tuo punto di partenza per far splendere la luce nel mondo. Nella tua famiglia in primis, in congregazione, nel vicinato e ovunque ti portino i tuoi passi. La predicazione, quella vera, non si nutre di campanelli ma di persone. Trova spunto dalla vita quotidiana e racconta storie di personaggi biblici, incuriosisce e attira con il calore che emana l'amore sincero.

Non portare il vangelo ma sii il vangelo vivendolo ogni giorno. Sii un proclamatore ma consapevole.


        Siate illuminatori del mondo, risplenda la vostra luce, fatta di opere e parole concrete.


Matt5:14“Voi siete la luce del mondo.+ Una città non può essere nascosta quando è situata sopra un monte. 15 Non si accende una lampada per metterla sotto il moggio,+ ma sul candelabro, ed essa risplende su tutti quelli che sono nella casa. 16 Così risplenda la vostra luce+ davanti agli uomini, affinché vedano le vostre eccellenti opere+ e diano gloria+al Padre vostro che è nei cieli."






https://books.google.fr/books?id=5eSXA8JGPSgC&printsec=frontcover&redir_esc=y&hl=it#v=onepage&q&f=false

Da Graf: Contraddizioni, contraddizioni, contraddizioni ovvero il Diavolo è nei dettagli



L'essere umano è una cava di contraddizioni.
In questo mio articolo sono convinto che ne troverete. Eppure non le accettiamo. Ci peritiamo di essere persone “tutte d'un pezzo”, individui sinceri, onesti, giusti diretti. Nessuno direbbe di se stesso: “ Ecco, io sono a volte bugiardo, millantatore, codardo, ipocrita e anche un tantino str... “ Eppure, chi non lo è stato nella sua vita? Se una persona siffatta ne incontrasse un'altra simile, che poi ne incontra un'altra che in una certa misura somiglia alle prime due, e così via per n volte sino a circa 8 milioni di individui, la loro somma, aldilà di tutti i buoni propositi, cosa creerebbe a livello organizzativo, una organizzazione perfetta? Anche se questa organizzazione avesse, come dichiara, come Statuto la Bibbia, cambierebbe nei fatti qualcosa? Potrebbe, a rigore logico, capitare a questa organizzazione di millantare, mentire, essere ipocrita e un tantino str... , in inglese “asshole?”
Quindi giudicate questi fatti:

1 -  Tratto dalla sentenza della Corte Suprema Californiana in data 13 aprile 2015: (link 3)

    “ Defendants contend that Conti’s parents could be found at least partially responsible for     the harm she suffered because they were negligent in supervising her and entrusting her to     Kendrick’s care” (nel file pdf tale passaggio è evidenziato)
   
    "Gli imputati  (la WTS) sostengono che i genitori di Conti (la loro figlia)  potrebbero essere     trovati, almeno in parte, responsabili per il danno subito (dalla figlia) perché sono stati     negligenti nel     sorvegliarla affidandola alle cure di Kendrick (il pedofilo reo confesso)" Il     (il grassetto è mio)

il Diavolo è nei dettagli (variante di "Le bon Dieu est dans le détail" Gustave Flaubert):

Non serve leggere tutte le trascrizioni del processo salvo che non vi abbiano assunto per fare un commentario giurisprudenziale, ma soffermiamoci nei dettagli, appunto. Se leggiamo il capitolo 18 di Matteo possiamo comparare e trovare delle contraddizioni tra lo Statuto (ovvero la Bibbia) della WTS e il comportamento reale dei rappresentati della WTS.

Il contesto del capitolo 18 inizia con una lezione del Cristo che pone in mezzo ai suoi discepoli un bambino per inculcare una volta in più la necessità dell’umiltà. Notate il versetto 3:

    - e disse: “Veramente vi dico: A meno che non vi convertiate e non diveniate come bambini, non entrerete affatto nel regno dei cieli... ”

Quindi questi discepoli non erano umili, dovevano abbassarsi (solo chi è alto può divenire umile, abbassandosi appunto). Ma Cristo continua al versetto 6 ed emette una sentenza:

    - “Ma chiunque fa inciampare uno di questi piccoli che ripongono fede in me, sarebbe più     utile per lui che gli si appendesse al collo una macina da mulino come quella che viene fatta     girare da un asino e che fosse affondato nell’ampio e aperto mare.”

Questo versetto, e i relativi sinottici, è forse l'unico implicito riferimento alla pedofilia e in generale all'abuso del minore contenuto nelle Sacre Scritture. Ma non dà via di scampo. Non vi è ne’ pietà ne' misericordia a chi fa inciampare un minore. Cristo userà la stessa figura retorica riferita alla macina anche in Rivelazione 18:21.
Ora la parola greca che nella TNM è tradotta “inciampare” è skandalizó (σκανδαλίζω) che è usata nelle Scritture come: impostare un laccio ("pietra d'inciampo"); (In senso figurato) "per impedire giusta condotta o pensiero, per far inciampare" - letteralmente, "per cadere in una trappola" (Abbott-Smith). Altri traducono: “far peccare”.
Quindi un abuso su un minore ha già il nome dell'abusante scritto sulla macina che egli ha al collo. Ma che dire dell'umiltà? Sicuramente l'abusante non la manifesta. Anzi ha un egoismo sfrenato (sfociante nella sindrome narcisistica) che gli permette di utilizzare il bambino come un oggetto ludico o una vittima sacrificale al suo altare rappresentato dal suo corpo.
Ma che dire dell'abusato? Come non ricordare che la stragrande maggioranza delle vittime sono state abusate perché 'hanno riposto fede' nel carnefice sia esso padre, prete, anziano, servitore di ministero, proclamatore più vecchio o altra figura di cui fidarsi.
Provate a prendere un bambino che non vi conosce o non vi ha mai visto e tentare di portarlo, se vi riesce, al centro di una folla magari tenendolo in braccio in modo che sia visibile, come fece il Cristo. Urlerà, scalcerà, griderà e piangerà per sfuggirvi.
Evidentemente quel fanciullo si fidava del Messia.

Ma che dire dell'organizzazione alla quale appartiene il carnefice che ha abusato della fiducia del bambino?
Torniamo sul punto 1:
Gli avvocati che difendevano la WTS hanno tentato di affermare che i genitori erano responsabili dei danni subiti dalla figlia di 8-9 anni perché a conoscenza delle tendenze dell'abusante. Ovviamente la Corte Suprema non ha accettato la tesi perché non vi erano evidenze in tal senso. Nessuno può essere ritenuto responsabile se ignora ciò per cui debba essere responsabile.

Riflettiamo:
- La WTS non ha le prove che i genitori sanno delle tendenze pedofile dell'abusante (altrimenti la Corte lo avrebbe riconosciuto) ma tenta la carta dello scarico delle responsabilità aggravando di fatto lo stato emotivo, mentale, psicologico della vittima, che deve sopportare il fango dell’accusa di sospetto di complicità dei propri cari nella pedofilia. Come definire tale comportamento: bugiardo, millantatore, codardo, ipocrita e anche un tantino str...? Che dire della fiducia della vittima nell’organizzazione?

Ma andiamo ancora un pochino più a fondo:
Qualcuno avrà pur deciso una direzione processuale del genere. L'Ufficio Legale non è autonomo, ma dipende da un Comitato, quello del Coordinamento, che a sua volta dipende da uno o più componenti del CD. Credo che in particolare un mercoledì prima e/o dopo il 13 aprile 2015, avranno pure discusso a priori o a posteriori di tale linea di difesa legale.
Ipotizziamo che il (o i componenti del CD) che hanno deciso tale linea poi facciano una Adorazione Mattutina, ovvero il discorso alla Betel, su Matteo 18:8. Ipotizziamo che l'avvocato dell'Ufficio Legale che è anziano di congregazione, gli capiti la stessa sorte, cioè di incappare a qualsiasi titolo su Matteo 18:8. Domanda: ma sentono una certa pesantezza al collo?

Ricordiamoci: sono responsabili di tutti i pensieri, peccati, inciampi, cattiva condotta di uno di questi minori ora adulto ovvero dei suoi peccati. Certo, lo stato emotivo, psicologico e anche fisico di un abusato sarà imputato a chi ha deciso di seguire tale politica di scaricabarile.
Questo dagli Anziani che hanno udito il “grido di lamento” (Genesi 18:20) di uno di questi “piccoli” al Sorvegliante di circoscrizione, al Betelita del reparto Servizio, al Sorvegliante di zona sino ai componenti del CD. Ricordiamoci inoltre che ogni passo successivo vi è l'aggravante della maggiore Autorità associata con il maggior Potere (Luca 12:48).

Allego in calce i link per scaricare i file più indicativi si questo caso.

Per un eventuale Sorvegliante di Circoscrizione, o Betelita al reparto Servizio che legga anticipatamente quest’articolo.
Se qualche fratello o sorella ti si avvicina con le copie delle sentenze non tacciatelo di aver letto pubblicazione apostate. Una sentenza di un tribunale umano non è fatta da ex TdG, quindi non è apostata. Non ditegli che sono macchinazioni del Diavolo. Il buon Lucifero, alias Satana, alias Dragone stavolta non c'entra nulla. La frittata la ha fatta chi non si è comportato come il bambino messo in mezzo alla folla di discepoli. Se quel bambino avesse saputo che ad un suo coetaneo un mostro gli avesse fatto cose orribili avrebbe detto nella sua innocenza: “chiama la polizia, hanno la pistola e fanno scappare il mostro!” che suona molto simile a “chiama Cesare ha la spada, fa scappare il mostro!”. Pensate a quella età capiamo già chi ha Autorità (Cesare) associata al Potere (spada).
Quindi cari Fratelli viaggianti o meno, non fate i dipendenti della WTS, ma sforzatevi di imitare il più Grande Viaggiante, il Cristo, e mettete al centro il “piccolo” che vi fa le domande, non la WTS.
Se non farete questo, magari quella sera dopo l'adunanza che la minima sorella o fratello vi ha avvicinato, ricordatevi che Cristo ha già cominciato a far scrivere il vostro nome sulla pietra nel Deposito Macine da Mulino che vi sarà consegnata dall'angelo con le dovute spiegazioni.

Vostro Graf Von Habenichts

Ps:
Cari fratelli usate bene questi documenti. Se vi avvicinate a un Viaggiante fategli domande sincere. Fate notare che il caso è chiuso (link 2) e che la WTS ha pagato. Ricordate che la sentenza in primo grado era di 28 milioni di $ quindi la cifra dai 2 ai 3 milioni di $ è verosimile.
Ricordategli che la WTS non si è appellata alla Corte Suprema Federale ma accettato il verdetto, perché gli è stato detto dai Legali che la sua posizione davanti a tale Corte sarebbe durata come una palla di neve a Ferragosto.
Quindi, gentilmente ma fermamente, chiedete conto di questi soldi. Chiedete cosa farebbero al posto vostro sapendo che le contribuzioni vengono adoperate per sanare abusi.
Se vi dicono che si tratta di un caso isolato citate il PDF allegato che prova i 1800+ abusi australiani (link 4) dato dalla stessa Betel locale che vi allego.
Inoltre questo è un caso finito in tribunale, ma molti casi sono stati chiusi extragiudizialmente, e perciò non ne conosciamo praticamente nulla se non che la WTS ha dovuto pagare. Infatti la chiusura anticipata extragiudiziale è stata ovviamente proposta dalla WTS stessa che ha tutto l’interesse di prendere due piccioni con una fava: evita la pubblicità e paga di meno.

Oppure potete usare la Bibbia se l’obiezione è sulla eccezionalità dei casi di pedofilia e abuso: “chiunque fa inciampare uno di questi piccoli...”

Se si arrabbia o vi minaccia, lasciate stare con una pacca sulla spalla e un sorriso. Un consiglio, procuratevi sempre un testimone di fiducia, non parlate mai da soli. Quando dico di fiducia cercate di capire ciò che intendo.
Soprattutto non fate affermazioni, ma chiedete, chiedete, chiedete.
Se tirano fuori nel caso della pedofilia o abuso di minore la scusa del privilegio del segreto confessionale, ditegli che questa prerogativa non sussiste per i TdG.
E' presto spiegato:
Vale quando il fatto è esposto nel rapporto 1:1, cioè esempio prete:confessato.
Nel caso dei TdG varrebbe se vi fosse un solo anziano che raccoglie la confessione, e che nessuno in seguito ne venisse a conoscenza; cosa, come ben nota, impossibile.

Se vi dicono che voi non siete a conoscenza di tutti i fatti e sostengono che la WTS se viene a conoscenza di un pedofilo, non lo copra (cosa sostenuta anche da siti di alcuni fratelli) fategli notare che la sentenza del caso Conti dice l'esatto contrario.
Nella sentenza si dice esplicitamente che esiste una politica della WTS volta a non rivelare i casi di pedofilia:

    -"Congregation elders were following Watchtower’s policy when they kept the molestation     Kendrick reported confidential !". (nel file pdf è evidenziato)

-“gli anziani di congregazione stavano seguendo la politica della Watchtower, quando hanno mantenuto riservate le molestie che Kendrick ha riferito”

Dunque in questa sentenza si dice che esiste una politica della WTS che tiene segreti i casi di pedofilia dei quali gli anziani siano venuti a conoscenza.

C'è di peggio, in servizio di campo, negli Stati Uniti e in Australia si è diffusa dopo tale sentenza l'obiezione che nel caso Conti è stata condannata la Chiesa stessa dei TdG (ovvero il CD) e non la singola Diocesi. Mentre per i cattolici si è arrivati a sfiorare il Vescovo ma non è stato mai condannato il Papa.

Auguri


link a google drive

1 - Articolo rivista giornalismo di indagine Reveal

2 - Documento della cancelleria della Corte Suprema di California con info sommarie del caso Conti

3 - Sentenza finale caso Conti vs Watchtower con parti evidenziate e trattate nell’articolo

4 - excel abusi australia






   

30/12/16

LA BANALITA' DEL MALE



La solita sfrenata retorica del moralismo demagogico, fa scandalizzare molti davanti a certi comportamenti palesemente fuori dalle righe. E' facile, è perbenistico inorridire davanti ai criminali nazisti, per esempio, ma è altrettanto comodo dimenticare o far finta di non considerare altre responsabilità attribuibili proprio a chi facilmente condanna, ai tutti quei censori che con il loro sdegno non si rendono conto di essere anche loro (irre)responsabili morali...Parto da lontano, riferendomi  ad un processo avvenuto nel 1961 contro un criminale nazista, Eichmann,condannato a morte nel maggio 1962, per crimini di guerra. Avviliscono  o meglio colpiscono le considerazioni che fece una scrittrice, la Arendt, che si possono benissimo applicare a molti fratelli nei giochi sottili degli scaricabarile di compiaciuta convenienza. La Arendt,in sostanza, rimase colpita dalla normalità di Eichmann che viene visto come una persona come tante altre, semplice e mediocre burocrate, e non come un demone capace di pesanti atrocità.

LA BANALITA' DEL MALE sta nel fatto che i burocrati del Reich erano in realtà tutte persone terribilmente normali che erano però capaci di mostruose atrocità per il semplice fatto che non si fermavano a riflettere sugli ordini a loro dati e che il loro pensiero restava limitato alle leggi di Hitler che venivano rispettate INCONDIZIONATAMENTE. In particolare questo tipo di criminale commette i suoi crimini in circostanze che quasi impediscono di accorgersi che agisce male, per cui la Arendt si chiede se il male deve necessariamente essere radicato a qualcosa di più profondo. 

Alla luce di ciò l'autrice afferma che una ben radicata morale e un sistema di valori etico non bastano a fermare il male; tuttavia ci sono delle persone che hanno rifiutato l'ideolagia nazista e non perché avevano avuto un forte senso del
bene e del male,ma perché si chiesero fino a che punto la loro coscienza avrebbe sopportato tutto quel male e si sarebbero sentiti in pace con se stessi. La Arendt associa questo dubbio interiore alla facoltà di pensare. E si rifà a Socrate e al suo dialogo interiore tra io e io,questo processo,secondo l'autrice può evitare il male; con questa analisi la Arendt pone lo scopo di evitare che gli uomini adottino una morale e dei valori standard senza prima riflettere.

Che dire di noi? I falsi profeti della morale ci invitano a non frequentare chi non è troppo spirituale (secondo loro),a non avere rapporti con i disassocciati, ad evitare i diversi, i malati di mente,quelli che pensano con la loro testa,chi dissente dal pensiero dominante,chi non si uniforma alle mode e ai modi in vigore nelle congregazioni,in sostanza a conseguire la giustizia attraverso una struttura minuziosamente definita di comandi e divieti,di regole avallate dall'Organizzazione. Tale giustizia però non ha successo,poichè è dagli uomini e non da Dio, ed ha creato una serie infinita di depressi dentro alle congregazioni.I moderni Eichmann,ubbidiscono e fanno del male a chi è diverso da loro utilizzando l'indifferenza, l'emarginazione,la solitudine; e poco importa se chi ne viene colpito può ammalarsi, andare in depressione, forse tentare anche di uccidersi.

Quanti disassociati sono andati in crisi con sé stessi e con gli altri proprio per questi trattamenti crudeli e disumani. Qualcuno per ripicca forse, ha preso strade sbagliate, qualcun altro non c'é più. Ma davvero sono solo loro i colpevoli? E chi ha eseguito gli ordini? E' libero con la propria coscienza? Dov'è la carità cristiana, la compassione, il perdono verso chi ha sbagliato,forse,ma non è meno colpevole di chi li ha abbandonati alla soltudine. Chi ha problemi di alcolismo, gioco d'azzardo, pornografia,sta chiedendo aiuto. Disperatamente. E' una persona in difficoltà,bisognerebbe 
accorgersene prima; probabilmente è una persona con gravi carenze affettive...ha bisogno di essere amata,non isolata da tutti;forse ha difficoltà a relazionarsi con gli altri; forse si sente sola e non capita e prende una stradaccia, e i nostri che fanno?; lo disassociano, lo escludono dalla vita sociale e religiosa. Così si aiuta una persona?

Il rigore critico dell' Organizzzazione è troppo accademico,quasi cattivo per essere applicabile alla realtà delle cose e del Cristianesimo, e comunque,in tutti i casi, c'è un denominatore comune, e cioè la deprecabile motivazione all'origine  di quel disinteresse umano,burocratico e legale che permette il perpetuarsi di tante situazioni,senza nulla fare per evitarle. Norme buone o cattive, valide o discutibili,ma quel che conta certo comunque sempre superficiali perché preconcette,sono le norme di sempre  di un modo banale di legiferare e governare, dove I PROBLEMI NON SI AFFRONTANO, MA SI ELIMINANO. Incuranti di confondere,grano dal loglio,tempi giusti con intempestività, episodi strumentali e occasionali con sofisticate verità, i Grandi Alchimisti di Brooklyn, stanno mostrando l'usura per far fronte all'inatteso capovolgimento della situazione,che tradotto in parole semplici significa che si è persa pure la faccia, dopo le tante ardite evoluzioni e sopra tutto di oroscopi compiacenti non avveratisi come le previsioni del tempo di qualche decennio fa...L'astuzia più grande che Satana fece,fu quella di far credere ai nostri progenitori di stare facendo la cosa giusta,ribellandosi a Dio, sappiamo tutti come finì la storia...amaramente così

Il Conte Oliver


________________

Da Graf


Libertà religiosa contro tutela del minore

Cari Fratelli,

Volevo scrivere come promesso un commento sul perché stanno accadendo in questi ultimi mesi tutti questi avvenimenti relativi alle accuse di abusi minorili all'interno dell'organizzazione dei Testimoni di Geova.
Vi propongo un articolo tratto dal sito della NSS ovvero la National Secular Society, la più antica società laica del mondo occidentale.
Pur nella sua brutalità, sembra che tutto ciò che questo avvocato scrive corrisponda ai fatti. Qui si coglie a mio parere nel segno: vi è in corso uno scontro tra Cesare, ovvero l'autorità secolare e il privilegio religioso, questo ove tale privilegio si fa beffe delle leggi secolari.
Fondamentalmente ora Cesare usa la “spada” che gli è stata affidata da Geova stesso. Opporsi è inutile, ci si opporrebbe a Geova stesso.
Grazie
Graf

Il privilegio religioso mina l'accesso alla giustizia alle vittime di abusi.
Posted: Mon, 22 Agosto 2016 10:40 da Richard Scorer

Richard Scorer, un avvocato specialista in casi di abusi sui minori presso lo studio legale associato Slater & Gordon  (http://www.slatergordon.co.uk/) richiama l'attenzione sulle organizzazioni che cercano un trattamento più indulgente su questioni connesse ad abusi sui minori solo perché esse sono organizzazioni religiose e in quanto tali.

Che cosa è più importante: la libertà religiosa, o salvaguardare i bambini dagli abusi? Dovrebbero le chiese e le organizzazioni religiose essere esenti da norme secolari di tutela dei minori? Due casi giudiziari recenti che coinvolgono i Testimoni di Geova sollevano la questione nella sua forma più brutale.
Alcuni retroscena. Nel corso degli ultimi due decenni, un numero significativo di casi di abusi sono emersi tra i Testimoni di Geova. I miei clienti che sostengono di essere stati abusati all'interno dell'organizzazione  descrivono una cultura che è profondamente collusiva con gli abusi sui minori.  E' abbastanza difficile parlare in qualsiasi ambiente per i bambini vittime di abusi; tra i Testimoni di Geova, è confinante con l'impossibile.
L'organizzazione è nota per la sua regola dei"due testimoni": chi accusa un adulto di abuso deve avere un testimone avvalorante il fatto. Dal momento che la stragrande maggioranza degli abusi sui minori avviene in segreto, l'effetto di questa regola è di mettere a tacere le vittime degli abusi. Inoltre, se non vi è alcuna testimonianza avvalorante, il denunciante è spesso trattato come colui che fa una falsa accusa. Questo porta al denunciante di poter essere "disassociato", o ostracizzato da altri Testimoni di Geova. Una prospettiva terrificante quando, come nel caso della maggior parte bambini che crescono Testimoni di Geova, tutta la loro vita familiare ruota intorno all'organizzazione. In questo modo, le vittime dicono, la cultura dei Testimoni di Geova facilita e protegge coloro che abusano.

Due casi legali hanno aperto una finestra su questa cultura. I casi riguardano la Watch Tower Bible and Tract Society, il soggetto giuridico attraverso il quale i Testimoni di Geova operano. Un caso riguarda la responsabilità della WRTS al risarcimento dei danni a una vittima certa di abusi sessuali.

La WTS ha cercato di sostenere che la sua struttura è decentrata e significa che non può essere 'indirettamente responsabile' per le azioni dei suoi funzionari che abusano dei bambini. Si tratta di una variante della tesi sostenuta dalla Chiesa Cattolica, che ha sostenuto per molti anni che i preti non erano dipendenti e, pertanto, la Chiesa non potrebbe essere responsabile delle loro azioni.
La lunga battaglia della Chiesa Cattolica per eludere la responsabilità su questa base si è conclusa con un fallimento nel 2012. La difesa della WTS è fallita in primo grado nel 2015, e il suo tentativo di portare il caso alla Corte d'Appello è fallito similmente: il ricorso è stato respinto il mese di luglio 2016.

Nel frattempo, nel 2014, in risposta alle accuse emergenti di abusi sui minori, la Charity Commission ha avviato un'indagine legale relativa all'approccio della WTS alla salvaguardia del diritto dei minori. Molto ragionevolmente, la Commissione vuole capire se fiduciari della Società hanno adempiuto le loro responsabilità in materia di tutela in base alla Charity Law. (https://en.wikipedia.org/wiki/Charity_Commission_for_England_and_Wales)  Inoltre, la Commissione ha richiesto la produzione dei documenti pertinenti. Invece di collaborare con l'inchiesta (come ci si aspetterebbe di un'organizzazione con nulla da nascondere), la WTS ha obiettato chiedendo il controllo giurisdizionale presso l'Alta Corte per cercare di interrompere l'inchiesta e resistere l'ordine di produzione documentale.
La WTS ha sostenuto (tra le altre cose) che la Charity Commission ha "interferito con i diritti (della WTS) alla libertà di religione ai sensi dell'articolo 9 della legge sui diritti umani ... per aver iniziato un'indagine al fine di cambiare le pratiche religiose dei Testimoni di Geova ". In altre parole, se lo scopo dell'indagine della Charity Commission è stato quello di garantire che la WTS rispetti le norme secolari di salvaguardia dei diritti, questa richiesta viola la libertà religiosa.

Nel marzo di quest'anno la WTS ha perso il suo appello relativo al controllo giurisdizionale. Ma, come spesso sembra accadere nel Diritto Inglese, quando deve essere decisa una questione di grave importanza sociale, la questione si impantana in una discussione tecnica oscura; in questa occasione, la discussione verteva sul fatto se la WTS avesse perseguito il percorso giuridico corretto nel tentativo di contestare la decisione della Charity Commission. La Corte d'Appello ha deciso contro.
Il successivo tentativo della WTS di portare la questione alla Corte Suprema è fallito similmente. La domanda di fondo: che cosa ha priorità, la libertà religiosa o la protezione dei bambini da abusi, dovrà aspettare ancora.

In seguito alla decisione della Corte di Appello, la Charity Commission ha sollecitato che la WTS "si impegni in modo costruttivo" con l'inchiesta. Chiunque interessato al problema della tutela dei minori all'interno della WTS può contattare il Capo Investigatore della Charity Commission;  (jonathan.sanders@charitycommission.gsi.gov.uk). Un certo numero di miei clienti stanno fornendo input per l'indagine. Ma la WTS semplicemente affermato che "sta analizzando la sentenza con attenzione e valutare i passi successivi". Quindi possiamo aspettarci probabilmente altri tentativi di stallo all'inchiesta e resistenza ad un controllo adeguato. Ma almeno questi casi giudiziari hanno avuto un benefico effetto collaterale: sensibilizzano l'opinione pubblica sia del problema degli abusi sui minori nella organizzazione dei Testimoni di Geova, e nell'ambito più ampio del resto delle organizzazioni religiose e delle chiese che cercano una giustificazione religiosa per eludere le norme fondamentali di tutela del bambino.
La Chiesa cattolica in Australia, per esempio, (ma non in Gran Bretagna) ha con successo eluso di essere citata in giudizio per abuso clericale per decenni sulla ridicola premessa che non è una persona giuridica – il che non le ha impedito di operare conti bancari o ricevere lasciti.

In Australia, le udienze della Commissione reale su abusi sessuali su minori hanno esposto in modo devastante la colpevolezza della WTS nel proteggere coloro che abusano; la Commissione Reale Australiana ha stabilito che le loro procedure per la tutela dei minori erano "deplorevolmente insoddisfacenti". Qui in Inghilterra, la Commissione d'Inchiesta Indipendente  sugli Abusi Sessuali su Minori, ( https://www.iicsa.org.uk/) ora presieduta dal professor Alexis Jay, ha bisogno di collegarsi con l'inchiesta della Charity Commission e di intraprendere un'indagine approfondita della cultura e delle pratiche all'interno della WTS.

Se la WTS si immagina di poter sfuggire a un controllo dei loro fallimenti sulla tutela dei minori, sono certo che sarà smentita. I tribunali le hanno certamente dato poca attenzione. Ma nell'esporre quanto è successo, abbiamo bisogno di inchiodare la questione centrale una volta per tutte: la protezione dei bambini è più importante della libertà di espressione religiosa. Le organizzazioni religiose devono obbedire alla legge del paese, come tutti gli altri. Quando si tratta di abusi sui minori, l'eccezionalismo religioso deve fermarsi.

Link all'articolo originale: http://www.secularism.org.uk/blog/2016/08/religious-privilege-undermines-abuse-victims-access-to-justice

29/12/16

Il Sistema Burocratico dell'URSS : Il caso Stanislav Petrov


In questo video è narrata la storia affascinante di un soldato che osò disobbedire giustamente ad un ordine burocratico errato contravvenendo alle regole dettate dal Sistema, usando la facoltà di giudizio e la coscienza questo soldato scongiurò una serie di procedure standard che avrebbe potuto causare una guerra nucleare tra URSS e USA.

 Il Link  blu sottostante è un video di Youtube.
Buona visione

L'uomo che salvò il mondo Stanislav Petrov 




_____________________________

Un pensiero incoraggiante in mezzo alla confusione generata dalle cattive notizie provenienti dal quartier generale di Warwick e Roma Bufalotta


La verità    29/12/16, 17:41

___________
 
Sono sicuro che Geova guida la sua organizzazione anche quando sbaglia.Tramite il suo spirito santo benedice oppure certe decisioni. Costruire a Roseto è stata benedetta da Geova visto che per 30 anni è stato il centro della pura adorazione nel ns territorio. Questa è l'evidenza dei fatti....Se non è volontà di Geova che si venda Roseto, il suo spirito interverrà nel modo che noi non possiamo nemmeno immaginare. .. (forse farà si che non si trovi un compratore o altro) possiamo esserne certi...





__________________________________

Annuario e Congresso di Zona 2017



L'annuario 2017 ancora non è stato pubblicato nel sito ufficiale e per quanto riguarda il Congresso di Zona 2017 ci sono vari RUMORS in rete . 

L'ultima indiscrezione dice che il tema del Congresso sarà: " Don't Give Up "o Non arrendetevi , mentre un altra precedente indicazione verteva sul tema : " La bibbia e il Nome Divino" come potete leggere in questo post Rumors sul Congresso di zona 2017


 Aggiorniamoci nei commenti.

Totali 2016

Totale Congregazioni: 119.485
Numero Di paesi che hanno fatto rapporto : 240
Proclamatori : 8.340.847
Totale presenti Commemorazione: 20.085.142
Numero partecipanti agli emblemi Commemorazione : 18.013
Totale battezzati : 264.535
Pionieri :1.128.697
Studi biblici :10.115.264



__________________________________

18/12/16

Vendita Sala Congressi di Treviso.e Roseto degli Abruzzi - Radio Londra


Fratello di Treviso e anziano del centro italia sulla possibile vendita delle Sale Congressi di Treviso e Roseto degli Abruzzi.




Prossima adunanza con tutti i corpi degli anziani che utilizzano la Sala delle Assemblee di Treviso, sabato 24 dicembre c. a. ore 15,00.
Oggetto:....

Ci saranno Boscaino e Andreotti: gestione presente e futura della Sala Assemblee. Che sia in vista la vendita?





Stessa adunanza anche presso la Sala Assemblee di Roseto, con stesso ordine del giorno. Qui ci saranno dei bricconi, che staranno molto comodi. 









 Armaghedon    20/12/16, 01:57
Anche a Roseto?? Ma che succede...




umile servitore       20/12/16, 08:32

  

Che succede!

Il cd ha deciso di liberarsi della maggiorparte sale ass in italia.
Non immagginate gli inciuci e gli sprechi legati alla gestione degli stessi.
Cosi basta e tutti nei palazzetti e stadi..
Contribuzioni pulite pulite che vanno in tasca alla filiale senza un centesimo di manutenzione.
Tolti i costi di affitto tutto il resto cassa



_______________________________________