Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

30/04/16

In bilico


In bilico. Questo è lo stato di perenne precario equilibrio, che una gran parte dei fratelli e forse ancor più delle sorelle sta vivendo in questi tempi della fine. Le nebbie della follia stanno avvolgendo questo sistema di cose, togliendo la vista della ragione a fratelli che vanno avanti a tastoni. Alcuni senza nebbie ma con il glaucoma, si licenziano dal lavoro secolare per intraprendere il viaggio verso l'eterna giovinezza spirituale. La maggioranza vengono rimandati a casa con calorose pacche nelle spalle e nelle orecchie la stessa frase che si leggeva nei concorsi a premi degli anni 80 "riprova sarai più fortunato". Stiamo vivendo con molta probabilità il periodo più oscuro della società umana ed è davvero comico come questo sistema si stia continuamente facendo beffe di noi, per le continue promesse mancate.

In questo momento stiamo vivendo la più grande operazione di riallineamento industriale che la società abbia mai attuato. Quale è lo scopo? Le multinazionali stanno prendendo il potere del pianeta controllando persone, famiglie, governi e interi continenti. Le loro leggi i loro meccanismi sono tutti uguali hanno tutti la stessa impronta. Le masse, impaurite dal ruggito del leone, cercano recinti dove rinchiudersi. Quali sono le scelte spirituali importanti nella tua vita? Quali fini stai perseguendo? Quali sono gli interessi che stai mettendo al primo posto? Nella scala delle priorità: l'organizzazione, le procedure, la burocrazia, sono un gradino sopra la tua coscienza?

Le congregazioni sembrano ansimare e lo si capisce dal rumore asmatico. Dal podio si percepiscono solo sensazioni negative di disagio, insofferenza, intolleranza. Perché la disassociazione? Perché il rapporto? Perché tutti questi tablet? Perché gli inviti alle assemblee? Lo scambio di orizzonte che i fratelli e le sorelle stanno vedendo sta causando più che semplici perplessità. La cose imparate di un tempo, ora non lo sono più e sono svanite sotto i nostri stessi occhi. La riorganizzazione globale del sistema, sta accelerando creando quella che sembra essere la più grossa bolla speculativa spirituale di tutti i tempi.

Molti fratelli/sorelle in questa corsa senza freni, stanno esaurendo la loro riserva d'olio mentre guardano esterrefatti quell'ultimo lumicino di fede che li tiene ancora lontani dalle incombenti mortali tenebre spirituali. Fratelli cannibali fagocitano la fede dei loro conservi più vicini, con lo stesso integralismo terrorista di questo mondo. "Se non ti converti non potremo più parlarci" intimava l'idiota aspirante terrorista del ISIS Lucia, alla spaventata madre. Orribile? Che cosa dice adesso, una qualsiasi madre in un qualsiasi posto al mondo al suo figlio disassociato? Come si potrà mai sentire emotivamente la madre delle centinaia di migliaia di defezioni annuali, se non in perenne bilico? Potrà difendersi dicendo che le cose che fa sono state imposte da "qualcuno"? Forse meglio dire da "qualcosa"?

Zombi spirituali ti raccontano di come Geova li ha resuscitati dall'inedia per farli diventare dei floridi morti viventi. Come dei Frankenstein, fanno discorsi dall'aldilà spirituale, fuori dal mondo, fuori tema, fuori tempo. Il delirio di certe conclusioni è simile a quei pazzi che sostengono che la terra sia piatta. Severo, vescovo di Gabala (morto nel 408), scrisse:«La Terra è piatta e il Sole non passa al di sotto di essa di notte, ma si sposta attraverso le zone settentrionali come se fosse nascosto da un muro.» Che Severo sia un idiota mi pare assodato ma nessuno di noi gli negherebbe un minimo di giustificazione. Che però al mondo, adesso, esistano persone che usino il loro tempo per fare un sito web e scrivere tonnellate di scemenze come quella di Severo, mi sento in dovere di sostenere che viviamo in un mare di liquame delle idee (link). Che poi ci siano migliaia di persone che seguano idee come questa allora io dico che questa è la pistola fumante, la prova che viviamo un epoca da incubo.

Alcuni CO prodighi di attenzioni e per lo più di buone intenzioni, si sforzano di dimostrare consapevolezza e qualche volta intervengono con l'illusione di ritenersi risolutori e portatori di pace. I metodi però attuati sono discutibili e spesso fanno più danni del problema che vogliono risolvere. Alla fine è un po' come quel chirurgo che sosteneva di aver fatto l'operazione corretta ma che il paziente purtroppo era morto lo stesso. La realtà delle cose è che vengono attuate le stesse procedure sbagliate che hanno portato alla guerra nelle congregazioni. Non è colpa degli anziani! Non è colpa degli anziani! Non è colpa degli anziani! Nel tentativo di riportare una pace effimera nella congregazione questi CO fanno giochini confidando esclusivamente sul concetto di autorità costituita. Triste a dirsi ottengono solo quello che chiamavano l'equilibrio del terrore quando c'era la guerra fredda. Il bene dov'è? Mentre cercate la risposta noi siamo sempre lì... in bilico.

State sani e divertitevi se potete. Se non potete, pregherò per voi perché un sorriso possa scaldarvi, per un piccolo istante della vostra vita, nel gelo di questo cosmo ostile.



27/04/16

Ubbidienza VS Onestà


Ieri camminavo per strada e una coppia i si avvicinano e dicono " quanto consideri importante l'ubbidienza?"
Io li guardo e dico "rispondo se voi rispondete ad una mia domanda....L'ubbidienza è strettamente legata all'onestà?"

Mi guardano e non capiscono e spiego " l'onestà è spesso sacrificata con l'ubbidienza perché tu appari ubbidiente davanti a tutti perché segui le regole, ma nel farlo non sei pienamente onesto con te stesso, perché la mancanza di onestà ...(verrà alla luce)... quando nessuno ti vede. Certo, sarebbe meglio essere sempre ubbidienti e onesti, ma ci viene meglio la prima, perché tutti osservano se seguiamo le regole.....Io, se mi trovo così oggi è perché sono stato più onesto  che non ubbidiente ! "


Andrea


_______________________

24/04/16

La bibbia dice

  • LA BIBBIA DICE: “Non affannarti per accumulare ricchezze” (Proverbi 23:4, CEI).
  • LA BIBBIA DICE: “La vostra maniera di vivere sia libera dall'amore del denaro, accontentandovi delle cose presenti” (Ebrei 13:5).
  • LA BIBBIA DICE: le parole di Gesù: “Anche quando uno ha abbondanza la sua vita non dipende dalle cose che possiede” (Luca 12:15).
  • LA BIBBIA DICE:“Chi ha pochi mezzi è oggetto di odio perfino da parte del suo prossimo, ma molti sono gli amici del ricco” (Proverbi 14:20).
  • LA BIBBIA DICE:"Questi uomini sono mormoratori, lamentatori della loro sorte nella vita, che procedono secondo i propri desideri, e la loro bocca pronuncia cose gonfie, mentre ammirano le personalità per il [loro proprio] beneficio. ( Giuda 1:16 )
  • LA BIBBIA DICE: Guai a quelli che mettono in vigore regolamenti dannosi e a quelli che, scrivendo di continuo, hanno scritto assoluto affanno, 2 per allontanare i miseri dalla causa e per rapire il diritto dagli afflitti del mio popolo, perché le vedove divengano loro spoglie, e per poter predare anche gli orfani di padre!(Isaia 10:1,2)
  • LA BIBBIA DICE:“Badate di tenervi lontani dal desiderio delle ricchezze, perché la vita di un uomo non dipende dai suoi beni, anche se è molto ricco” (LUCA 12:15, Parola del Signore, ed. 2000).
  • LA BIBBIA DICE:“Non dimenticate di fare il bene e di condividere con altri” (EBREI 13:16).




  • LA BIBBIA NON DICE: di accumulare denaro e dislocarlo in proprietà immobiliari per pagare meno tasse
  • LA BIBBIA NON DICE: Che Geova Dio abbia mai avuto difficoltà finanziarie
  • LA BIBBIA NON DICE: di dichiarare quante ore di servizio a Dio hai fatto
  • LA BIBBIA NON DICE: che esiste una carriera teocratica
  • LA BIBBIA NON DICE: che se mancano le contribuzioni questo è un problema
  • LA BIBBIA NON DICE: che i CO debbano avere un auto privata pagata con le contribuzioni dei fratelli
  • LA BIBBIA  NON DICE: che Gesù ha dato incarico ai suoi apostoli di diventare consulenti della fede
  • LA BIBBIA NON DICE: che il regno sarebbe venuto prima di Harmagheddon







22/04/16

Chi sono i Folletti Viaggianti ? Perchè dobbiamo stare attenti a non incontrarli ? Esistono veramente ?



A queste domande ed altre daremo risposta prossimamente su questo Blog.

007 Neemia ( Mission Impossible) è riuscito a svelare il mistero dei Folletti Lungimiranti Viaggianti.

Sotto un immagine di un Folletto Viaggiante Giocoliere.






___________________________________________

18/04/16

I mercanti del tempio

Ai nostri tempi c'era qualche sparutissima dittarella che produceva copertine per le pubblicazioni. Poi col tempo qualcuno di questi "mercanti" ha iniziato a frequentare le assemblee vendendo gadget di vario genere fino d arrivare alle borse per l'adunanza e per il servizio. Mi preme sottolineare che anche se si dichiarano fratelli in questo contesto sono mercanti e vendono per guadagno. Poi che la fratellanza ci faccia sopra i soliti discorsi tipo "meglio loro che quelli del mondo", oppure "sono sempre cose spirituali" etc etc questi sono discorsi da provare. 
Al di fuori di ogni dubbio questi gadget si presentano come oggetti molto trendy e su whatsapp girano molte foto di fratelli e sorelle "accessoriate" di tutto punto.

Questi sono gli ultimi arrivati

http://www.jwstuff.org/
http://www.jwleather.com/

In questo negozio invece sembra variegato e quindi il gestore sembra essere interessato ad un pubblico religiosamente vario...
http://www.cafepress.com/+i-love-jehovah's-witnesses+gifts

Ecco qui si intravede anche qualche modella/o... ma lui tradisce una barbetta fuori dai canoni. 
http://www.zazzle.co.uk/yaweh+gifts

Questo è quello che ad esempio propone  Amazon
http://www.amazon.com/Jehovahs-Witness-Transfusion-Atomic-Market/dp/B00FUBDURY

Questo sito è molto completo
http://www.ministryideaz.com/

Ma anche la falange apostata agguerrita e il mercante del tempio lo sa e non si lascia perdere l'occasione:
http://www.cafepress.co.uk/+anti-jehovah's-witnesses+gifts

Questo sito invece non è inquadrabile fra i mercanti del tempio ma a mio avviso merita uno special guest. Se non esistesse sarebbe anche in questo caso per me difficilmente immaginabile. Questo sito è stato citato da Morris in un broadcasting se non ricordo male. Comunque in questo luogo non comprate nulla ma potete trovare l'anima gemella "spirituale".

http://www.jwmatch.com

...buoni acquisti e auguri per l'anima gemella.


17/04/16

CRONACA DI UN' AMAREZZA

Premessa breve di  Neemia 007 Mission Impossible :

Questo post del Conte Oliver non deve essere considerato come un attacco alle profezie bibliche e alla credenza negli Ultimi Giorni....
Fine

Cronaca di un' amarezza




Charles West Cope - Oliver Cromwell e il suo Segretario
John Milton, ricevono una delegazione in cerca di aiuto
per i Protestanti svizzeri
...Il tenente Giovanni Drogo, per anni attende l'arrivo dei Tartari in una fortezza situata ai margini del deserto, isolata da tutto. Il giovane non riesce a lasciare la fortezza, gli anni passano in un succedersi di atti ripetitivi e monotoni,senza che nulla di eccezionale accada. Tutta la vita del tenente viene spesa nell'attesa(vana) che succeda qualcosa che non accade mai... La vicenda del tenente Drogo, tratta dal romanzo di Dino Buzzati "Il Deserto dei Tartari", rieccheggia quella dei Testimoni di Geova...Siamo da anni in attesa che accada qualcosa, ma non succede mai niente...Siamo sicuri che certe interpretazioni siano corrette? Diciamo subito che nessuno dubita sul fatto che debba venire il Grande e Tremendo Giorno di Geova. Chiarito questo, crediamo che tante inutili attese siano state figlie di calcoli ed interpretazioni sbagliate. A quale scopo?




Noi Consapevoli, impegnati come sempre nella doverosa battaglia per la Verità, al di là delle sempre più dilaganti argomentazioni di comodo dell'Organizzazione e magari strumentalizzate, in quella deprecabile dimensione di interpretazione o presentazione dei fatti solo per perseguire obiettivi singolari, vorremo ribadire il concetto che crediamo solo a quello che insegna DAVVERO la Bibbia, lasciando ai fatti la forza del loro dire e non a giudizi interessati,senza manipolazioni di comodo di nessun genere.(né psicologiche, né emotive). La cosa più avvilente è che alcuni uomini al potere possano impartire delle direttive che inducano la gente comune a fare scelte tragiche ed assurde senza che nessuno trovi da dire qualcosa... Senza dilungarci molto su questo argomento, basterebbe citare tutta la sequenza di date sbagliate citate "dall'unico canale che Dio utilizza" come gruppo al quale è stato affidato questo ruolo .



Il numero della Torre di Guardia del 15.09.1972 pag.549, conteneva un articolo intitolato:" Conosceranno che un Profeta è stato in Mezzo a Loro". Esso sollevava la questione se, nei tempi moderni, Geova avesse avuto un profeta per aiutare la gente, "per avvertirla dei pericoli e per dichiarare cose avvenire". La risposta data era affermativa.



Ora al di la delle previsioni sbagliate, non è tanto grave la figura che l'Organizzazione ha fatto nei confronti dell'opinione pubblica, quanto il fatto che essa induca altri a condividere le sue opinioni e li critichi se non lo fanno, perfino metta in dubbio la loro fede o i loro sentimenti se essi non vedono la questione dal suo stesso punto di vista. E' ancora più grave che ad agire così sia una Organizzazione che si presenta come il portavoce prescelto da Dio per tutta l'umanità, e che lo faccia non da giorni o mesi, ma da decenni,ripetutamente,su scala mondiale, incoraggiando i suoi adepti a riporre incondizionata fiducia in quelle predizioni e guai a non farlo... Provate in Sala a mettere in dubbio la data del 1914, provate,con qualche bacchettone di turno. Vedrete come la vostra "lealtà" a Dio e all'Organizzazione subirà un netto ridimensionamento.

Sono sempre più convinto che la "lealtà" ad un Organizzazione può condurre la gente ad incredibili conclusioni, la induce ad accettare con la ragione le più grossolane sciocchezze, le esime dall'essere particolarmente preoccupata di qualsiasi sofferenza possano provocare certe direttive, nonché danni materiali,morali ed emotivi. Questo dimostra, a mio modesto parere, la ragione per cui Dio non si è MAI proposto che degli uomini esercitassero un'autorità così eccessiva sul proprio prossimo. Indebolire la fede nel significato della fondamentale data del 1914,significherebbe indebolire l'intera sovrastruttura dottrinale (Nel 1914 inizia la presenza di Cristo, invisibile agli occhi umani; Nel 1914 Cristo ha iniziato a governare nel mondo, giacché il suo Regno assurse potere in cielo; il 1914 segna l'inizio degli ultimi giorni...etc.) che si basa su di essa... Significherebbe anche intaccare la pretesa di una certa autorità da parte di coloro che agiscono come portavoce ufficiali della classe dello Schiavo Fedele e Discreto. Modificare quella data,alla quale si attribuisce tutto quel significato, farebbe crollare l'intera dottrina strutturale fondata su di essa...Ecco allora spiegato che,per far quadrare i conti, ogni tanto, si modifica l'interpretazione della generazione del 1914, ma di più non si può fare. Fate ricerche su cosa dicono gli storici sulla data del 607...,scelta dalla Società come data ufficiale per la distruzione di Gerusalemme, Cercate...e non troverete NESSUNO storico che confermi il 607... e senza il 607 il 1914 sarebbe messo in discussione... Cercate su Internet un nostro fratello (poi disassociato, guarda caso) Carl Olof Jonsson che ricerca scientifica fece,anni fa, sul 607... La risposta della Società? "Tienti per te i tuoi studi e non divulgarli in giro..." Noi abbiamo detto che preferiamo ascoltare la Bibbia.

Cosa dice,allora la Parola di Dio?: "In quanto a quell'ora e a quel giorno NESSUNO sa, né gli angeli, né il Figlio,ma solo il Padre". "Siate vigilanti,dunque, perché NON SAPETE, in quale giorno verrà il vostro Signore" "Perciò anche voi siate pronti, perché in un'ora CHE NON PENSATE, viene il Figlio dell'Uomo. "State in guardia,siate svegli, poiché NON SAPETE quando è il tempo fissato"" NON APPARTIENE A VOI d'acquistar conoscenza dei tempi e delle stagioni che il Padre ha posti nella propria autorità". Come può "il canale scelto da Dio" poter dire di aver osservato queste Scritture,quando tutta la sua storia è fondata su tutta una serie di date sballate scelte per far intendere che la fine era ormai prossima? Mi riferisco prima al 1914, indi al 1918, poi al 1925 ed ultimo il 1975 di cui si potrebbe scrivere per giorni.

Cito solo la Torre di Guardia(inglese) del 01.05.1968 a pag. 272 ove si legge:" L'immediato futuro sarà pieno di certo, di AVVENIMENTI DECISIVI, perché questo vecchio sistema è vicino alla sua completa fine. ENTRO POCHI ANNI AL MASSIMO, la parte finale della profezia biblica relativa a questi ultimi giorni sarà adempiuta e comporterà la liberazione dell'umanità sopravvissuta nel glorioso millenario Regno di Cristo". Non è tutto il contrario di ciò che hanno detto le Scritture sopra citate?.

In un Ministero del Regno del giugno 1974 si leggeva: " Si odono notizie di fratelli che vendono la casa e i beni e dispongono di trascorrere il resto dei loro giorni in questo vecchio sistema facendo i pionieri..." Alcuni liquidarono i propri affari,altri lasciarono il lavoro,vendettero case e fattorie; altri, malati, rinviarono le operazioni  chirurgiche nella speranza che l'inizio del millennio avrebbe risolto i loro problemi... Non si è contribuito a creare seri danni a tanti fratelli? Ma soprattutto non si applicano all'Organizzazione stessa le parole di Deuteronomio 18:22:"...E quando il profeta parla nel nome di Geova e la  parola non avviene o non si avvera,quella è la parola  che Geova NON HA PRONUNCIATO. Il profeta la pronunciò con presunzione. Non ti devi spaventare di lui"

Noi,Consapevoli, non ce la sentiamo di essere fra gli starnazzanti alfieri delle tesi più singolari. Sarà il tempo,in quella grande Nemesi che è la Vita, a dire se siamo noi apostati, sovvertitori della fede o qualcun altro... E' tempo, soprattutto, di non confondere la Verità della Bibbia con il folklore tout-court, che può trovare una trappola formidabile ed ineliminabile,in certe idee che possono anche essere fascinose ed ammalianti, ma che restano pur sempre pericolose perchè frutto di semplici illusioni.

Lo ripetiamo, noi Consapevoli, abbiamo solo uno scopo, quello di presentare senza veli, la realtà e i risvolti di certe situazioni che rischiano di portare all'annullamento dell'uomo nel suo rapporto con Dio, se non troveremo la forza di poter rispondere nel modo in cui è necessario e meritano quei signori i quali cambiano, da sempre, le carte in tavola, confondendo la necessità di certe decisioni con la strisciante opportunità che esse offrono di arrivare a certi obiettivi ai quali a noi non è dato sapere o conoscere.

Noi diamo fastidio a troppi moralisti da strapazzo, che sono poi dei vigliacchi quotidiani in qualsiasi manifestazione di professionalità e vita sociale,ma amiamo DAVVERO Geova, il Suo Figlio e la parta sana dei fratelli che si sono sburocratizzati. I falsi profeti di qualunque stampo, debbono convincersi che i Consapevoli non saranno ricacciati indietro nell'Oscurantismo, (persino nel suo significato letterale) solo perché loro non hanno avuto la capacità di vedere al di là dei propri nasi, più o meno lunghi. E' comodo e facile,dopo,risolvere i problemi ANNULLANDOLI. E questo vale per tutto e per tutti: Pedofilia, burocrazia, loschi giri finanziari,false predizioni, Pilati in giacca e cravatta (anziani, sorveglianti, pionieri speciali) che imperversano dentro alle congregazioni,date sballate e assolutamente prive di fondamento biblico.

Bisogna darsi delle concrete alternative, e se non si ha la capacità di indicarle, si abbia almeno il coraggio, più che il pudore,di lasciare il posto che NON SI MERITA DI OCCUPARE, risparmiando  ai fratelli tutti, gli ulteriori guasti della congiura di quei mediocri,che hanno trovato, nella coalizione ad ogni livello, l'arma per far fuori i pochi capaci, che avrebbero, nell'interesse di tutti, il diritto di eccellere, persino nel rispetto, di certe utopie d'uguaglianza, che per loro sono valori ormai estinti.


Il Conte Oliver

13/04/16

Perchè l'organizzazione deve fare più attenzione nel pigiare il bottone dell'emotività ?



Sono passati ormai diversi giorni da quando facemmo lo studio torre di guardia dove parlammo dei tre fratelli eritrei imprigionati da un quarto di secolo e non posso far a meno di cercar con tutta la fantasia e l'immaginazione possibile di immedesimarmi nelle loro situazioni e provare a capire quello che passa nelle loro teste e mi domando:"saranno tristi o felici, sereni o angosciati, fiduciosi o sfiduciati, rassegnati o speranzosi, abbandonati o supportati...e tante altre cose ancora".

Ma poi la mia pragmatica mente balza per qualche oscuro motivo a pensare a tutte le opere edilizie che con tanto vanto e orgoglio pubblicizziamo sui nostri media, localizzate nelle più importanti capitali mondiali che quasi sempre sono anche mercati finanziari strategici (vedi annuario 2016 pag 158-159 Jakarta) e non posso fare a meno di chiedermi: " Considerando i miliardi di $ che la WT maneggia non si potrebbe valutare la possibilità di pagare una cauzione e tirar fuori dal carcere i nostri tre confratelli? Quali crimini contro l'umanità avranno mai commesso? Al processo di Norimberga qualche gerarca nazista fu trattato meglio! Possibile che non esista qualche corte internazionale disposta ad accogliere questa richiesta da presentare tra l'altro a un paese dell'ottavo mondo?!".

C'è qualcosa che stona in tutto questo ragionamento qualcosa che non torna che rimane nel vento. Ho la strana sensazione che qualcuno goda nel pigiare il tasto dell'emotività con storie cariche di drammaticità, video a volte strappalacrime e broadcasting d'effetto, tutto in none di uno spettacolo che deve continuare a tutti i costi perché ormai ci sono dentro fino al collo . Io con tutti voi pregherò per loro ma credo che Geova voglia vedere anche azioni pratiche e concrete da benedire...perché nel nuovo regno ci farà entrare esseri umani non immobili.

Vi ringrazio se siete arrivati a leggere fin qui e spero di non avervi annoiato ma sentivo il bisogno di esternare queste sensazioni e riflessioni insieme a voi consapevoli. Ora me ne torno a bordo del mio fidato Macchi Veltro e salirò in alto perché da lassù è tutto più bello.

Vostro Magg. Visconti




____________________________________

06/04/16

Alla ricerca delle tasse perdute


In questo articolo di una rivista d'affari Newyorchese, analizza il patrimonio immobiliare della società. Nel particolare evidenzia l'entità delle tasse che non sono state versate, visto il riconoscimento che il governo americano a dato alla società essendo una organizzazione no profit. L'ammontare "presunto" di queste tasse detratte dalla dichiarazione dei redditi è di quasi 400 milioni di dollari l'anno.
Poi se qualcuno mi spiega cosa significa, no profit.

http://www.crainsnewyork.com/article/20160204/REAL_ESTATE/160209923/jehovahs-witnesses-brooklyn-tax-exemptions-totaled-368-million

Qui sotto l'analisi delle proprietà

04/04/16

Serie - Riflessioni dal Deserto di En-Ghedi




Dove sta andando la Congregazione Cristiana?

Da gennaio abbiamo iniziato la nuova disposizione per l’adunanza infrasettimanale: “Vita Cristiana e Ministero”. E’ vero che la grafica è più simpatica e accattivante; nel corso delle settimane ci sono dei video più o meno incoraggianti, e sotto certi aspetti si da più risalto alla Bibbia, questo nuovo programma, vedendo il bicchiere mezzo pieno, lo possiamo definire incoraggiante e migliorato; ma quello che lascia esterrefatti è lo spirito mostrato dai “Cavalieri della Fede” che si susseguono sul podio. Trasformano l’adunanza che dovrebbe servire per incoraggiare (Ebrei 10:24,25) in un teatrino da avanspettacolo. Cercano di fare colpo in maggior misura di chi lo ha preceduto sul podio, trasformando l’adunanza in una competizione tra podisti con ricerca di parolone e colpi ad effetto ( oltre all'abbigliamento attillato ultima moda, sembrano dei Gianburrasca).
Ne va da sé che la qualità delle adunanze mancano di calore e incoraggiamento, non c’è cuore con perdita di credibilità e fiducia in questi pseudo-pastori. Risultato? I fratelli e sorelle escono dalle adunanze rattristati e scoraggiati anziché ricaricati e incoraggiati. I loro occhi parlano per loro. Cari fratelli Consapevoli, con queste riflessioni non voglio essere di spirito negativo, ma io amo l’intera Ekklesia come tutti voi, mi sta a cuore la sua spiritualità, sono da 50 anni nella Verità, ho prestato servizio in molti incarichi svolti con il cuore e riesco a capire lo spirito di abbattimento delle congregazioni della mia zona e delle congregazioni da me visitate e sono anche a conoscenza dell’operato dei vaccari o pseudo pastori. Domanda:
- Se le pecore soffrono, sono scoraggiate cosa fa il buon pastore? ( Matt. 18:10). Fa finta di niente, tutta va bene? Lascia le pecore nella loro tristezza?
- Continua ad usare il podio per recitare e in molti casi per colpire le coscienze delle pecore diventando i padroni della fede facendole sentire in colpa e turbate?
- Gesù il Pastore eccellente non fece così( Matt.11:28-30). Cari fratelli ho fatto soltanto alcuni cenni sull’insegnamento dal podio e sullo spirito esistente. Ma che dire di regole e regolette imposte dai Cavalieri della Fede?
Esempio: ESPOSITORI MOBILI E FISSI per la letteratura: solo pionieri regolari e qualche proclamatore scelto. E’ stato chiesto il motivo di questa scelta i cavalieri hanno risposto: “Ci possono stare solo coloro che sono in grado di rispondere ad obiezioni.” I Proclamatori si sono chiesti: “Ma andando di casa in casa, per strada e territorio commerciale non ci vengono fatte obiezioni?”
Fratelli e sorelle che non rientrano in un certo numero di ore non sono idonei per gli espositori. Domanda: Ma questo modo di fare non scoraggia e non lede la dignità dei fratelli e non separa i fratelli in classi?
Esempio: ADUNANZE PER IL SERVIZIO DI CAMPO: propinate quasi esclusivamente con il tablet. Quanti fratelli e sorelle non hanno il tablet? Oltre alla mancanza di calore la tecnica è fine a se stessa, manca di cuore; ma chiediamoci: ”Coloro che non hanno il tablet come si sentono?” Non sarebbe il caso di mostrare un po’ di equilibrio e ragionevolezza? (Filip.4:5)
Esempio: COMMENTI ALLE ADUNANZE:
I  commenti vengono ingessati e incanalati sulla falsariga voluta dai “cavalieri” “podisti” con risposte pilotate e molte volte sembrano bisogni locali per colpire Risultato: Scarsità di commenti, scoraggiamento, timore di commentare. I fratelli e sorelle invece di manifestare uno spirito gioioso e allegro, sono intimoriti. Questo è lo spirito che vige nelle congregazioni da me visitate e nelle congregazioni della mia città.
COLLEGAMENTO TELEFONICO
Per ascoltare le adunanze da casa concesso a chi sì e a chi no. Chi può stabilirlo? Dove è andato a finire il Cristianesimo lasciatoci da Gesù con la Sua semplicità, umiltà e misericordia?
Domanda di riflessione?
Con questo spirito come possiamo affrontare le difficili prove che ci attendono? Su quale binario la tecnocrazia bullista ha indirizzato l’Ekklesia?
Il reuccio cantava: “Binario triste e solitario”
I fratelli hanno bisogno di riacquistare la gioia e la serenità che deriva dal servire Iah e il Suo Re Intronizzato. La maggior parte dei vaccari non incoraggia i fratelli. Come possiamo incoraggiare i fratelli e sorelle? Ognuno di noi, indipendentemente dai privilegi che abbiamo, possiamo aiutare l’Ekklesia mostrandoci come descritto in Isaia 32:2. I tempi sono difficili e di problemi ce ne sono tanti, Satana sta colpendo le congregazioni, noi Consapevoli e onesti abbiamo la consapevolezza di aiutare i nostri fratelli imitando Iah e Gesù levandoli dalle bocche dei lupi travestiti da pastori. Abbiamo un grosso lavoro da compiere per aiutare e incoraggiare l’Ekklesia onesta. Buon lavoro.
Ad En-Ghedi sta piovendo, fa freddo, mi ritiro nella mia grotta a meditare su un altro post per degli input sulle Riforme
Un caloroso abbraccio fraterno dal vostro fratello
Nabot


________________________

 

02/04/16

l'Fornareto

Cari fratelli

Abbiamo redatto una nuova raccolta aggiornata di post presi dal proclamatore consapevole. Il titolo dell'ebook è "Voci dal deserto di Hen Ghedi". (link)
Il libro è una raccolta di post scritti dai partecipanti del blog. Abbiamo detto in più occasioni che queste pubblicazioni prendendo spunto dai post, sono un pretesto per favorire una sana critica argomento di discussione interna. I commenti sono la vera anima del blog e siamo davvero felici vedendo la vostra partecipazione sentita. Detto questo però confidiamo nella maturità consapevole di chi ci legge. Gli argomenti che trattate specialmente nei commenti ci auspichiamo non debbano mai compromettere le normali attività della congregazione. Lo scopo del blog non è quello di promuovere nuove dottrine o di svelare revisioni scritturali più o meno legittime. Tutti noi amministratori o meno abbiamo "intendimenti" personali, ma ci siamo dati un limite perchè sono al di fuori degli scopi del blog. In questo luogo, con molta più modestia, cerchiamo il modo per arrivare al nostro domani spirituale, non a verità cosmiche. 
Premesso che non saremo certo noi quelli che non prendono in considerazione i nuovi "intendimenti" ma fatemi dire due considerazioni di merito. Prima di tutto mi riesce difficile pensare che fisicamente lo SFD scriva direttamente i nuovi intendimenti. Mi sembra chiaro che ci sia qualche ben pensante ghost writer che venga sfruttato, per progettare le novità che abbiamo sotto gli occhi. Ma i nuovi intendimenti non devono essere peggio dei vecchi e la luce a suo tempo, non deve diventare ombra. Con questo approccio ribadiamo, troppi "minimi" stanno pagando un prezzo troppo alto per sopravvivere in questi tempi della fine.

Parlando dei minimi mi viene in mente un opera teatrale, non molto famosa alle giovani generazioni, chiamata "Il Fornaretto". La storia di questo dramma, narra che nel 1507 un giovane fornaio veneziano fu accusato dell'omicidio di un nobile. Per farla breve, il povero indiziato, sotto tortura, confessò il delitto e per questo fu giustiziato alla pena capitale.  Purtroppo, durante l'esecuzione del fornaio, il vero omicida confessò tardivamente, la sorte dell'infelice fornaretto era ormai segnata. Quale grande errore i giudici avevano commesso.
Da quel giorno il segretario del "consiglio dei dieci", il massimo ordine giursdizionale penale di Venezia, ammonì i consiglieri prima di una qualsiasi sentenza, con la formula "Recordève del poaro fornareto".
Ecco che nella Venezia dei Dogi il Fornaretto era diventato come una della massime cariche giurisdizionali. 
Noi in un certo senso vogliamo fare allo stesso modo. Vogliamo ricordare tutti i minimi della congregazione. Troppi fornaretti sono stati vittime di errori ma non per questo non ci devono essere giudizi e sentenze. Non è pura follia cambiare i giudici mantenendo regole sbagliate ? Per questo desideriamo, attraverso questo blog che nessuno dei nostri gemiti inespressi possa essere dimenticato. Che Geova ci sostenga e sia predicato sempre il suo regno e la sua giustizia.

con affetto fraterno 
Nathan


La copia cartacea la potete ottenere presso questo servizio di pubblicazione on line.