Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

30/05/16

Le teorie e i concetti classici di Organizzazione - Weber





Per capire in che sorta di gabbia ci siamo infilati come ekklesia libera , leggetevi questo slide sulle teorie classiche e i concetti di Organizzazione e Burocrazia , poi ci sentiamo al piano di sotto nei commenti

http://www.slideshare.net/antongiuliobua/il-concetto-di-organizzazione-e-le-teorie-classicheweber




___________________________________

25/05/16

Discussione sul diluvio





  1. aquilabianca    24 maggio, 2016 21:26

    Una cosa interessante è stata all'inizio della trattazione, quando ha esordito con il ritrovamento di un'albero che vive ad alta quota di circa 4800 anni,ha tentennato un pochettino. Ho usato il mio piccolo cervello riflettendo sul diluvio avvenuto circa 4600 anni fa,dunque l'albero di circa 200 anni è sopravvissuto al diluvio.....
    Mah mi sa che non conviene pensare troppo.....



  2. al polo sud la calotta antartica ha strati in cui si possono contare 800.000 inverni, se è per questo....






  3. Gatto di Schroedinger     25 maggio, 2016 00:43
  4. ci sono genet (colonie clonate, tipo boschi di polloni o rizomi che hanno decine di migliaia di anni, vedi https://en.wikipedia.org/wiki/Methuselah_(tree)
  5. Inoltre un esemplare simile con 4844 (chiamato prometheus) anni fu tagliato nelle vicinanze nel 1964, se non lo fosse stato ora ne avrebbe quasi 5000. Ricordo trovai quella pagina wikipedia poco dopo la sua pubblicazione nel 2006 circa (è costantemente aggiornata) all'inizio del mio ricercare un modello "sostenibile" del diluvio sulla base delle evidenze scientifiche; non teorie, ma solo le evidenze!. Dopo 10 anni sono ancora ben distante dall'avere una "teoria del tutto" che ne spieghi la dinamica.
    La cosa però mi è servita: ho imparato meglio come si muove Geova nel creare, che tutto ha una logica e una sua economia, che l'ordine dell'infinitamente grande è assicurato dal caos dell'infinitamente piccolo attraverso il quale tutto si rinnova e che l'intero suo proposito è un sistema di equazioni in evoluzione, sia applicato all'universo fisico che alle dinamiche umane; è il motivo per cui il suo "carro celeste" si adegua ai cambiamenti del sistema "creazione umana" a cui ha concesso di essere "variabile impazzita" in virtù del libero arbitrio individuale.
    Quando sento dire in risposta a teorie improbabili "Geova può tutto può aver agito in modo da fare e rifare tutto" solitamente rispondo "può darsi, ma non è mai stato il suo stile, quando crea qualcosa lo crea in modo perfetto da non dover poi spendere altra energia in manutenzioni"
    Tornando al discorso iniziale, se dopo meno di un anno Noè si trovò fra le mani un ramoscello, vuol dire che la vegetazione da qualche parte era sopravvissuta al diluvio. Altrimenti per asciugare il suolo, germinare, crescere, ed essere sufficientemente grande da poterci strappare rametti sarebbero passati 10-15 anni almeno. Geova ha accelerato tutto miracolosamente? può essere, ma a non mi pare il suo stile..



    1. Jōmon Sugi. È il più anziano e largo albero di criptnomeria a Yakushima, Giappone, e uno dei motivi per cui l’isola è patrimonio dell’Unesco. Di anni ne ha almeno duemila, ma secondo alcuni esperti potrebbe averne più di 5 mila. Il che lo renderebbe ancora più vecchio di Matusalemme 



    2. Matusalemme. Ha 4.846 anni, e tra i pini di Bristlecone è il più vecchio di tutti. Abita in California, nella Foresta nazionale di Inyo.




    3. Nel diluvio non furono spazzati via gli alberi il racconto dice che la prima forma di vita ritrovata fu un ramoscello di ulivo...











      1. Certo,ma questo albero : Matusalemme vive prevalentemente ad alta quota a circa 3000 metri,quindi secondo ciò che leggiamo nella nostra letteratura prima del diluvio non vi erano alture della stazza di 3000 metri,per tanto portare questi esempi e dire contemporaneamente che abbiamo un cervello che dobbiamo usare mi sembri un pò esagerato continuare a dare spiegazioni date alla rinfusa !




      2. Gianni    25 maggio, 2016 08:47
        Certamente, dopo 9 mesi a centinaia di metri sott'acqua (a proposito, dolce o salata?) senza luce.... perfino l'erba, quando il suolo diventò asciutto, era intonsa... altrimenti gli animali, usciti dall'arca, che mangiavano?




      3. Aquila bianca e Gianni, se leggete bene e studiate, nel racconto del diluvio, è indicato che proprio la massa d'acqua esplosa dalle cateratte dei cieli, ma anche dal suolo, crearono le montagne, vette ancora più alte di oggi che causa erosione si sono addolcite. Se fosse vero che resti dell'arca sono stati ritrovati sull'everest, questo non fa altro che confermare il racconto. La distesa rimase per 9 mesi, ma la trasformazione della crosta terrestre fu repentina. Inoltre gli alberi resinosi e gli ulivi, sono molto resistenti e possono rigermogliare anche dopo un devastante incendio, grazie a radici profonde. Non a caso l'arca fu costruita con legno resinoso. Come vedete scavare significa non rimanere in superficie ottusi e increduli. 






        ______________________________________________

23/05/16

Una bolla temporale necessaria per l'organizzazione ?

Enoc  21 maggio, 2016 02:44

Buona sera a tutti, è un po che non scrivo. Dopo avermi spostato in un nuovo gruppo di servizio come assistente (anche se sono solo PR in una cong.di 10 AN e 7 SM), riesco ad avere chiare alcune cose a cui penso da anni. Leggo molti commenti che parlano di peccati nascosti che impedirebbero la crescita. Credo invece, che il rallentamento sia causato da altri fattori.

Perché l'organizzazione rallenta ?

Primariamente da una classe di pastori tecnicisti e senza amore. Questo causa una defezione naturale di fratelli e sorelle ai margini, che vengono inghiottiti dalle maglie di questo mondo, che dà loro ciò che non trovano più in congregazione: affetto, amicizie, meno pressione psicologica in relazione ai risultati, al progresso. La nuova generazione di figli di tdg ha la consapevolezza che rimanere nella verità è difficile, comporta non sbagliare, essere in continua attività.
La soglia di età dei battezzati si sta elevando. Il CD sta correndo dietro alle nuovissime generazioni, i bambini, perché i nati negli anni 80-90,sono stati oggetto di un'onda divergente, e oggi si attesta la crisi dei nominati, quelli veri, che tengono unite le file, che amano il prossimo e non le circolari. Tornare indietro nel tempo è impossibile, e quindi siamo in una fase di profondo cambiamento, un cambiamento obbligato per una trasformazione radicale. Forse molti di noi non riusciranno a vedere e vivere la nuova JW.


Una bolla che prima o poi scoppierà

Questa bolla temporale è necessaria, e sarà una fase di rallentamento obbligato, necessario per un nuovo riavvio, codificando una nuova generazione di anziani, e attività legate alle nuove tecnologie. I giornali cartacei stanno fallendo, si stanno estinguendo, e lo saranno presto le pubblicazioni, non per mancanza di fondi, ma per una naturale evoluzione della comunicazione. Siamo stati creati da un Dio che usa una forma molto più elevata dei bit e dei byte o di algoritmi quantistici, non dovrebbe sorprenderci se anche la sua imperfetta organizzazione, si elevi a livello comunicativo, non rimanendo alla carta di Gutenberg.

Noi individualmente siamo l'organizzazione, e abbiamo la responsabilità personale, di aiutare tutti a rimanere uniti, senza la necessità di capi, di uomini, che domani potrebbero sparire. I nostri punti fermi sono Geova e Gesù. Loro non cambiano. I principi sono immutabili. Purtroppo fra le nostre file, oggi siamo testimoni della profezia di 2 Timoteo 3:1-5. Paolo parlava agli ebrei unti, riferendosi a questi tempi: "senza affezione naturale, amanti di se stessi, gonfi d'orgoglio...aventi una forma di santa devozione..." Quindi una sorta di apparenza, finzione, un essere qui tra un gruppo per abitudine, perché dentro ad un meccanismo, non per fede, per giusti motivi. Servizio simbolico, commenti stereotipati, andamento emotivo e spirituale altalenante. Nominati che diventano accondiscendenti, accomodanti, perché è un momento di crisi.

L'aspetto emotivo

Bisogna guardare l'aspetto emotivo. Non ci sono più molti motivatori, esempi del gregge, trascinatori, uomini di fede, che amano Geova. Le adunanze sono pilotate, con un sistema blindato di indottrinamento guidato anche per gli oratori. Fra poco credo che anche per i discorsi pubblici, unica licenza ad esprimersi, ci saranno cambiamenti, fermo restando il controllore che da i consigli alla fine. CO sempre più ufficiali amministrativi, amorfi, inespressivi, pilotati, controllati, unici stipendiati dopo la ristrutturazione aziendale epocale, saranno presto sostituiti e rettificati.

Siamo rimasti noi? Siamo molti, più di quanti pensate e presto emergeremo oppure, saremo fagocitati nel tempo, dalla NUOVA JW. Vi abbraccio fraternamente! :-)
_______________________________________

17/05/16

LA DEMAGOGIA DELL'OSCURANTISMO







Chi non è più tanto giovane,ricorderà sicuramente un film di Alberrto Sordi e Monica Vitti, "Polvere di Stelle". Il buon Albertone, certamente, non pensava di star preparando un acquerello che avrebbe riprodotto la storia della nostra Organizzazione, coinvolta in un modo di vivere superiore alle proprie possibilità. Il guitto Mimmo Adami che porta la sua scalcinata compagnia in giro sotto le bombe nell'Abruzzo del '43, pur ecologicamante e gastronomicamente sempre sufficiente, per poi approdare nella liberata Bari dove si lascia travolgere nella rutilante fantasmagoria di luci e di successo del teatro Petruzzelli, non vi ricorda nulla?

E' una simbologia che raggiunge i toni del realismo parallelo più incredibile quando poi, svanite le illusioni e le facilitazioni degli americani, che avevano dato una mano nel momento in cui non avevano altri valori sottomano, Mimmo e la sua partner Dea, si ritrovano a Roma a riproporre i temi di un'ubriacatura di gloria effimera, tornando a cullarsi negli abituali ricordi di una grandiosità fasulla.

Come Mimmo_Alberto e Dea_Monica, noi tutti oggi ci svegliamo di fronte ad una realtà che ci eravamo illusi di aver abbandonato, lasciandoci portare dal trionfalismo facile degli anni 70-80-90, diabolica trinità, senza dargli la concretezza che pur si poteva, sfruttando i momenti buoni, solo se fossero state dimensionate le ambizioni e le mediocrità di questi anni. Passata la sbornia da fine del mondo  imminente,cosa rimane? Solo la faciloneria che permette il solo mestiere che oggi si può garantire senza tesi di laurea o specifiche qualificazioni professionali: quello dell'uomo qualunquista, ma quel che è peggio, con possibiltà illimitate decisionali su tutto e a dispetto di tutti, che poi ti fanno trovare di fronte ai guasti che adesso lamentiamo: pedofilia, dissesti finanziari, leccobardi in servizio permanente dentro alle congregazioni,fratelli depressi da psicofarmaci dipendenti-continuo, burosauri di vecchia lega sempre pronti all'autocelebrazione di massa.

E' la conferma di come sia superficiale quel livellamento di principio di certe abitudini, che si sono imposte come un "diktat" con la leva della ben nota ottusità del burocratismo o delle fole moralistiche da quattro soldi. Se il cambiamento non c'è mai stato e forse mai ci sarà, significa che tutte le storie vantate finora su questi temi, sono appunto fole da imbonitori da mercato. Gli obiettivi erano ben altri, sconosciuti ai più.

Che fine fanno tutti i soldi delle nostre contribuzioni?

Che senso ha continuare a mantenere l'odiata casta dei papaveri eccellenti, forieri solo di rancori e strafottenze più o meno gratuite? Immanenti feticci di tante congregazioni e maestri solo nella predicazione dell'invidia? Sono personaggi sempre più prolificanti(e non sempre di riconoscibile qualificazione e capacità) che all'ombra (si fa per dire) di tante congregazioni si creano piccole posizioni di potere. Posizioni che gli permettono di soddisfare anche certi orgogliuzzi di comando, che non avrebbero modo di eprimere altrimenti e altrove. Con quel pizzico di potere che si ritrovano, tutto pensano  tranne che al loro oneroso compito, ma piuttosto a complicare quello altrui. Come possano costoro avvicinarsi a Dio in preghiera la sera e dire: "Mostraci misericordia come noi l'abbiamo mostrata ad altri" è cosa difficile da capire...Ma quello che avvilisce ancora di più è il terribile senso di obbedienza alle loro decisioni o disposizioni manifestato dalla maggioranza.

I pensieri del cristiano dovrebbero essere condotti in cattività a Cristo, e non agli uomini o ad un'organizzazione. Perché allora questa tendenza a sottoporre la coscienza individuale ad un controllo così totale? E' il concetto di organizzazione che provoca tutto ciò. Esso genera la convinzione che, in tutto e per tutto,qualsiasi cosa dica l'organizzazione e,ovviamente i suoi illustri rappresentanti,è come se Dio stesso stesse parlando. Avvilente fu quello che sentii con le mie orecchie da uno di questi invertebrati: prese una pubblicazione della Società che aveva la copertina verde e disse: "Se la Società mi dicesse che questo libro è nero invece che verde io direi: guarda un po' avrei giurato che fosse verde, ma se la Società dice che è nero, allora vuol dire che è nero e basta!!" In realtà molti miei amici riflessivi, sono disgustati da queste manifestazioni di fede cieca. Tuttavia la maggior parte di essi è ancora disposta a conformarsi a ciò che dice l'organizzazione. E' questa forma di "lealtà" che conduce la gente ad incredibili conclusioni, la induce ad accettare con la ragione le più grossolane crudeltà(trattamento dei disassociati docet).

Ovviamente l'effetto desensibilzzante che questa "lealtà"può provocare,è ben documentato,essendo stato ripetutamente dimostrato,attraverso i secoli,sia nella storia religiosa che in quella politica,come nei casi limite dell'Inquisizione e del regime nazista.  Quanti anziani o sorveglianti presentano le stesse modalità di tanti comandanti della Wermacht? Tuttavia esso può produrre più ripugnanza quando si manifesta nei nostri paraggi, in un ambito che mai ce lo saremmo aspettato. Queso dimostra, con evidenza, la ragione per cui Dio non si è mai proposto che gli uomini esercitassero un'autorità così eccessiva sul proprio prossimo.

Che fare allora?

Depotenziare i sorveglianti viaggianti riproposti con stantia petulanza ogni tre anni. Le visite alle congregazioni potrebbero essere fatte da due anziani scelti nella Circoscrizione  stessa e fatti ruotare ogni tot periodo di tempo a turno. Via le auto blu e relativi oboli da mantenimento permanente da parte dei fratelli. I discorsi della domenica,fantasiosi eloqui da festival paesano, allargati non più solo agli anziani, ma anche ai proclamatori più dotati,ai pionieri e ai servitori di ministero; Via i rapportini, i numeri e le cifre...ognuno in preghiera dice a Geova quello che ha fatto e come lo ha fatto.

Anziani eletti ogni due anni direttamente in Sala per alzata di mano da tutta la Congregazione, dopo una settimana passata a meditare in famiglia. Riduzione del valore delle cariche a sfavore di un certo tipo di descalation anche di coscienza dei valori. Insomma un processo di umanizzazione e un nuovo Rinascimento che punti alla valorizzazione della persona in quanto tale e non nel perenne e stantio depauperimento dei veri valori fatti sempre abdicare in nome dei condizionamenti di potere, inutile chimera di scelte oscurantistiche

Il Conte Oliver

15/05/16

TROVATE LE DIFFERENZE - Vita e Ministero Cristiano Giugno 2016





- Un ambulante subisce le angherie di pubblici ufficiali senza scrupoli che per non tormentarlo chiedono spesa o regalie..

 - Un lavoratore sopporta il mobbing umiliante e vessatorio del suo padrone o capo reparto ma tace
   Il lavoro scarseggia.


 - Una donna subisce le prepotenze e la violenza domestica e belluina del suo uomo o stupratore di turno solo perchè è di gran lunga più forte di lei .


 - Bambini innocenti ed inermi vengono maltrattati, abusati, vessati, in asili,scuole, chiese famiglie comunità , la loro colpa è quella di non potersi difendere perchè deboli ed indifesi.


- Un malavitoso chiede il pizzo ad un commerciante che tra mille difficoltà tira a campare la famiglia.


 ________________


 
Un proclamatore chiede perchè è e perchè non è.. ed il suo carnefice spirituale ordisce un complotto, lo giudica e lo condanna ritirandogli tutti i privilegi senza un perchè o un per come.

- Un p.s. che campa a sbafo della comunità fa di una parte della congregazione il "suo klan" personale ,ostracizzando e riducendo a  comparse il resto come pecore ammutolite dai colpi di
bastone crudeli e senza scrupoli del cattivo pastore.


 - Un anziano insulta dal podio rispettabilissimi fratelli che servono Geova con tanti sacrifici e Dignità da decenni,e poi se la ride.


-  Un c.o. al belare angosciato di una sorella per come viene trattata da sedicenti pastori si sente rispondere esterefatta: "..e sorella quel pastore questo ti può dare, lo devi prendere così com'è"


 - A una mamma avanti negli anni e malata si impedisce di avere contatti con un figlio disassociato. Pena la disassociazione.
                                                                                         
MORALE :
L' abuso in tutte le sue forme espressioni ed appartenenza è il "PADRE" di ogni crimine ed ogni nefandezza, morale civile o religiosa che sia,vale per la società secolarizzata e ancor più per chi
si professa TESTIMONE dell' IDDIO ALTISSIMO.
                                                                                                                                  Fraterni Saluti vs Fratello
                                                                                                                                              Resiliente
________________________

08/05/16

JW-ORG- Dobbiamo ubbidire a Dio o ad un complesso di regole strutturate ?



Il canale di Dio è Cristo o l'organizzazione burocratica ?
Cosa insegna la Bibbia in realtà.


"Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna;  e noi abbiamo creduto e abbiamo conosciuto che tu sei il Santo di Dio”." Giovanni 6:68,69





La Torre di Guardia pubblica solitamente qualche specchietto per le allodole, del tipo "non dare eccessiva importanza agli uomini", e simili. Oltre questo non è mai andata. Ma lascia sempre intendere che "l'organizzazione è il solo ed unico canale" e contraddire anche un dettaglio è un grave atto di disubbidienza. Soprattutto perché quando ti vengono perplessità organizzative, crei scompiglio e "fai inciampare". Ma in realtà la ekklesìa è guidata da Cristo e non può essere "scompigliata", al massimo si possono "scompigliare" delle situazioni umane di potere e mettere in discussione circoscritte azioni di autorità umana. Quando hai un dubbio, non devi fare il bereano ed approfondire, devi ingoiarlo e tacere. Quindi, anche se l'organizzazione vuole servire Dio, spesso si "sostituisce" a Dio nella pratica.


Nel corso dei decenni ha assunto questo stile da pugno di ferro castigando e demonizzando qualunque forma di riflessione che prescinda dalla cieca ubbidienza, credendo, a mio parere ingenuamente, che fosse doveroso per arginare il caos e l'indipendenza. Realmente così? Ma tutti quegli uomini che hanno creduto di dover costruire questo sistema di ferro, si sono mai chiesti se Dio realmente voglia questo? Io ci vedo solo la debolezza umana incanalata nel potere ossessivo. Sembra che sia meglio avere Testimoni nelle congregazioni che fingono di essere totalmente liberi e contenti e ingoiano le perplessità e le domande spontanee della loro mente, così si "salva la faccia", piuttosto che delle persone vere, e realizzate nella loro fede.

Nel dubbio, meglio costruire un recinto artificiale che ci dia il potere umano di intervenire quando qualcosa non corrisponde ai decreti del momento, forti più del terrore dell'ostracismo, che della religiosità in sé.



Cristiani genuini



A lavorare per la ekklesìa ci sono molti cristiani genuini e talentuosi. Ma nella burocrazia invece, c'è sempre qualcosa che non quadra. Quando si fa menzione di perplessità, non si ottiene risposta dalla maggioranza, ma sguardi ambigui ed insinuazioni serie e pericolose. Il gioco di potere è tutto qui, è una censura preventiva che ti fa sentire un verme prima ancora di esporre qualsiasi spontaneità.


Se io conosco il nostro punto di riferimento Gesù, ricordo che lui, cosciente della condizione di peccatori di tutta l'umanità, accoglieva gli errori dei suoi seguaci prendendoli per mano per condurli alle risposte. Non ha mai praticato terrorismo. Perfino con le meretrici e gli esattori di tasse, che forse meritavano aspre condanne verbali, ci andava a pranzo. E nessuno oserebbe dire che sbagliava, dico bene?


Quanto la burocrazia riflette il Cristo ? 

Quanto essa si rivolge all'esempio del maestro mite e modesto di cuore con il giogo piacevole?

Quanto posso tollerare una burocrazia che, se commetto un errore, il primo passo che fa è non di abbracciarmi ed aiutarmi, ma formare subito un comitato "giudiziario" per cercare di buttarmi via?

Ma i vertici della torre di potere, hanno mai provato ad essere disassociati ed ostracizzati? Oppure a causa del loro stesso potere, simile a quello politico, non succederà mai che verrà sanzionato...


Il nostro Maestro ha vissuto l'esperienza umana comprese tutte le sue sofferenze, per immedesimarsi nelle nostre ed alleviarle. E' così che merita di guidare la ekklesìa. Si è prima abbassato verso il genere umano. I vaccari ed i burocrati, che bramano solo comandare ed hanno il giudizio facile, provano veramente tutto per salvare le pecore? Oppure le vogliono soggiogare?

Ho imparato  la lezione a mie spese


Quando vissi l'esperienza, che non dimenticherò mai, nella quale guardai il vaccaro che presiedeva il CG che la prima volta mi disassociò, vedendo la sua espressione gioiosa e i suoi occhi che brillavano, compiaciuto davanti alle mie lacrime senza la minima contrizione ma solo con un ghigno da militare, da allora smisi di credere che la burocrazia vuole il mio bene e merita la mia fiducia.

Chi cerca solo il potere umano, deve stare lontano da me.


Cyrus
__________________

Reino Kesk rappresentante della sede mondiale dei testimoni di Geova, in visita alla filiale di Roma - 21 Maggio 2016








Punti salienti dell'adunanza.

- Giuseppe Falone membro del cdf italiano -

Rapporto sui progressi dell'opera del regno in italia.

Agosto 2014  massimo proclamatori 251650

media proclamatori nel 2015-16 è di 250.180  ( qui qualcosa non si è capito bene , sembra ci sia stato un calo dato che non ha menzionato il massimo attuale)

-122.599 studi biblici

- 2015 : 4.911 battezzati

- 2016 : fino ad oggi 2.966 battezzati 

Si predica in 38 lingue

massimo pionieri 34.185

media pionieri      33.659


Presenti commemorazione quest'anno   438.412
3336 presenti in più all'anno scorso

1033 presenti al pasto serale del Signore nelle carceri italiane
679 studi biblici

51 sono i porti italiani in cui si predica
in 10 porti possiamo salire sulle navi
dove non si ha il permesso si usano espositori mobili alle uscite ed entrate dei porti.

Esperienza di fratelli che hanno predicato in una nave battente bandiera cinese. Altre esperienze e lettere.

Si predica anche in oltre 1708 centri di accoglienza profughi sparsi nel territorio italiano.
77 fratelli vivono in questi centri.
43 battezzati negli ultimi anni
1566 studi biblici
678 frequentano le adunanze

__________

Riassunto Torre di Guardia 
Carmine Boscaino.

_________

-Reino Kesk -
Comitato di filiale Corea del sud

Siete come alberi ben radicati ?

Usate il cervello! Un dono di Dio. Ragionate!

Chi è ben radicato nella parola di Dio e usa il cervello è come un albero con radici profonde e non cadrà nelle difficoltà.

Non servono le regole ma dobbiamo ragionare con i pricipi. Le regole o le leggi possono cambiare i principi sono eterni e rimangono .

In Germania nelle autostrade non ci sono i limiti di velocità, ma questo non significa che chi guida non debba usare il cervello per regolarsi nella guida. Una persona che ragiona guarda tutti gli aspetti di una questione. La bibbia parla di lunghezza, larghezza,altezza e profondità.
Chi ragiona e aziona il cervello non è superficiale !

L'ubbidienza va associata all'amore per Dio. Alcuni ubbidiscono alle regole senza amare la persona o l'istituzione che stabilisce tali disposizioni.
Esempio- un lavoratore ubbidisce al proprio datore di lavoro, ma questo dimostra che lo ama ? Non necessariamente
Possono esserci anche testimoni di Geova che ubbidiscono, ma che non amano Geova. L'ubbidienza deve essere motivata dall'amore.
L'osservanza delle regole e leggi dimostra la nostra ubbidienza , ma ragionare sui pricipi rivela la nostra spiritualità.
L'ubbidienza non va confusa con l'amore.
Esperienze.

Cantico e preghiera finale.



_______________________________








_______________________________________

Cos'era la Società Bibbie e Trattati secondo i propositi di Russel ?


"State dunque saldi nella libertà con cui Cristo ci ha affrancati e non vi lasciate di nuovo porre sotto il giogo della schiavitù."
Gal. 5:1

E' interessante notare come Russell non credesse in un'organizzazione propriamente detta, ma nella Chiesa come realtà. La chiesa, la "ekklesìa", siamo noi.

Cos'era la Società Bibbie e Trattati secondo i propositi di Russel ?

La WT che aveva fondato, serviva solo per aiutare la chiesa. Uno strumento divulgativo, e nient'altro. Era cosciente che, se non fosse esistita la società fondata con i suoi capitali, avrebbero usato altri mezzi. Nella concezione attuale, l'organizzazione è la ekklesìa, e non si può scindere un concetto dall'altro. Oggi per la maggioranza dei TDW non ha senso dire "seguite la ekklesìa e state attenti all'organizzazione", poiché sono la stessa cosa ed anzi la ekklesìa non potrebbe esistere senza l'organizzazione.Beware of "organization".
Aveva paura delle conseguenze di una struttura umana sulla fede stessa, che potesse "blindare le coscienze" e creare leggi specifiche e vincolanti.


L'organizzazione il complesso di beni e incarichi per la diffusione degli argomenti non è la Ekklesia


La ekklesìa è il corpo di Cristo composto da tutti i fratelli riuniti con lo scopo di seguire Lui. E non è vincolata a nulla di materiale. Mentre l'organizzazione in questo senso, era il complesso di beni e di incarichi, utilizzati per la diffusione degli argomenti.
Seguite la ekklesìa, e guardatevi dall'organizzazione, state attenti a non adorarla. Non serve a nulla se non come strumento specifico. Questo diceva.



 Cyrus



__________________________________________




03/05/16

La DOMENICA DEL VILLAGGIO








Troppo spesso accade che nelle congregazioni quando arriva la domenica, il sabato per alcuni, i discorsi pubblici siano un po' creativi. Mi spiego meglio, che gli oratori vadano fuori tema aggiungendo opinioni personali facendole passare per cose che sono riportate sullo schema.

Ora per i fratelli e sorelle che sono seduti ad ascoltare questo modo di fare può passare quasi inosservato e normale, ma per chi quel discorso l’ha fatto, oppure ha lo schema sotto mano, le parole pronunciate dall’oratore sembrano stonare. E tutto questo spesso e colorato da esempi che rasentano l’assurdo, spesso introdotti con: “provate a pensare..” oppure “ immaginate di”…

Sarebbe bello che ogni proclamatore potesse capire quando l’oratore sta dicendo delle assurdità, ma per farlo ci dovrebbe essere una guida stabilita per tutte le sale del regno. Tipo che nella nostra guido “vita cristiana” ci fosse stabilito anche il discorso da pronunciare il fine settimana, con dei riferimenti scritturali e anche un richiamo a una piccola ricerca che ognuno può fare, così sarebbe finita l’era dei discorsi fatti in maniera “casalinga”

Che ne pensate?

AndreaB.