Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

27/06/16

Chi difende il proclamatore onesto e sincero ? Proverbi 18:10

Vik   18 giugno, 2016 19:16

A tutti i consapevoli:


Chi difende il proclamatore
fedele a Dio ?

Lo difende Geova, il proclamatore maltrattato, ma vi rendete conto solo leggendo tutti gli interventi che meraviglioso capitale di fratelli e sorelle veramente e continuamente provati nella fede che siete? Di quale reale provata qualità essa sia?
- Giacomo 1:2-4
Avete idea se da domani cominceranno ad arrivare le pene e le tribolazioni che stiamo aspettando dove finiranno questi "Cristiani " di cartapesta?  Chi credete che sarà veramente capace di essere una fonte di incoraggiamento ed una roccia pronto a tutto per aiutare i veri fratelli?

Quando ho conosciuto la verità tanti anni fa e cominciato a trattare qualcosa, il mio insegnante biblico trasudava arroganza ed arrivismo da ogni poro , e quando hai vissuto nel mondo una vita di quelle con un piede in galera ed un piede nella cassa da morto, e senza limiti, annusi i fasulli a chilometri di distanza , eppure anche se tante volte gli avrei piazzato un paio di calci nel posteriore quello che mi toccava era quello che imparavo di Geova, lui in 25 anni ha fatto tutta la sua carriera teocratica, per cui sbavava come il più deplorevole degli arrivisti per poi fare un tombolo ed una fine delle più miserabili e umilianti, ed aver fatto del male a tanti fratelli.


Ed io invece sono qua, e per chi mi conosceva a quei tempi una persona impossibile che accettasse la verità, ed appena battezzato gli ho scritto perfino per incoraggiarlo a rientrare nella verità , mai ricevuto risposta, noi teniamoci stretti a Geova ed a suo figlio, l'organizzazione potrebbe fare un colossale tombolo dall'oggi al domani e noi perplessi come i primi apostoli aspettare il da farsi, ma confidavano in quello che avevano promesso entrambi.

Geova stesso è l'essenza
della giustizia e dell'amore



Ma guardatevi, da ogni commento percepisco e sento trasparire delle persone che amano Geova e che soffrono a causa dell'ingiustizia, fratelli ricordatevi che Geova stesso è l'essenza della giustizia confidate in lui, me ne è successa una proprio in questi giorni, un fratello per cui ho lavorato e che si è comportato in un modo vile peggio di certi sciacalli e ad approfittatori del mondo ha fatto una fine delle più umilianti e sconcertanti che ci siano, finito sul giornale con tutte le sue malefatte portate alla luce dalla gente del "Mondo"..., lui al momento è perfino irrintracciabile e pensare che due anni fa dopo essermi sentito dare del poco credibile da fratelli e anziani compresi a causa dell'esaurimento nervoso per questa storia stavo lasciando la verità, e se vi raccontassi che persona abile che era a vendersi in sala l'immagine di un Cristiano meraviglioso ed unico voi fareste fatica a riprendervi dallo shock!!!
Credetemi l'ho sperimentato sulla mia pelle, alle volte facciamo perfino fatica a respirare nell'inghiottire certe porcate e situazioni che subiamo e vediamo, noi manteniamo buona coscienza con Geova che al resto quando e nei modi più inaspettati ci penserà lui, non vi spazientite e non si indeboliscano i vostri cuori.
- Filippesi 4 : 6-7


Le congregazioni più sane


Non è questione di Italia centrale o non, io vivo all'estero e vi posso garantire che è lo stesso, ho girato parecchie congregazioni, ed ho visto che le più sane spiritualmente erano quelle con fratelli che ne avevano viste di tutti i colori nella vita e nella verità, gente da poche chiacchiere, ma come si suol dire con i calli nelle mani e le maniche sempre rimboccate.
Se leggiamo poi i primi capitoli di Rivelazione, comprendiamo che la situazione allora non è che fosse delle migliori nelle congregazioni, Gesù con parole forti e virili gli fa capire in che stato versano, cosa non gli piace e cosa si aspetta che facciano,... chi ha orecchio oda ciò che lo spirito dice alle congregazioni conclude .
Con immenso affetto fraterno e incoraggiamento a tutti voi





_______________________________

25/06/16

Perduti nell'incarico

Ezechiele 14:6
6 “E deve accadere in quel giorno [che] non ci sarà luce preziosa, le cose saranno congelate. 7 E deve divenire un giorno noto come appartenente a Geova. Non sarà giorno, né sarà notte; e deve avvenire [che] al tempo della sera ci sarà luce. 8 E deve avvenire in quel giorno [che] acque vive usciranno da Gerusalemme, metà di esse verso il mare orientale e metà di esse verso il mare occidentale. Avverrà d’estate e d’inverno. 9 E Geova deve divenire re su tutta la terra. In quel giorno Geova mostrerà d’essere uno solo, e uno solo il suo nome.

Russel nel 1886 pubblicò "il libro il divin piano delle età"  e sviluppò una serie di idee legate alla numerologia e alla figura geometrica delle piramidi. I temi fra l'altro molto comuni ai gruppi esoterici furono presto abbandonati. Rutherford c'erano troppe tradizioni orali che non tollerava, e che considerò completamente al di fuori del contesto biblico aveva ben altre idee organizzative da attuare

Ma ritorniamo a questa figura geometrica della piramide perchè è stata rievocata anche in altri contesti.

Per un certo periodo nel web c'erano siti aversi che sproloquiavano associando la struttura teocratica dei testimoni di Geova alle strutture commerciali  piramidali nate nel dopoguerra americano. La realtà di questa economia sommersa (sommersa perché tutte queste strutture commerciali guadagnano essenzialmente non pagando le tasse) era nata per affrontare la grandissima depressione economica che aveva attanagliato il continente americano. Contagiosi come la peste e il colera milioni di persone sono finite dentro le loro maglie compresi anche moltissimi testimoni di Geova. Erano devastanti gli effetti che provocavano agli incauti aderenti. Lobotomizzati dai tutor evolvevano tutti in abusivi rappresentanti di commercio senza partita IVA, condizionando tutta la loro vita. Questa associazione era ed è evidentemente sbagliata, ma partiva da un incomoda relazione che associava la proclamazione della buona notizia con le tecniche di vendita "door to door" che spesso distinguevano queste aziende di marketing iperaggressivo. 

Parlando ancora di problemi economici però bisogna dire anche che alcuni, ma fortunatamente non molti, sono ancora molto confusi su come sbarcare il lunario. Alcuni non vedono i fratelli come compagni d'opera ma come clienti per i loro traffici commerciali. La sfacciataggine se non l'arroganza con il quale si aspettano che un fratello faccia loro prezzi di favore o sconti di qualsiasi tipo è imbarazzante. Non ci siamo fatti mancare nemmeno soggetti che hanno piazzato incredibili sole* un po' qui un po' la, facendo dei botti fallimentari talmente grandi, da garantirci lo sputtanamento mediatico e dell'opinione pubblica.

Ma riprendiamo il discorso sulla struttura teocratica piramidale. Più o meno la possiamo rappresentare così:

Corpo Direttivo

Coordinatori - Personale - Editoriale - Servizio - Insegnamento

Sorvegliante di Zona - Missionari

Betel
Comitato di Filale
Reparti
Traduzioni - Registrazione Audio Video - Spedizioni - Servizio - Informazione Sanitaria - Corrispondenza - Ufficio Sale del Regno - Manutenzione.

LDC reparto Betel dislocato per la manutenzione sale del regno
Comitato di assistenza sanitaria locale

Sorvegliante di circoscrizione - Pionieri Speciali

Assemblee
Responsabile Assemblea
Reparti
Acustica - Contabilità - Uscieri - Pulizie - Parcheggi

Congregazione
Anziani
Coordinatore - Segretario - Sorvegliante del servizio - Torre di guardia - Sorvegliante della scuola - Ministri di culto

Servitori di ministero
reparti Servizio - Letteratura - Uscieri - Manutenzione - Contabilità

Nomine di Servizio teocratico
Pionieri Speciali
Pionieri Regolari
Pionieri Ausiliari
Proclamatori
Proclamatori non battezzati


I pionieri speciali ricevono un dono di $600 al mese se le ore non sono completate lo stipendio viene ridotto proporzionalmente ad esempio se fai solo 100 ore rispetto alle 130 il compenso diventa: 100/130 X $600 = $461.54. Ci sono giorni di "vacanza" durante l'anno che sono proporzionali all'anzianità nel servizio. Ovviamente la congregazione centrale contribuisce per le spese dell'auto nel "servizio" e per una assicurazione sanitaria.
Alcuni incarchi teocratici vengono converiti in bonus ore di servizio in modalità diverse a seconda dei casi.

Come avrete notato la struttura e in genere tutte le considerazioni che vengono fatte su questo argomento hanno un errore di fondo. La posizione del creatore. In che posto metteremo quindi Geova Dio e suo figlio Gesù Cristo in questa piramide? 

Prendete in considerazione le scrittura di Matteo 18:20

20 Poiché dove due o tre persone sono radunate nel mio nome, io sono là in mezzo a loro”.

In Efesini 1:22

22 Egli ha anche posto tutte le cose sotto i suoi piedi, e l’ha dato come capo su tutte le cose alla congregazione, 23 che è il suo corpo, la pienezza di colui che riempie tutte le cose in tutti.

In Colossesi 1:18

17 Ed egli è prima di tutte le [altre] cose e per mezzo di lui tutte le [altre] cose furono fatte esistere, 18 ed egli è il capo del corpo, la congregazione. Egli è il principio, il primogenito dai morti, affinché divenga colui che è primo in tutte le cose; 

L'unzione dei discepoli non è avvenuta in una congregazione di fedeli cristiani ?

Atti 2:1
2 Or mentre era in corso il giorno della [festa della] Pentecoste, erano tutti insieme nello stesso luogo, 2 e improvvisamente si fece dal cielo un rumore proprio come quello di una forte brezza che soffia, e riempì tutta la casa in cui erano seduti. 3 E divennero loro visibili lingue come di fuoco che si distribuirono, posandosi una su ciascuno di loro, 4 e furono tutti pieni di spirito santo e cominciarono a parlare diverse lingue, come lo spirito concedeva loro di esprimersi.

L'autorità sugli averi proviene sempre dalla santificazione dell'unica struttura teocratica riconosciuta nella bibbia: la congregazione.

Partendo da questi presupposto è lo spirito santo di Dio che parte dalle congregazioni e dovrebbero essere loro che decidono come organizzarsi. L'organizzazione é cosi un mezzo non un fine da perseguire. Le attività spirituali sono quelle che compie l'intera fratellanza nelle congregazioni di tutto il mondo. Lo spirito santo non è nei corridoi. Accade questo anche all'interno della Betel? Vengono garantiti a questi volenterosi fratelli, la stessa vita spirituale di tutta la fratellanza? Ho il sospetto che più si sale nella gerarchie e più questi fratelli siano provati nella fede e spero davvero che qualcuno mi possa smentire. Ti consideri ancora proclamatore della buona notizia? O il "privilegio" che ti è stato dato ti ha fatto allontanare dalle attività di congregazione? Ti stai perdendo nell'incarico? Non mi stupisce che a quel punto possa diventare un inciampo. Per questo potrebbe essere possibile rinunciare senza che questo diventi un problema spirituale. Lo spirito santo agisce sempre nella congregazione che non abbandonerà mai e non ci sarà mai nessuno che non avrà un posto nella congregazione di Geova.

II Pietro 3:17,18
17 Voi, perciò, diletti, avendo questa anticipata conoscenza, state in guardia, affinché non siate trascinati con loro dall’errore di persone che sfidano la legge e non cadiate dalla vostra propria saldezza. 18 No, ma continuate a crescere nell’immeritata benignità e nella conoscenza del nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo. A lui [sia] la gloria ora e nel giorno dell’eternità.


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
sole: plurale di sola sostantivo femminile. Non è la stella del nostro sistema solare, ma il termine romanesco equivalente a imbroglio o truffa. Dal web rilevo che l'etimologia deriva da 'suola' delle scarpe e ha una duplice provenienza. Da un lato l'abitudine disonesta di alcuni calzolai a risuolare appunto con materiali di scarsa fattura (il 'sòla' è anche uno degli appellativi del mestiere). Dall'altro c'è invece l'allusione al borseggio ( detto anche taccheggio) che rimanda invece all'antico portamonete in cuoio a forma di tacco.

22/06/16

Vita e ministero cristiano : " IL CANTO DELLA VIGNA "




"...Voglio cantare una storia: è il canto di un amico e della sua vigna. Il mio amico aveva una vigna su una fertile collina. L'aveva vangata e ripulita dai sassi; vi aveva piantato viti scelte, vi aveva costruito un avamposto di guardia e scavato un pressoio per pigiare l'uva. Sperava che facesse bei grappoli ma la vigna produsse solo uva selvatica.  Allora il mio amico disse: "Perchè essa mi ha dato solo uva selvatica e non l'uva buona che mi aspettavo?
Ecco quel che farò della mia vigna: le toglierò la siepe d'intorno, abbatterò il muro di cinta, la farò diventare un pascolo un ritrovo per animali selvatici...Dio si aspettava giustizia vi trovò invece violenze e assassinii, chiedeva fedeltà, udì solamente i grido degli sfruttati. Guai a voi che continuate a comprare palazzi e terreni. Voi che non lasciate un pezzo di terra a nessuno e diventate così gli unici padroni del paese. C'è vino e musica di arpe, tamburi e flauti ai loro banchetti, ma non si accorgono che il Signore agisce, non vedono quello che il Signore fa, e non comprendono...i suoi capi moriranno di fame,la morte ha spalancato le sue fauci per inghiottire i nobili...nel chiasso delle loro feste…
Il Signore Dio mostrerà la Sua grandezza e farà quel che è giusto...Guai a quelli che si lasciano corrompere per assolvere un colpevole e per far condannare l'innocente. Essi hanno rifiutato quel che il Signore dell'universo ha insegnato, hanno disprezzato le parole del Santo d'Israele..." (Isaia 5:1-5)



I Mandarini della Verità



 In questa clamorosa denuncia del capitolo cinque del libro di Isaia,c'è tutta l'amarezza e la delusione che il Santo d'Israele denuncia nei confronti dei "Mandarini della Verità". Personaggi sempre più prolificanti,che all'ombra e con la scusa di servire si creano posizioni di potere.



 

Questi Mandarini sono personaggi che fanno e disfano,anche da incarichi socialburocratici,che a tutto pensano meno che al loro doveroso lavoro, sempre preoccupati a complicare quello altrui. Si tratta di personaggi che, presi nelle spire dei loro molteplici giochi politici che hanno alle spalle,sfuggono ai loro veri doveri, rinunciano alle vere responsabilità, e con quelle "correnti"che tirano, nel timore di prendersi un serio malanno(elettorale),da Ponzio Pilato se ne lava e se ne è lavato le mani. Per i Mandarini della Verità, non contano la misericordia o la giustizia,ma solo quelle di comodo(a loro).


 Cosa c'è all'origine di questo disinteresse umano e  burocratico? Il solito banale modo di governare e legiferare: I problemi non si affrontano, ma si eliminano. Eliminare attraverso l'isolamento e l'emarginazione i dissidenti teocratici o coloro che non la pensano allo stesso loro modo. Quando un proclamatore fa qualche (umana) sciocchezza sono i primi alla condanna moralistica del perbenista moraleggiante di turno,ma quando tocca a loro  c'è sempre pronto un "distinguo" ad invito di non strumentalizzazione o generalizzazione,specialmente se c'è la politica teocratica di mezzo. Di questi Catoni sono piene le congregazioni di tutta Italia (o del mondo?), ma Dio ne guardi che qualcuno abbia mai pensato di toccare i veri "punctum dolens"di questi modi di fare.
La parte sana della congregazione continua ad essere perseguitata, in molte parti della terra



 Chi ha creato,allora,questi mostri teocratici( Anziani, Sorveglianti, Pionieri Speciali)? Chi avvalla le loro scelte? L'Organizzazione e le Filiali. E' per questo che c'è da ribellarsi di fronte a tanta banalità di retorica. L'orgia del criticismo moralistico gioca di questi scherzi. La vera lotta sta diventando contro il Fondamentalismo Teocratico. Questa è la sfida di noi Consapevoli. Quello che  avvilisce è tutta l'intransigenza che i Mandarini della Verità trasmettono tramite l'Organizzazione. Si può davvero pensare che Dio si fosse mai proposto che degli uomini esercitassero un controllo così prepotente e dogmatico nelle esistenze di altri uomini? "...O ubbidisci, o sarai distrutto...".



  E' sempre questo il messaggio che filtra. I fratelli non ce la fanno più. Sarà anche questo il motivo di tante depressioni proprio all'interno dell'Organizzazione? Non è un modello che si avvicina molto a quello di "Scientology"? Ci conforta il pensiero di 2 Timoteo 3:9:"...Tuttavia, non faranno ulteriore progresso, poichè la loro follia sarà chiarissima a tutti..." L'esaltazione doveva andare a Geova e a Suo Figlio, non ai Mandarini della Verità e alla relativa struttura assolutistica terrena, non facendo sentire il peso dell'autorità alla maniera dei "Potenti della Terra." Il coraggio si coltiva solo col coraggio, non con gli attendismi, gli equivoci, i piccoli calcoli,per non trasformare il nostro mondo in una Babele di squallide meschinità; e allora ritroviamolo il NOSTRO coraggio.


 Per esempio, sappiamo che l'amore nasce da un cuore pieno di sensibilità, dopo profonda  meditazione, comprende la compasssione, l'empatia,la voglia di dare ed allora mi spiegate come si possa istituzionalizzare un sentimento del genere attraverso un rapporto di servizio? "Quante ore di amore ho svolto questo mese? Fammi pensare..." Da ricovero neuropsichiatrico. Cambiamo strada, ritroviamo i valori perduti del Cristianesimo... Gesù non ha mai fatto alcun rapporto. Aiutiamo chi è in difficoltà, andiamo a trovare qualche nostro vicino che magari è all'ospedale,regaliamogli un cabaret di paste,stupiamo le persone con  l'amore non con i numeri, accompagniamo gli anziani a fare la spesa,magari andiamo al parco a regalare qualche volantino che incoraggi l'uso della Bibbia e solo a fine mese facciamo un resoconto di quello che abbiamo fatto nel rapporto (che orribile parola), ma senza essere ossessionati da quelle maledette ore,facciamo un "forfait",dimentichiamole e ritroviamo i valori perduti del Cuore e dei Sentimenti. Sopratutto cerchiamo di fare qualcosa di utile per qualcuno sapendo di non ricevere niente in cambio...per ritrovare un benessere e non il malessere collettivo che attanaglia le congregazioni di tutto il mondo.
Cosa dovrebbe fare con urgenza l'organizzazione ?



  L'Organizzazione non deve creare un corporativismo, ma educare il cristiano come uomo e come SINGOLO individuo, ognuno con le proprie attitudini e caratteristiche,avente la capacità di saper distinguere il bene dal male da solo,senza artifici o manipolazioni di comodo. Il gruppo tende sempre a conformarsi e a far perdere la propria identità personale. Geova ci giudicherà individualmente. E' triste che si debba procedere per escamotage per arrivare ad un traguardo che dovrebbe interessare tutti. Ma questa è la vera immoralità del nostro ambiente. Che ci sono sempre i furbi del "carpe diem".


 Tutta la formulazione di quelle regole da parte dell'oraganizzazione...ma non siamo sotto la legge,bensì sotto l'immeritata benignità...la fede e l'amore possono condurre alla rettitudine morale molto di più di quanto non possano fare le norme. Permetteremo che le cose vadano sempre così? A Noi Consapevoli la risposta...ma ricordiamo...sono tante piccole gocce che fanno traboccare i vasi…


Penso che basti


Il Conte Oliver



____________

 

19/06/16

L'avversità nascosta

Sembra che Rutherford una volta entrato nel direttorio della Watchtower nel 1916 vivesse in un ambiente non molto amichevole e propositivo. Dalle note che ci sono pervenute i primi tempi furono molto tumultuosi per lui e i suoi fedeli collaboratori.

Ci furono delle vere e proprie scissioni che hanno creato varie gruppi come la "Laymen's Home Missionary Movement" fondata da Paul S.L. Johnson il segretario personale di Russell. Johnson però si era già trovato in disaccordo con Russell per alcuni "nuovi intendimenti" che avevano relazione con il nuovo patto e la redenzione del Cristo. 


Con Rutherford scoprì che non aveva più niente da condividere con la Watchtower e se ne andò ma non fu il solo. Norman Woodworth ad esempio fu uno dei primi collaboratori di Russell e partecipò direttamente alla produzione del famoso fotodramma. Norman non è da confondere con Calyton Woodworth che era uno del direttorio che fu imprigionato con Rutherford il 7 Maggio del 1918. Norman forse era un tecnico, chissà, in tutti i casi pure lui si trovò in disaccordo con il cambio di passo della Watchtower, ed ebbe anche l'onore di essere buttato fuori direttamente da Rutherford. Diventò l'artefice della "Down Bible Student associaton" un nuovo movimento interreligioso. Ci furono anche quelli della "Pastoral found institute" ed altri ancora ma tutti in genere si riconoscevano perché avevano alla base un tema comune. Ripristinare le idee di Russell.
Probabilmente anche per questo ci ritroviamo una organizzazione inutilmente irrigidita su posizioni che hanno ben poco a che vedere con la spiritualità.
Nell'Annuario del 1975 a pagina 148 si parla di alcuni piccoli "cambiamenti" avvenuti in quella epoca un po' oscura.



"...For that matter, the year before, during the London, England convention  May 25.31, 1926 Brother Rutheford spoke from the platform while attired his business suit, Instead ot the formal black frock coat that had long been worn by public speakers among Jehovah's witnesses. "


A Rutherford non piacevano gli abiti da cerimonia che peraltro erano vestiti da Russel, durante i suoi celebri sermoni. Essi probabilmente ricordavano molto gli abiti formali degli ecclesiasti della cristianità.
Ralph Leffler che sentì parlare Russell, ricordava:

"Quando saliva sul podio davanti a un uditorio indossava sempre una redingote nera con cravatta bianca..."
Sembra che tutti gli oratori avevano come una divisa d'ordinanza, che doveva rispettare il rigido protocollo teocratico e quindi tutti avevano un abito nero e camicia bianca. Da che parte era il buon senso? Il focoso presidente deciso a non lasciarsi intimorire da questi formalismi, si presentò nel podio sbarbato e con uno sgargiante abito bianco. Fra l'altro in giro pare che ci sia qualche oratore che lo scimmiotta con abiti color Cachi che lo fanno tanto Lawrence d'Arabia, bravo fratello rinnova un po' tutto quel grigiume che si vede. Rutherford, scientemente, salì sul treno dei rottamatori e fece un po' terra bruciata intorno a se. Scontri di personalitá ? Inevitabili. Fatevene una ragione voi che scambiate il buon senso con la perfezione tout court. Chissà quali motivi, quali intenzioni, quali prospettive si stavano presentando e magari quali vertiginosi burroni ha scampato l'organizzazione. 

Avete mai notato come le decisioni cambino a seconda dell'umore che abbiamo? Un po' come vedere un oggetto da una prospettiva diversa. Avete notato come talvolta quando davvero la vita ci colpisce con tutta la sua crudeltà e durezza, anche le cose più semplici diventano terribilmente complicate? La direzione ci fa capire se la traiettoria è giusta ma non ci dice se colpiremo il bersaglio. Le avversità possono arrivare anche all'87mo un po' come è accaduto alla Svezia contro l'Italia nei recenti campionati europei di calcio. Bastavano ancora 3 minuti per poter arrivare indenni alla fine dei tempi regolamentari, ma è bastata una sola piccola distrazione e tutti gli sforzi fatti per l'intera partita dai giocatori svedesi furono vanificati. Io li ringrazio anche per lo spunto d'esempio che mi hanno dato. La nostra vita è importante, non buttiamola via in dettagli oppure perdendoci in strade senza mappa. In genere tutti gli errori si possono correggere; forse possiamo perdere una partita o una battaglia, ma la guerra possiamo ancora vincerla. E' ancora forte la fede nel nostro creatore Geova ? Applichiamo nella nostra vita i principi di amore e misericordia che ci ha insegnato Gesù ? Predichiamo il regno e la sua venuta ?

Durante questo percorso cristiano decidere di fare un'inversione è comunque la prova che abbiamo fatto degli errori. I cambi di rotta devono però essere sempre ben ponderati e non possono essere presi alla leggera. Tutte le avversità possono mettere a dura prova la nostra spiritualità. Alcune fanno parte della vita e ce le aspettiamo, altre no. Noi, come cristiani consapevoli, abbiamo quel piccolo vantaggio di aver capito che alcuni formalismi in congregazione, possono diventare un giogo nella vita del cristiano. Vediamone uno.
Alcuni hanno un idea troppo meritocratica rispetto a quello che siamo o che abbiamo ottenuto. Non sono pochi che all'interno della organizzazione incoraggiano carriere sfavillanti, partendo dal presupposto che Geova Dio giudichi l'uomo solo sui suoi meriti. Sebbene in molti casi questi fratelli siano motivati da buone intenzioni, siate prudenti nel dargli retta e fate attenzione alle loro lusinghe. Non è tutt'oro quello che luccica. Accecati dalla luce del protagonismo organizzativo, non percepiscono le ombre delle strutture umane fondate sul compromesso spirituale. In tutti i casi una volta diventati consapevoli, non cadete nel tranello di considerare sempre sbagliato l'incarico. Nessuna nomina è sbagliata tanto quanto si a
sbagliata la considerazione che vi diamo. Valutatela attentamente e valutate le persone che stanno intorno a voi, perché è anche vero che non tutti i contesti sono malati e costringono a rinunciarvi. Altri contesti, invece, sono pieni di metastasi e in quel caso solo la preghiera può aiutarvi. 
Niente nella bibbia ci fa pensare che l'essere umano abbia meriti. Piuttosto sono costantemente messi in evidenza le responsabilità, i doveri talvolta gli obblighi che abbiamo rispetto al nostro prossimo.
Alcune congregazioni sono state letteralmente aggredite e uccise da quello spirito farisaico, ottuso, compiacente, autoreferenziale. Sovrapponendosi perfettamente con le attività di congregazione esso si nasconde nelle pieghe dell'eccesso di zelo. Questo ha contaminato le nomine organizzative facendole diventare carriera umana. Ma dopo di questo non dobbiamo contristare lo spirito santo con polemiche sterili volte solo a salvaguardare presunti diritti usurpati. Guardate sempre oltre attraverso il dono della consapevolezza e della perspicacia. Non è più il tempo di essere ingenui o incauti con nessuno. Geova interverrà e salverà tutti quelli che sono stati battuti e oppressi. Lui in quel giorno ci chiederà solo di essere dalla parte giusta.

18/06/16

4 verità fondamentali che ci aiutano a perseverare.






Si, abbiamo 4 verità fondamentali che non saranno mai scosse e la nostra meta è sicura. Chi confida eccessivamente nell'uomo o nell'organizzazione andrà a delusione, perciò come possiamo rimanere stabili nella fede ?



- Geova è reale ed è una forte torre per chi è con Lui e crede che è il vero e unico Creatore.



- Le Sacre Scritture sono ispirate e degne della massima fiducia



- Gesù  Cristo ha fondato un ekklesia/congregazione che avrebbe predicato il regno nel mondo.  Geova Dio ha sempre avuto un popolo o una linea di discendenza che lo adorava. Prima era il sistema patrircale con Abraamo, Isacco e Giacobbe, poi una nazione letterale con Israele antico e poi un Ekklesia fondata sul masso di roccia che è Cristo, che avrebbe radunato le persone in gruppi nelle case private con il compito di predicare a tutta la terra abitata la speranza del regno e le verità scritturistiche.



La speranza del regno e le future benedizioni terrene e celesti che nessuno ci può togliere. 
Da quanto ci è dato di capire, dal 1914-18 sono iniziati gli ultimi giorni.
Lo comprendiamo sia dalla Storia secolare che dall'adempimento della cronologia biblica e profetica,  si stanno adempiendo centinaia di profezie sotto i nostri occhi, quindi il Re è alle porte per ripristinare un sistema di governo perfetto con un governante perfetto.
 __________________________________

14/06/16

La parte sana dell'organizzazione, qual'è e come riconoscerla ?

Punti principali di un discorso fatto in una congregazione del centro-nord Italia.  Ringraziamo il fratello Vik,  che attraverso  la rete della resistenza internazionale, in particolare il ramo europeo, ci ha fatto pervenire la traccia audio da trascrivere e condividere.

L’investitura, l’incarico o il ruolo 
non indica la spiritualità  di una persona


Un auto-esame che dobbiamo fare ognuno di noi, ed è giustificato dalla scrittura di  1 Corinti  2:14,15 leggere
C'è una distanza abissale tra l’uomo spirituale e l’uomo carnale. Incarichi di servizio ed esperienza non garantiscono che siamo persone spirituali.  In 1 corinti  3:1  viene detto che i corinti erano carnali e bambini in Cristo, tra questi c’erano anziani unti e persone con molta esperienza.  L’investitura, l’incarico o il ruolo,  non indica spiritualità e non fa la spiritualità, essa dipende da noi ed è personale. La spiritualità è un valore che abbiamo il dovere di custodire ed edificare.

Cos’è la spiritualità ? Non è il talento,  l’interiorità, o uno spiccato senso nell’arte, la musica o la letteratura. La spiritualità nella Sacra Scrittura è e riguarda il rapporto che si ha con Dio,  non altro.  Nel testo biblico il termine usato per uomo fisico traduce un espressione greca che ha a che fare con l’anima, l’essere umano. L’uomo spirituale d'altro canto, viene da PNEUMA , spirito dal Greco, indica un uomo che ha Dio nella mente e privilegia il lato spirituale della vita.  Quindi non parliamo di persone che sentono o a cui piace la musica classica o un particolare tipo di arte, no assolutamente, ma  una persona che ha Dio nei suoi pensieri e ha la mente di Dio, dando ad esso la priorità nella propria vita.
Quali hanidicap ha la persona carnale ?
Una persona non spirituale, può essere anche un veterano nella verità, ma ha dei grossi problemi. Qual è il primo danno che subisce l’uomo fisico carnale ? 

1 Corinti 2:14 ...l’uomo fisico non riceve le cose dello spirito di Dio, poiché per lui sono stoltezza...

Corinti 2:9 dice .."come è scritto: Occhio non ha visto e orecchio non ha udito, né sono state concepite nel cuore dell’uomo le cose che Dio ha preparato per quelli che lo amano
 
Primo handicap della persona non spirituale : Nei versetti sopra indicati, Paolo nel contesto della scrittura, non parla della speranza del regno e non si riferisce quindi alla vita eterna in terra o l'immortalità per gli unti, ma parla delle verità spirituali rivelate ai suoi servitori, in ogni dato momento della Storia. Chi non è spirituale, non è in grado di intendere le verità che Dio rivela perché non ne è un estimatore e non le apprezza. Il dialogo con Dio si interrompe, e non sente più la voce di Dio. Essere nella verità ciechi e sordi è molto grave per un servitore di Dio e porta a disastrose conseguenze.

 1 Corinti 2:15 ...l’uomo spirituale esamina in realtà tutte le cose, ma egli stesso non è esaminato da nessun uomo.

Secondo handicap :  L’uomo carnale non è in grado di identificare le persone spirituali e non sa riconoscere le persone migliori e più sane nella congregazione.  L'uomo carnale non riesce a dialogare con la parte migliore della congregazione la parte più spirituale. Immaginiamo un corpo di anziani dove prevale un giudizio carnale, questi uomini  sceglieranno come futuri rincalzi e nuove leve come servitori e anziani  potenziali, uomini che non hanno virtù spirituali. Perché se tu come anziano, non sei spirituale, non sei in grado di percepire le virtù spirituali di un altro fratello e apprezzarne le virtù. E anche sceglierti il coniuge diventa un problema. Sceglierai solo in base a valutazioni fisiche, la simpatia o la bellezza esteriore senza riuscire a percepire il lato spirituale del'individuo. Chi non è spirituale quindi, non comunica più con la parte buona e migliore della congregazione. E' muto e sorto spiritualmente parlando.  

Tutti i vasi non sono preziosi allo stesso modo, dice la bibbia. Scegliersi amici senza valori spirituali e compagnie che non hanno spiritualità è un grave handicap.  Vedete, Gesù era un uomo spirituale ? non abbiamo dubbi. Eppure, fu apprezzato dalla maggioranza dei capi religiosi del suo tempo ?  No, perché quei religiosi non erano spirituali e non erano in grado di riconoscere un uomo spirituale e non sapevano riconoscere le verità spirituali rivelate da Dio nel loro tempo.  Noi non vogliamo assolutamente essere così, ma vogliamo promuovere la spiritualità nella nostra vita .


Terzo handicap :  Chi non è spirituale inoltre, si corrompe e si svia. Valori come il vincere sempre sugli altri,  anche slealmente, portargli via la moglie, rubare, mentire e tutte quelle cose che esistevano nel pensiero virile greco dove risiedevano i corinti furono adottati dai fratelli di quella congregazione. Essi smisero di promuovere la spiritualità nella propria vita e adottarono pratiche carnali.  C’era di tutto a corinto, lotte, invidie, favoritismo, divisione, spirito di parte, era tollerata l’immoralità, si portavano in tribunale per soldi, mancanza di apprezzamento assoluto per l’autorità e intemperanze nel mangiare e bere, in pratica come si suol dire, si scannavano gli uni con gli altri. Ed erano tutti unti.

 1 Corinti 2:16 ...Ma noi abbiamo la mente di Cristo.


Detto questo vediamo ora 10 aspetti della persona spirituale, 10 punti caratteristici dell'uomo o donna spirituale . In sintesi per riassumere il tutto , la persona spirituale è quella che ha la mente di Cristo e in ultima analisi la mente di Geova dato che Gesù imitò Dio alla perfezione.


fine prima parte.


segue.........
____________________

11/06/16

La metamorfosi


Cari Fratelli

Questo sistema di cose è veramente paradossale. Alcuni amici russi qualche giorno fa mi hanno spiegato l'attuale situazione nel loro paese. Dopo l'ascesa di Putin divento primo ministro del governo russo c'è stato un pesante giro di vite da parte delle "autorità" governative verso tutti gli organi di stampa sovietici e non. Essendo autori di format televisivi mi hanno confidato che, non solo tutte le trasmissioni sono trasmesse in differita, ma qualsiasi video può essere mandato on line solo dopo la previa visione da parte di una "commissione governativa". 

La cosa interessante di queste vicende non è quella di come il governo russo decida di controllare tutti gli organismi mediatici ma è come, questi amici percepiscono la trasformazione sociale vissuta che hanno chiamato la metamorfosi politica russa. Da regime monopartitico, quindi da pachidermica struttura sociale piramidale, sono passati ad una struttura pluripartitica che si formalmente auto dichiarata democratica, evidentemente solo per illudere l'inerme popolo russo. E' come se il vecchio partito PCUS,  avesse cambiato veste, da vorace bruco, in sanguinaria farfalla.

Che il governo russo sia ritornato alle procedure dittatoriali pre perestrojka, l'abbiamo subito intuito appena hanno oscurato il sito web. I motivi però sono diversi da quello che pensiamo. Noi testimoni di Geova supponiamo che sia un problema religioso, ma non è proprio così che ci vedono le persone del mondo. Se fate mente locale ad esempio a Rutherford e il suo gruppo di accoliti noi sappiamo che sono stati incarcerati per qualche mese con l'accusa di sedizione che non è un reato religioso, ma prettamente politico.

C'è del grande movimento in giro anche dal punto di vista letterario, l'ultimo best seller mondiale si intitola "2084 la fine del mondo" è un romanzo fantascentifico scritto dall'algerino Boualem Sansal premio nobel della letteratura nel 2014. In questo romanzo avvincente e spietato, si narra di un gigantesco governo teocratico che prenderà il sopravvento su tutti i governi e dominerà l'intera umanità. In questo caso i riferimenti agli stati islamici, sono ben poco velati. Ma questa è un po' la rappresentazione del vero terrore politico che sta attanagliando le persone di tutta la terra. Si capisce perché un personaggio controverso come Trump può arrivare a diventare il presidente degli Stati Uniti d'America. 

Cosa è la teocrazia ? 

La teocrazia è il termine che viene utilizzato per identificare governi controllati da un potere religioso. Citta del Vaticano, gli stati Islamici o quello Ebraico sono tutte forme di governo teocratico. Ma ad esempio anche la monarchia inglese è un governo teocratico, perché il regnante è anche il governante della chiesa cristiana inglese. C'è una variante interessante in questo tipologia di governi che si chiama Ierocrazia. E' un termine dal significato ambiguo dal greco ερός, hieros e κρατία, kratía, letteralmente potere dei sacri. In pratica è anch'essa una sovrapposizione fra il potere religioso e quello politico. Questo tipo di governo però non ha una struttura monarchica come alcuni dei regni teocratici appena visti. La divinità non essendo associata ad un monarca viene invece detenuta da un groppo sacerdotale che, nella continua ricerca di santità e sapienza, diviene sacro.


Al termine teocrazia su wikipedia si fa riferimento ai testimoni di Geova. Leggete l'interessante nota:



"Pur non avendo un potere politico riconosciuto, ci sono diverse organizzazioni la cui struttura può essere definita teocratica, per svariati motivi, come i Testimoni di Geova che considerano il gruppo denominato «schiavo fedele e discreto» (Mt 24:45), rappresentato dal Corpo Direttivo della loro organizzazione religiosa a suo capo, come canale fra Dio e la terra ".



In questa citazione è veramente emblematico il riferimento biblico, ma prima di continuare con il post volevo chiedere a voi cosa ne pensate. Siamo davvero anche noi una struttura politica teocratica ? Qual'è la vostra opinione ?

10/06/16

DAL DESERTO DI EN-GHEDI - Ripristinare l’onestà tramite RIFORME.



E’ possibile far riacquistare dignità 
e fiducia all’Ekklesia?


Frank Dicksee,
Acab e Gezabele di fronte al profeta Elia nella vigna di Nabot
Continuando su questo binario triste e solitario non è possibile; Il binario preferenziale ad alta velocità e occupato dai “Cavalieri della Fede”, mentre l’Ekklesia viaggia su tradotte merci e linee secondarie afflitte e scoraggiate. Noi Consapevoli leali sappiamo che per ridare dignità e fiducia all’Ekklesia occorre che si metta mano alle riforme, riforme con la “R” maiuscola. Si propongono alcuni suggerimenti da perfezionare in corso d’opera:

RIFORME NOMINE ANZIANI E SERVITORI DI MINISTERO


- Nomine fatte con la partecipazione dell’”Ekklesia”
2 o  3 anni in carica poi azzerare il tutto e ripetere nomine
- In questi 2 o 3 anni turnazione degli incarichi
Bisogna prendere atto che ci sono Anziani( Clan dei parenti e altro) che sono in carica da 20, 25 anni e sempre con gli stessi incarichi e a giro chiuso e guai a metterli in discussione
Non crea,tutto ciò, un sistema ingessato che nulla ha a che vedere con lo spirito del vero Cristianesimo?
Dove siamo diretti su questo binario?

RIFORMA CO


- Come già più volte menzionato su questo blog, sarebbe più incoraggiante e partico per le congregazioni, utilizzare come CO pionieri regolari, anziani delle circoscrizioni, autosufficienti, amati, stimati con caratteristiche di veri pastori umili, che con la loro esperienza e qualità, possano veramente incoraggiare i fratelli con le loro visite da effettuarsi nel fine settimana ( venerdì, sabato e domenica)
- Di volta in volta visita di un betelita
Oggi chi vediamo come CO in visita?
- La maggior parte sono galletti o bulletti alla moda (trend) con tutta la moderna tecnologia a disposizione
- Super auto bianca, vestiti di nero, assomigliano a tutto meno a che a pastori cristiani (Ci sono veri pastori ma ne sono rimasti veramente pochi)
Con tale riforma si eviterebbe tale  situazione e ci sarebbe un risparmio enorme sul dono mensile dato che sono tempi di vacche magre


RIFORMA PIONIERI SPECIALI EX-CO


Con le ultime disposizioni in vigore dal 1 gennaio 2016 qualche cosa è stato fatto ma bisogna incidere più in profondità per poter risparmiare sulle spese ed eliminare i cavalieri. 
Per esempio:

- I pionieri speciali  ex co che utilizzano gli appartamenti che sono nelle Sale del Regno( La maggior parte di essi possiede un proprio appartamento) perché continuare a tenerli lì con enormi costi di gestione a carico dell’Ekklesia? Non sarebbe più logico inviarli nelle congregazioni ove hanno un appartamento di loro proprietà?

- Gli appartamenti in uso nelle Sale potrebbero essere utilizzati per oratori in visita, visite Co, visite oratori Betel o in altri modi pratici utili per le congregazioni che usano la Sala del Regno



RIDARE IL MALTOLTO AI LEALI RESISTENTI UMILIATI



- Fratelli cancellati dai loro incarichi dai cavalieri della fede con il beneplacito del co di turno e della filiale. Nel corso della mia vita cristiana ho visto e vedo, fratelli pastori amorevoli, colpiti con falsi processi architettati e montati a loro insaputa per invidie e gelosie con false accuse e calunnie, usando di riflesso, anche i familiari per essere cos’ privati dei loro incarichi e messi in un cantuccio come carta straccia, inservibili da anni. Geova e Gesù avrebbero agito alla stessa maniera? Come è possibile che con l’incarico erano pastori considerati da tutti e poi scartati quasi come lebbrosi? Azzerati.


Non sarebbe il caso che la filiale, dopo aver approvato le ingiuste cancellazioni proposte, esaminasse i singoli casi e ridare il maltolto a questi veri pastori stimati e rispettati dall’Ekklesia ma che invece, da anni, sono parcheggiati e resi inservibili da vaccari e cavalieri della fede? Vi posso assicurare, cari fratelli che di questi uomini capaci messi da parte, ce ne sono moltissimi.(Molti Co di turno messi a conoscenza a voce e per iscritto di tutto ciò, hanno agito alla Ponzio Pilato. Idem la filiale)


Ripeto  la domanda: ”Dove siamo diretti?”

Le famose lettere che la filiale invia ai cancellati recano il motto: “Aspettare”. Ma chi o cosa? Perché la filiale non prende nessuna iniziativa? Non sarebbe un’azione di lealtà, giustizia ed onestà nei confronti di questi fratelli e di tutta l’Ekklesia, dando così la dimostrazione di voler ripristinare la legalità teocratica e ridare la dignità perduta a questi che sono stati le colonne delle congregazioni?


Cari fratelli e sorelle consapevoli, avrei ancora molte riflessioni da fare e da porre alla vostra attenzione, ma mi ritiro nella mia grotta con la promessa di sentirci a breve
Da En-Ghedi, un abbraccio caloroso a tutta la fratellanza consapevole, leale ed onesta


Vostro fratello
Nabot


________________