Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

26/06/13

TDG BLOG-FORUM :Atti capitolo 6:1-7 ....cercate fra voi 7 uomini



Atti  6:1-7
...Ora, in quei giorni, mentre i discepoli aumentavano, sorse un mormorio da parte dei giudei di lingua greca contro i giudei di lingua ebraica, perché le loro vedove erano trascurate nella distribuzione di ogni giorno.  E i dodici, chiamata a sé la moltitudine dei discepoli, dissero: Non è piacevole che noi lasciamo la parola di Dio per distribuire cibo alle tavole.  

Quindi, fratelli, CERCATE  fra voi sette uomini che abbiano buona testimonianza, pieni di spirito e sapienza, affinché   LI COSTITUIAMO su questa faccenda ....
E la cosa detta piacque  all’INTERA MOLTITUDINE , e  SCELSERO  Stefano, uomo pieno di fede e spirito santo, e Filippo e Procoro e Nicanore e Timone e Parmena e Nicolao, proselito di Antiochia; e li posero DAVANTI  agli  apostoli,  e,  dopo aver pregato,  QUESTI posero su di loro le mani.  QUINDI la parola di Dio cresceva, e il numero dei discepoli si moltiplicava moltissimo a Gerusalemme; e una gran folla di sacerdoti ubbidiva alla fede.
 
___________________________________




Come abbiamo letto, erano i fratelli locali che dovevano attivarsi per cercare  uomini adatti a quel servizio per le congregazioni. Una volta trovati, questi fratelli furono presentati agli apostoli affinché li ponessero sopra quella mansione speciale . Evidentemente gli apostoli fecero l'atto pubblico di nomina imponendo su di loro le mani, ma la scelta effettiva dei candidati  venne compiuta dai fratelli del posto. 

L'intera moltitudine si riferisce evidentemente sia a fratelli che sorelle della zona di Gerusalemme.
- Vedi anche DEUTERONOMIO 1:13

  Da questo principio scritturale di Atti capitolo 6, è plausibile una richiesta  di RIFORMA  della procedura delle nomine nella congregazione cristiana . Questa riforma dovrebbe tenere in conto il parere di tutta la congregazione locale sia nella nomina degli anziani che dei servitori di ministero . Anche le sorelle battezzate da almeno 3 anni dovrebbero partecipare alla disanima dei candidati e apportare il loro contributo, poichè la bibbia non lo esclude a quanto sembra di capire dal testo biblico.








--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

09/06/13

TDG : Atti 14:23 " ..Li costituirono anziani " .



                                                       Il Professore
Il Professore

Ho preso in considerazione la scrittura di Atti 14:23 da un altro punto di vista ,quello biblico !! La sua spiegazione in buona parte è basata sui testi di Russel , nulla di nuovo ma un rispolvero di libri scritti oltre 100 anni or sono.


 Basi Bibliche per le Riforme 

Guardare qui per confrontare traduzioni bibliche



   Cerchiamo di analizzare brevemente questo passo biblico in relazione alle procedure della congregazione cristiana, in merito a come devone essere fatte le nomine di anziani e sorveglianti . In Atti 14:23 è scritto : " Costituirono (gr. Kirotoneo )  per loro anziani in ciascuna congregazione… "
 Kirotoneo è una parola greca, che letteralmente traduce “..ordinare stendendo la mano…per alzata di mano.. e solo come secondo significato “nominare…scegliere..” vedere il libro Proclamatori  alle pagine indicate nel riferimento in fondo a questo post.

     In un'altra scrittura Giovanni 15:16 , viene usata dallo scrittore una parola diversa  da kirotoneo. Gesù dice: “ Voi non avete scelto me , ma io ho scelto voi, e vi ho costituiti (gr. titheni)  Perché andiate….”  . Titheni  ,diversamente da kirotoneo, significa : “ nomina diretta…costituire…scegliere..” . In questo  passaggio è Gesù stesso che compie l'azione e sceglie gli apostoli, ...è un atto diretto senza alcun passaggio ulteriore.
In 1 Timoteo 2:7, l'apostolo Paolo afferma  :”…..fui costituito (gr. titheni ) predicatore e apostolo......” , questa ordinazione, come spiega la Bibbia , non fu per atto di nessun uomo  in Galati 1:1 infatti si legge : “Paolo apostolo, né da parte degli uomini né per mezzo di alcun uomo, ma per mezzo di Gesù Cristo e di Dio……..” . Perciò nel testo biblico in greco, troviamo due termini per indicare la nomina o la costituzione di uomini in incarichi di sorveglianza e apostolato.
Ossia :
titheni - nomina diretta 
kirotonèo - costituire o nominare per alzata di mano .


  A questo punto sorge una domanda :
Esistendo in greco il termine  thiteni  perché in Atti lo scrittore Luca ,usa la parola greca kiritoneo che ha il significato di ordinare per alzata di mano ? Perché Luca non usa Thiteni ?


Nomine teocratiche con votazione dell'ekklesia locale


Che questa conclusione possa essere quella giusta, lo si può notare, esaminando un altro passaggio biblico, quello di 2 Corinti 8:19.  Paolo parlando di Tito dice :””……ma è stato anche costituito ( gr. kirotoneo) dalle congregazioni  per essere nostro compagno di viaggio…..””
 In questo passo viene detto esplicitamente che furono le congregazioni a scegliere e nominare Tito e costituirlo per quell'incarico per accompagnare Paolo nei suoi viaggi, lo costituirono per votazione, le congregazioni del posto.

Ora comunque notiamo un altro versetto della Bibbia che descrive l'atto dell'ordinazione di anziani nelle congregazioni e che è stato frainteso da molte organizzazioni religiose in primis la Chiesa Cattolica e il Papato. 

 Questo passo è Tito 1:5. 
Qui si usa il termine greco  kathestemi.
""Per questa ragione ti ho lasciato a Creta,affinchè tu corregga le cosa difettosa e faccia nomine di anziani di città in città..."".  A prima vista, sembra che Tito aveva una speciale autorità, quella di fare nomine di anziani senza tener conto delle congregazioni locali. Questo è tuttora il sistema in uso nel cattolicesimo e tra gli episcopaliani e questo passo biblico è il loro punto cardinale per questo modo di procedere nel governo della congregazione.

       Essi, i cattolici e gli altri, affermano che i loro vescovi hanno l’autorità ,che viene loro dagli apostoli,di costituire e nominare Anziani, senza il voto o il parere della congregazione o chiesa locale. Ma leggendo il versetto di Tito per intero ,non deve sfuggire  la clausola finale  : “ ….faccia nomine di città in città ,come ti ho ordinato..”.  Paolo, come abbiamo visto in precedenza,usava il metodo kirotoneo, ossia per alzata di mano (vedi atti 14:23), quindi per logica, Tito avrebbe seguito il suo ordine, o il suo modo di  fare nomine,  cioè insieme alla locale congregazione per votazione ad alzata di mano.

      Tito, con la sua esperienza e i consigli dello spirito santo ricevuti tramite Paolo, avrebbe suggerito alle congregazioni chi scegliere e quali qualità osservare, e la congregazione locale avrebbe cercato i suoi consigli e li avrebbe tenuti in conto, ma la nomina effettiva pare evidente avvenisse con la partecipazione di tutto il corpo,  tutta la congregazione locale.

La responsabilità và messa dove Dio l’ha messa,e cioè nella congregazione,la cui preoccupazione è quella di 1 Giovanni 4:1, che esorta i cristiani a provare le espressioni ispirate per vedere se hanno origine da Dio. In ogni caso ,il parere della congregazione deve assolutamente essere tenuto in conto, per molte ragioni.

Supponiamo che Tito, avesse nominato Anziani non congeniali ai fratelli locali,per quanto tempo avrebbe trionfato e regnato la pace in quella congregazione ? Quanto lavoro pastorale ,o quanto altro servizio un tale Anziano avrebbe svolto se egli era sgradevole ai sentimenti della congregazione locale ? Essendo uno venuto da fuori e non conoscendo bene i fratelli che doveva nominare come poteva fare una scelta idonea e in armonia con lo spirito santo? Chi effettivamente poteva vedere se non i fratelli e membri della locale congregazione se questi era idoneo come anziano ?

      Il nostro caro fratello Russel disse in una occasione : " .....è lo spirito degli intrighi preteschi che cerca di avere il dominio sull’eredità di Dio,e non l’insegnamento degli apostoli ad aver creato e diviso il popolo di Dio in 2 classi distinte .Nessun Anziano ha alcuna autorità di nominarsi da solo, è la congregazione che fa le nomine nel modo indicato dalle Scritture Kirotoneo per votazione. Interessante anche ciò che avviene in Atti 13:1-3 dove lo spirito santo indicò a tutti i cristiani in quel posto di nominare Paolo e Barnaba per un'opera particolare, questi fratelli posero su di loro le mani in segno di nomina sarebbe da approfondire questi versetti in relazione alla riforma.
     Vedi libro Proclamatori pagine da 215-219  e il  VI volume degli Studi sulle Scritture di Russel pagine da 274-277.

Un caro saluto


PS  Il fatto che le congregazioni scelsero Tito per l'opera di sorvegliante viaggiante,dimostra che è possibile e  biblico, riformare il ruolo del sorvegliante di circoscrizione,come nel 1° secolo ,può essere eletto dalle congregazioni della circoscrizione,o meglio dagli anziani della circoscrizione, riuniti a tale scopo.

    L'elezione con il voto per alzata di mano  di tutti i proclamatori battezzati della congregazione locale, non significa che passiamo ad un sistema democratico,tutt'altro.
Rimane un sistema teocratico ,a tutti gli effetti,poiché i fratelli ,hanno i requisiti biblici a disposizione, e cercheranno la guida di Geova con la preghiera ,per scegliere fratelli idonei al ruolo di anziano o sorvegliante,e potranno con l'aiuto dello spirito santo,essere i garanti dell'operato di questi servitori.Quindi è teocratico al 100 per 100 ,solamente si sposta la responsabilità a tutto il corpo della congregazione.Già adesso per altre motivazioni si fanno votazioni per alzata di mano ,quando in congregazione si devono fare delle risoluzioni in merito a delle spese importanti.


--------------------------