Nota informativa

Informativa sulla privacy : Questo blog utilizza i cookies per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per negare il consenso e maggiori informazioni sull'uso dei cookies di terze parti consulta questa pagina : https://proclamatoreconsapevole.blogspot.it/2015/05/politica-dei-cookie-di-questo-sito-in.html

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»





HOME PAGE

Pensiero dell'anno

Mamma!
Nella vita a volte è necessario saper lottare, non solo senza paura, ma anche senza speranza.
Sandro Pertini

Translate

15/06/17

Riforma 16 : Introduzione del questionario per ogni nominato con incarichi nella congregazione mondiale


Come sapete i primi studenti biblici erano molto seri sulla gestione delle nomine e incariche teocratici e gli anziani dovevano essere persone spirituali e avere studiato con profondità le Scritture. Oggi come sapete, da un anziano non è richiesta una conoscenza profonda delle Scritture ma solo alcuni requisiti pratici dal punto di vista gestionale e aver una buona relazione di simpatia con altri nominati già in attività. I risultati sono sotto gli occhi di molti sinceri proclamatori che devono barcamenarsi tra continui abusi di potere e istruzioni basati su idee personali dei nominati di turno o da gruppi di Klan che gestiscono interessi personalistici di Lobby in intere circoscrizioni del popolo di Geova.

Per questo una riforma possibile e in armonia con la Bibbia è l'introduzione di un questionario ad hoc da sottoporre a tutti i nominati nel popolo di Dio e a quelli che lo vorranno diventare.



 Il libro Proclamatori del regno di Dio edito dalla congregazione cristiana dei Testimoni di Geova al cap. 15 p. 215 Sviluppo della struttura organizzativa dice :
 
 
 
"Le lettere V.D.M. stanno per le parole latine “Verbi Dei Minister”, cioè Ministro della Parola di Dio.
 
Nel 1916 la Società preparò una serie di domande su argomenti scritturali. Gli oratori che dovevano rappresentare la Società furono invitati a rispondere per iscritto alle domande. Questo permise alla Società di conoscere le idee, le opinioni e l’intendimento di quei fratelli su fondamentali verità bibliche. Le risposte scritte venivano vagliate con cura da una commissione esaminatrice negli uffici della Società. Per essere considerati oratori qualificati bisognava raggiungere almeno un punteggio di 85 su 100.

In seguito molti anziani, diaconi e altri Studenti Biblici chiesero di poter avere la serie di domande. Col tempo si disse che sarebbe stato utile che le classi scegliessero come propri rappresentanti solo persone idonee come V.D.M.

Quando la Società conferiva il diploma di Ministro della Parola di Dio, la persona non diventava per questo un ministro ordinato. Significava solo che la commissione esaminatrice della Società aveva valutato la sua conoscenza dottrinale, e fino a un certo punto la sua reputazione, e aveva concluso che meritava di essere chiamato ministro della Parola di Dio."
 
 
Affinché si ritorni ad avere ministri che credono e amano le Scritture e il Suo Autore e non solo il prestigio e l'interesse ad personam potrebbe il corpo direttivo ripristinare un moderno e aggiornato V.D.M. ?
Speriamo e auguriamoci che si riesca a dare una stretta a tutti quei nominati che fanno i propri interessi a discapito del Grande Nome di Geova (nome di Dio in italiano) e di tutti quei poveri proclamatori che non hanno soccorritore. Che Dio continui a proteggere la fratellanza onesta e umile
 
 
____________________

21 commenti:

  1. Questa è la Riforma 16 : Introduzione del questionario per ogni nominato con incarichi nella congregazione mondiale .

    Geova continui a proteggere il Suo popolo e i fratelli che soffrono a causa di nominati che fanno i loro interessi a discapito del Buon Nome di Dio GEOVA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo qualunque15/06/17, 14:52

      Le domande sarebbero sempre le stesse o ogni nominato dovrebbe rispondere a domande diverse? Resterebbero segrete ? Da chi verrebbe esaminato il questionario già compilato? In che contesto il nominato dovrebbe compilare il questionario ? Davanti ad una commissione (in stile esami delle scuole) ?
      Quanto tempo passerebbe prima che il vaccaro di turno per favorire il suo accolito gli "passi " le risposte giuste!?!

      Elimina
    2. ServeUnaSvolta15/06/17, 17:03

      Cercare di risolvere il problema della burocrazia con un miglior tipo di burocrazia temo sia un esercizio sterile, anche perché le riforme proposte non verrebbero comunque accettate.
      Le congregazioni del primo secolo consistevano di piccoli gruppi di cristiani che si riunivano in case private ed erano gestite con uno spirito di amore familiare. Quando un gruppo era troppo grande per essere ospitato in una casa, si formava un altro piccolo gruppo in un'altra casa privata e proseguiva con lo stesso modello. Non c'era bisogno di tanta burocrazia per la nomina degli anziani perché il gruppo piccolo scoraggiava il carrierismo ed era molto facile per la congregazione individuare chi fossero gli uomini maturi e qualificati come maestri. Questo anche perché in quel tempo gli anziani erano veri maestri delle Scritture (si faceva presto a vedere chi studiava e aveva intendimento è chi no) e non dispensatori di pasti preconfezionati da riscaldare e mettere in tavola.
      Nel quarto secolo, sotto Costantino, i cristiani, già divenuti apostati, cominciarono a costruire i primi luoghi di culto e insieme allo spirito di Geova se ne andò anche lo spirito familiare nelle congregazioni lasciando il posto al carrierismo. Solo un ritorno al modello del primo secolo, ci permetterà di attuare una vera riforma.

      Elimina
    3. No le domande cambierebbero ogni sei mesi e sono solo un aspetto di una riforma di più ampio respiro che dovrebbe coinvolgere tutti i proclamatori nelle nomine di anziani e sorveglianti. Meno potere meno danni, più trasparenza e gestione condivisa e più armonia nell'ekklesia

      Elimina
    4. Serve una svolta occorre fede e fiducia in Geova e avere buoni motivi il resto se sarà volontà di Dio sarà fatto. Ma nulla vieta di applicare le riforme bibliche già da adesso.
      Per esempio se sei anziano e devi proporre un fratello per l'incarico di anziano invece di fare come ora e basarti solo sulla simpatia vai a parlare con tutti i proclamatori e chiedigli chi vedrebbe come anziano per il suo modo di esercitare la fede e poi proponi il fratello che i proclamatori hanno indicato o i se sono più di uno.
      Se sei anziano e devi tenere un comitato giudiziario sii fermo contro i cavalieri che fanno domande indiscrete e immorali e difendi il proclamatore semplice dagli abusi burocratici sempre più diffusi, informalo se necessario dei suoi diritti e su cosa evitare di dire e fare e consiglia i minorenni di far partecipare i genitori e imponiti bibbia alla mano.
      Se sei un sorvegliante di circoscrizione e vedi che in una congregazione ci sono oltre il 10% di inattivi e molti proclamatori si lamentano dei nominati e alcuni vanno via di congregazione proponi lo scioglimento della congregazione e accorpala da un altra parte ma prima sonda l'opinione di tutti i proclamatori non fidarti solo dei nominati di spicco. Fai un sondaggio reale e imparziale solo così potrai vedere l'aspetto reale

      Elimina
    5. ServeUnaSvolta15/06/17, 22:14

      Cosa ti fa pensare che non sia volontà di Geova che si ritorni sin da ora al modello del primo secolo? Quella sarebbe la vera riforma: niente più comitati giudiziari come li conosciamo, non più sorveglianti che si basano sulle percentuali per decidere cosa fare, non più anziani che devono contare anche i bulloni delle Sale del Regno (secondo il nuovo manuale per la manutenzione) e non riescono a vedere cosa succede realmente ai fratelli. Forse pensiamo che una riforma integrale non sia possibile, ma trascuriamo il potere dello spirito santo di Geova. I primi cristiani non avevano letteratura da distribuire, non avevano Filiali né tanti comitati e sottocomitati, non avevano registrazioni né statistiche globali o archivi segreti, non studiavano nemmeno esattamente tutti lo stesso materiale alle aduanze, ma avevano lo spirito di Geova, forse è proprio di quello che abbiamo bisogno e per riceverlo sappiamo cosa prendere a modello.

      Elimina
    6. L importante é rimanere nel popolo di Geova se pensi di fate un distaccamento fuori non avrai la benedizione delle Scritture

      Elimina
    7. anonimo arrabbiato16/06/17, 18:43

      L'esempio biblico ci fa capire che per contare i bulloni e fare ristrutturazioni si sarebbero usati servitori di ministero, no Anziani ... oggi i servitori di ministero sono impiegati per condurre comitive e fare le pulizie della sala del regno, mentre gli Anziani vanno a svolere (verbo benevolo) tutti quei compiti che non li vede con la scopa in mano o dietro una porta...

      Elimina
  2. mah..
    caro Mission..
    Resto perplesso. La conoscenza approfondita certo deve esserci, altrimenti che genere di consigli o discorsi puoi fare se non conosci a fondo le Scritture...
    Personalmente ritengo (x davvero e non per frasi fatte..) che con i tempi che ci attendono oggi ci sia bisogno urgente davvero di veri pastori, forse meno tecnicamente qualificati e sicuramente affatto burocratici, ma persone dalla generosità e affabilità simile a Cristo, altruisti e piacevoli da avvicinare..
    Disponibili per il gregge.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anonimo arrabbiato16/06/17, 18:31

      la profonda conoscenza di come saper usare l'archivio delle circolari. Là c'è la risposta genetica e valida in ogni posto del mondo. Vedi per esempio le presentazioni, viene sempre detto che sono suggerite e poi adattate al nostro modo di esprimerci e alle circostanze del territorio, ma per i cavalieri e responsabili scuola teocratica, guai a spostarti di una virgola dallo schema pubblicato sulla guida ... idem per le circolari e Ks ...

      Elimina
  3. Per i nuovi riassumo le riforme bibliche per ripristinare di moda l onestà tra i testimoni di Geova.
    1 riforma del corpo direttivo
    2 riforma delle nomine
    3 riforma del sorv. di circ.
    4 riforma del sorv. di distretto.......approvata
    5 riforma ed eliminazione dei comitati giudiziari segreti
    6 riforma della disassociazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rimango fiducioso, ma alcune riforme non vi saranno mai. Forse giusto quella dei sorv di circ è più che plausibile e alle porte. Ma corpo direttivo, nomine, disassociazione e comitati giudiziari improbabili e utopistiche. Eliminare comitati giudiziari e disassociazione, significa stracciare la metà del libro ks e metà del materiale delle scuole degli anziani. Anche se non trova fondamento nella bibbia, l istituzione dei comitati giudiziari è l'ultimo baluardo per contenere quel clima di controllo della congregazione e il timore dell'ostracismo è ciò che limita l'abbandono o l' inattività di molti. Purtroppo i numeri contano tantissimo per l'organizzazione.

      Elimina
    2. 7 riforma dell uso del web
      8 riforma della trasparenza finanziaria e organizzativa
      9 riforma delle adunanze ripristinando quelle in case private
      10 riforma dell impeachment
      11 riforma disassociare i bulli o chi si macchia di atti malvagi di bullismo e mobbing in congregazione
      12 riforma delle risoluzioni nella congregazione
      13 riforma delle controbuzioni con nuova cassetta X i poveri
      14 riforma del battesimo ponendo un limite ai battesimi di fanciulli
      15 riforma del libro organizzati
      16 riforma del questionario VDM da sottoporre obbligatoriamente a tutti i nominati pena la perdita d ufficio dell incarico

      Elimina
    3. La 17 riforma pensavo all inserimento dei Klan nei peccati passibili di espulsione immediata dalla congregazione. Dato che l apostolo Paolo menziona il creare gruppi e divisioni nelle opere della carne i Klan di fratelli e sorelle anche non nominati dovrebbero essere attenzione ti dall ekklesia e ammoniti una prima è una seconda volta per poi passare alla votazione di espulsione per grave inadempienza in merito all amore verso tutti i fratelli.

      Elimina
    4. ServeUnaSvolta16/06/17, 16:25

      Condivido la maggior parte delle riforme. Vorrei solo menzionare un principio che enunció Gesù: Luca 5:36-39. Finché si continuerà a dire che il vino vecchio è buono e non si preparano gli otri nuovi, non credo vi saranno vere riforme. L'unica "approvata" sino ad ora, quella dei sorveglianti di distretto, non è stata certo fatta per uno spirito riformatore, solo per una coincidenza di interessi.

      Elimina
    5. Quella scrittura non si applica all'ekklesia dei testimoni di Geova ma Gesù la applicò ad Israele antico perché rifiutò il messia e uccise tutti i profeti che gli venivano mandati. Invece l'ekklesia può essere riformata o illuminata con più luce scritturale, infatti ne è una prova le innumerevoli riforme fatte dai tempi di Russel ad oggi.
      Basta convincere gli alti papaveri della necessità di fare riforme strutturali contro gli abusi di potere e le ingiustizie che attualmente abbondano nelle circoscrizioni a favore di un ripristino dell'onestà a tutti i livelli organizzativi.
      Sarà una lotta durissima e con arme spirituali non carnali.
      Siamo nell'Unico Popolo di Dio scelto da Lui e approvato. Dal 1914 siamo nel tempo della fine continuiamo a perseverare

      Elimina
    6. ServeUnaSvolta17/06/17, 15:21

      Purtroppo di Russell ci siamo tenuti tante idee errate e ne abbiamo invece eliminate altre che erano essenziali come evitare che una struttura organizzativa centralizzata dominasse sulle congregazioni (Russell infatti era giustamente allergico alla parola "organizzazione"). Gli studenti biblici del tempo di Russell si riunivano per studiare le Scritture, non per ripetere commenti della Torre di Guardia come degli automi senza la possibilità di fare una domanda che non sia quella stampata a fine paragrafo senza correre il rischio di essere visti come un pericoloso dissidente. Nel tempo la burocrazia, la mancanza di trasparenza e la sistematica oppressione per via giudiziaria di chiunque dica qualcosa fuori dal coro, non hanno fatto che aumentare sino a diventare oggi insopportabili per chiunque voglia adorare Geova in verità. Gesù in Luca 5:36-39 enunciò un principio generale, riferendosi in quel caso al suo tempo, ma non possiamo essere noi a stabilire che sia decaduto. Le parole di Gesù in Luca 12:45,46 valgono più di qualsiasi nostra opinione.

      Elimina
  4. @ Carissimo 007 viviamo in un tempo dove sempre più spesso a torto
    Si tende a dare tutto per scontato.
    Proprio per questo volevo ringraziarti per quello che fai a favore
    Della fratellanza,al fine di perseguire quel Diritto e quella Giustizia alla quale tutta la fratellanza Consapevole e non, anela
    In quanto requisito imprescindibile per una comunità che si proclama il vero popolo di Dio in terra.
    Ad oggi credimi non so quanti siete a gestire questo blog 1,2,o più
    Ma di una cosa ho piena certezza che ci vuole tempo, sforzi,
    impegno e credo anche risorse per gestire un blog come questo.
    Io personalmente ho arricchito la mia conoscenza grazie a pubblicazioni tipo 'studi dalle scritture'per non parlare di tutti
    I post e commenti liberi da filtri che mi hanno impartito conoscenza ed hanno contribuito a completare quel cammino infinito
    Verso la perfezione,una vita migliore,una comprensione più solida
    Delle scritture o del perche accadono certe ingiustizie.
    Tutto questo ha contribuito durante il mio cammino cristiano
    Ora gioioso ora doloroso ma sempre testardamente convinto che questa è la via e che dobbiamo in essa camminare.. a rendermi
    Meno solo e con la convinzione piena che il meglio
    DEVE ANCORA VENIRE e che riguardo ai veri pastori Geova e Gesù
    Non hanno ancora completato la rosa di Pastori secondo il loro punto di vista contenuto in Isaia 32:2.
    Per questo e per molto altro Volevo ringraziare gli intrepidi amministratori di questo blog,nella persona di 007missionpossible

    Con Affetto VS Conservo
    Resiliente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pastor Silente17/06/17, 11:10

      Concordo e condivido al 100% il ringraziamento agli amministratori del blog.
      Condivido anche un pensiero che ho trovato interessante per lo spirito con cui scrivere su questo blog.
      Arancia spremuta🍊
      Un Professore stava per tenere una conferenza e ha deciso di prendere un'arancia e portarla sul palco come proposta per la classe ... ha instaurato una conversazione con un giovane brillante che sedeva in prima fila, e gli ha chiesto: - Se io spremo questa arancia tanto forte quanto è possibile, cosa potrebbe uscirne? Lo studente lo ha guardato come se fosse un pazzo e gli ha detto: - Succo, naturalmente! - Pensi che potrebbe uscire succo di mela? - No! (Rise). - E succo di pompelmo? - Nessuno dei due! - Che uscirebbe? - Succo d'arancia , ovviamente. - Perché?, perché quando stringo un'arancia esce succo d'arancia? - Beh, è un'arancia e questo è quello che c'è dentro.
      Ha annuito e ha detto: - Supponiamo che quest'arancia non è un'arancia, ma sei tu, e qualcuno ti spreme, fa pressione su di te e ti dice qualcosa che non ti piace; ti offende, e da te viene fuori rabbia, odio, amarezza, paura. Perché succede questo? La risposta che ha dato il giovane è stata: - Perché questo è quello che c'è dentro. *

      Questa è una delle grandi lezioni della vita: Che cosa viene fuori da te quando la vita ti stringe, quando qualcuno provoca dolore o ti offende? Se ciò che esprimi è rabbia, dolore e paura, è perché questo è ciò che c'è dentro di te. * * Non importa chi fa la contrazione, se tua madre, tuo fratello, i tuoi figli, il tuo capo, il coniuge ecc ... * Se qualcuno dice qualcosa di te che non ti piace quello che esce fuori da te è quello che c'è dentro; e ciò che è dentro dipende solo da te, è la tua scelta! * Ora, dobbiamo riflettere su ciò che è dentro di noi, perché "dall'abbondanza del cuore la bocca parla" [Matteo 15:18]. * Gesù fu "spremuto" e uscì da lui soli perdono, amore e misericordia... Anche se insultato, lacerato, umiliato e trattato peggio di un criminale, lui rispose solo con Amore! Cerchiamo di riempirci d'amore e viviamo ogni giorno seguendo il suo esempio ... "

      Elimina
    2. Ok comunque i cavalieri della fede se solo sapessero che molti di noi sono proprio il fratello e la sorella della porta accanto andrebbero su tutte le furie per poterci acciuffare ed espellerci con ogni falso inganno.
      I klan sovra-congregazionalisti,degni della camorra, sono arrabbiatissimi perché vengono smascherati nel loro operare da furbetti,e darebbero anche l'anima al diavolo pur di vedere bruciato al rogo della calunnia un solo consapevole resistente di Dio amante delle Scritture.
      Sinora le loro grinfie e trappole non hanno sortito effetto , ma non bisogna abbassare la guardia perché il diavolo continua a trasformarsi in angelo di luce e i suoi ministri in quei di giustizia. Come possiamo riconoscerli ?
      Paolo disse che i pastori che maltrattano il gregge non stanno seguendo il Cristo. Il segreto è il loro atteggiamento verso i sottoposti non l'asserzione o l'investitura esteriore.
      Preghiamo per tutti quegli anziani veri che amano il gregge e non farebbero mai del male ad una sola pecora!!
      Non gli verrebbe mai pensato di sfruttare una pecora o la posizione-poltrona nella teocrazia per fare interessi personali a discapito di Geova Dio e della giustizia - Matteo 6:33 parte b

      Elimina
  5. Mah, un questionario del genere si sarebbe potuto introdurre nelle periodiche scuole per gli anziani, e chi non raggiungeva la sufficienza, al di la dei requisiti scritturali, poteva essere "bocciato" e retrocesso a servitore di ministero. Ma l'organizzazione non lo ha mai fatto. Lo ha fatto invece per i missionari, ma è una scuola diversa. Che dire? Il questionario preparato oggi sarebbe molto diverso da quello in uso ai tempi di Russel, e questo perchè nel frattempo l'intendimento su parecchi punti dottrinali è cambiato. Oggi c'è una organizzazione che ha le sue esigenze, cosa che non c'era ai tempi di Russel (una sua frase era "guardatevi dall'organizzazione, essa non è necessaria"). Il suo fu un tentativo di valutare l'idoneità degli anziani non limitandosi ai requisiti scritturali, ma introducendo un ulteriore requisito: l'adesione alle sue interpretazioni delle scritture come esposte negli "Studi sulle scritture" i sei volumi che secondo lui erano necessari e indispensabili se si voleva avere luce e verità, senza la lettura dei quali chi leggeva solo la Bibbia nel giro di pochi mesi "sarebbe tornato nelle tenebre" (parole sue). Il tempo ha dimostrato che alcune sue interpretazioni non erano corrette, però pretendeva che gli aspiranti anziani le conoscessero bene e se rispondevano in maniera non conforme non erano qualificati, perchè evidentemente non avevano studiato bene gli "Studi sulle scritture" e nell'insegnamento potevano anche deviare sostenendo spiegazioni che lui non approvava. Chi ci dice che oggi sarebbe diverso? Un questionario del genere sicuramente sarebbe preparato con risposte alle domande secondo l'attuale intendimento dell'organizzazione. Un aspirante anziano che su alcuni punti ha seri dubbi avrebbe molte difficoltà a rispondere in coscienza ad alcune domande con la risposta esatta dell'intendimento attuale, come riportato nelle pubblicazioni. Così ci priveremmo di potenziali pastori solo perchè non sono attenti studiosi di tutte le spiegazioni delle scritture, compresi aspetti simbolici e profetici (difficili obiettivamente da studiare, assimilare e ricordare....). Quindi, secondo me, sia la disposizione di Russel che la riproposizione proposta come riforma vanno oltre ciò che è scritto. I requisiti sono chiaramente esposti nelle lettere a Timoteo e a Tito. Bastano quelli. La conoscenza che conta, in quell'incarico, è di quei passi biblici che servono ad incoraggiare i fratelli, a rafforzare la loro fede e anche a rimproverare se serve, sempre con mitezza e rispetto. Oltre a quei requisiti, è essenziale che il pastore coltivi il frutto dello spirito in tutti i suoi aspetti. Quello serve all'ekklesia, e possiamo essere certi che nel primo secono gli anziani venivano eletti su quella base. Come scrisse Pietro, nelle lettere di Paolo c'erano alcune cose difficili a capirsi e non le aveva capite nemmeno lui. Ma quando gli apostoli nominavano gli anziani con l'imposizione nelle mani, non risulta che facesero domande sulla legge mosaica o su quello che aveva scritto Paolo per vedere se gli aspiranti anziani erano preparati. E' un mio modesto pensiero, poi ben vengano tutte le riforma utili...

    RispondiElimina

Per contattare gli amministratori chiedi nella sezione commenti.
Vi preghiamo di commentare il più garbatamente vi è possibile,
non sono tollerati messaggi contenenti insulti ,di nessun genere .
Ogni espressione negativa è indirizzata alla parte malata dell'organizzazione e non a tutti i testimoni di Geova.
siete pregati di firmarvi con un nick grazie.

Un abbraccio